Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

UNO STUDIO PARALLELO A QUELLO DEL DR. HAMER CONFERMA LE SCOPERTE DEL MEDICO TEDESCO

Pubblicato su 3 Ottobre 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in MEDICINA ALTERNATIVA

Studio del Dr. Marc Frèchet sulla correlazione tra conflitti psichici e danni fisici - 20/08/1997.

La fondazione Claude Bernard negli anni '90 finanziò una ricerca su persone affette da patologie ematiche e oncologiche, riguardante la correlazione tra conflitti psichici e danni fisici.

La ricerca fu condotta dal Dr. Marc Frèchet, psicologo clinico nonché consulente di psicooncologia e oncologia medica presso la clinica Paul Brousse di Villejuif (Francia).

Lo studio fatto su un campione di 916 persone aveva lo scopo di dare a queste persone psicologicamente disperate un senso interiore alla loro malattia invece di pretendere una soluzione dall’esterno. Dopo aver fatto un quadro completo per ogni paziente su sintomi e disturbi e delle conseguenti esperienze positive e negative si è potuto identificare certe origini comuni delle loro malattie.

Nello studio è stato evidenziato che è possibile classificare i tumori secondo le categorie definite dal Dr. Hamer, ad esempio nei casi di cancro alla mammella sono stati identificarti 5 tipi di conflitti e la ricerca fatta conferma al 100% il metodo del medico tedesco, indipendentemente dalla conoscenza dei suoi lavori.

Il Dr. Frèchet dichiarò che se avesse presentato al Dr. Hamer i risultati della sua analisi psicosomatica dei problemi espressi dai pazienti, lui sarebbe stato in grado di correlare le problematiche psichiche con la patologia del paziente.

I 916 pazienti furono suddivisi in 3 gruppi:

gruppo A composto da 389 persone (41,38%) che proseguivano con il trattamento medico

gruppo B composto da 215 persone (26,70%) che hanno decisamente rifiutato il trattamento medico

gruppo C composto da 312 persone (33,00%) che si sono presentate per una sola consultazione

Il Dr. Frèchet confermò che indipendentemente dalla terapia medica che i pazienti seguivano, la comprensione intima dei meccanismi psichici e biologici collegati ai sintomi clinici ha sempre portato a un miglioramento della situazione del paziente e molti di essi oggi godono di buona salute.

Considerando il periodo di ricerca di 8 anni, vediamo che fino al 29 giugno 1994, del gruppo A sono sopravvissuti 102 pazienti (26,22%), invece quelli del gruppo B sono 183 (85,11%).

Di questi due gruppi, il Dr. Fràchet al gruppo A ha dedicato in media 8 ore per persona, al gruppo B ha dedicato almeno 40 ore per persona.

Inoltre il Dottore segnala che la maggior parte dei pazienti deceduti, sono morti in seguito alla loro paura, stanchezza biologica e al loro isolamento emotivo per la stessa causa che li aveva portati ad ammalarsi.

Fonte: Tratto dal libro “Testamento per una nuova medicina” di R.G. Hamer.

Tratto da: frontelibero.blogspot.it

Dr. Marc Frèchet

Dr. Marc Frèchet

Commenta il post