Overblog
Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Post con #ambiente categoria

PAPA FRANCESCO ENTUSIASTA DEI MICROCHIP SOTTOCUTANEI: LI RENDERA' OBBLIGATORI IN VATICANO

Pubblicato su 1 Giugno 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE, MEDICINA ALTERNATIVA

Se non vi sono bastati gli esiti delle elezioni  recenti, ecco la ciliegina.... l'elefante è nella stanza, ma nessuno lo vede.. men che mai i cattolici. 
----------------------------------------- 
Con una mossa controversa da parte della chiesa cattolica, Papa Francesco ha dichiarato il suo consenso alla tecnologia microchip RFID ed allo "straordinario aiuto" che può fornire all'umanità. Lo sdegno nasce dalla convinzione di molti evangelici, fondamentalisti e cattolici, che il microchip RFID sia il 
"marchio della bestia" di cui parla la Bibbia nei capitoli riguardanti la fine dei tempi. Durante l'omelia settimanale, il Pontefice ha esposto alla folla dei fedeli il suo punto di vista sulla tecnologia RFID, ed ha assicurato che ricevere un impianto di questo tipo non può causare nessun danno spirituale.

 

"Abbiamo esaminato attentamente le Scritture, e posso concludere che niente indica che i microchip RFID siano satanici in alcun modo. Semmai, questi dispositivi sono una benedizione di Dio Stesso, elargita all'umanità per risolvere molti dei mali del mondo".



Ha poi sollecitato i fedeli ad avere una mentalità aperta, in questa epoca in cui il progresso tecnologico avanza ogni giorno. Il Vescovo di Roma ha manifestato ai presenti la sua eccitazione nel voler rendere gli impianti di microchip sottocutanei obbligatori per tutti i dipendenti ed i residenti del Vaticano.
Il mese scorso, la NBC aveva predetto che entro il 2017, ogni americano avrebbe avuto un microchip RFID sottocutaneo. Non sorprende, considerando il crescente affidamento che l'umanità sta facendo sulla tecnologia. Con l'avvento di prodotti come i 
"Google glass", la fusione tra uomo e macchina avanza lentamente giorno dopo giorno. L'impianto di microchip sottocutanei su larga scala potrebbe rappresentare un enorme e storico passo verso questo glorioso, utopico futuro.
Verso la fine dell'anno scorso, i cittadini di Hanna, Wyoming, hanno aiutato a collaudare l'impianto di microchip RFID sottocutanei. Tutti i residenti della cittadina ne hanno uno sotto la pelle tra il pollice e l'indice, utilizzandolo sia come documento di identità che come metodo di pagamento per beni e servizi. L'opinione di questi cittadini sul microchip è oltremodo positiva, ed hanno affermato di essere orgogliosi di essere stati i primi americani ad aver ricevuto questa tecnologia.L'implementazione della teconologia RFID può migliorare molti aspetti della vita moderna. Crimini come rapimenti e furti di identità smetterebbero di esistere. In caso di emergenza medica, se il paziente è fisicamente inabile, i dottori potrebbero reperire informazioni vitali scansionando il suo chip individuale, e chi ama lo shopping, non sarebbe più costretto a portarsi dietro soldi che potrebbero essere rubati o carte di credito che potrebbero essere smarrite; Adesso, tutti i tuoi dati bancari possono stare letteralmente nel palmo della tua mano.Con l'approvazione e la benedizione del Papa, gli impianti RFID riceveranno sicuramente larghi consensi dai membri della chiesa. Potrebbe, se tutto va bene, essere la spinta di cui questo progetto aveva bisogno per ricevere notorietà.

Fonte originale
http://nationalreport.net/pope-francis-public-support-rfid-chip-implantation/
tratto da: http://www.timmylove.altervista.org/nom/papa-rfid.html 

 

Tratto da:  http://saluteolistica.blogspot.it__________________________________________________________________

IL TESTO ORIGINALE IN INGLESE DELL'ARTICOLO, in onore ai vari Mr Troll

 Sarah Palin

- See more at: http://nationalreport.net/pope-francis-public-support-rfid-chip-implantation/#sthash.xd424KKE.dpuf

 
In a controversial move by the Catholic church, Pope Francis has come out in vocal support of RFID Chip technologies and the extraordinary potential they hold for mankind. The outrage stems from a belief held by many Evangelicals, Fundamentalists and Catholics, that RFID implants are the Mark Of The Beast,spoken about in their Holy Book’s chapter regarding the end of the world.

 

During the Pontiff’s weekly general address, he spoke to the crowd about his view on the RFID technology, and assured his many followers that no spiritual harm can come from receiving an RFID implant.
“We have examined the scriptures thoroughly, and I can conclusively say that there’s nothing to indicate that RFID Chips are Satanic in anyway. If anything, these devices are a blessing from God himself, bestowed upon humanity to solve many of the world’s ills.”
He went onto urge his devotees to be open minded in this era where brilliant new technological advancements are being made everyday. The Bishop of Rome explained to those in attendance his excitement over making RFID implantation a mandatory procedure for all employees and residents of the Vatican.
Last month, NBC predicted that by 2017, every American will own a RFID implant. Not surprising, considering humanities ever increasing reliance on technology. With the advent of products like Google Glass, the merging of Man and Machine inches closer each day. Widespread implantation of the RFID chip would be an enormous and historic leap into that glorious, utopian future.
Late last year the citizens of Hanna, Wyoming helped to beta test RFID implantation. Everyone residing in the small town carries an RFID device between the skin of their thumb and forefinger, using it both as an ID and a method for paying for goods and services. Towns members state that the opinion of the RFID is overwhelmingly positive, and are proud to be the first Americans to have received the implant.
Several aspects of modern society can be improved with the implementation of RFID technology. Crimes such as kidnapping and identity theft would cease to exist. In medical emergencies where the patient is incapacitated, doctors can find life saving information by scanning the individual’s RFID chip, and for those people who love shopping, you’ll never have to carry money that can be stolen, or debt cards that can be lost; Now your entire banking information is literally in the palm of you hand.
With the Pope’s endorsement and blessing, interest in RFID implantation is sure to see a wider acceptance from members of the church. This could, hopefully, be the push that this agenda needs to gain household recognition.
PAPA FRANCESCO ENTUSIASTA DEI MICROCHIP SOTTOCUTANEI: LI RENDERA' OBBLIGATORI IN VATICANO
commenti

LE MEGA-BANCHE DI WALL STREET SI STANNO COMPRANDO L’ACQUA DEL MONDO

Pubblicato su 27 Maggio 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

 di Jo-Shing Yang

Si sta accelerando una tendenza preoccupante: le banche di Wall Street e i multimiliardari dell’elite stanno acquistando l’acqua in tutto il mondo ad un ritmo senza precedenti.

Note mega-banche e colossi d’investimento come Goldman Sachs, JP Morgan Chase, Citigroup, UBS, Deutsche Bank, Credit Suisse, Macquarie Bank, Barclays Bank, the Blackstone Group, Allianz, e HSBC Bank, tra le altre, stanno consolidando il loro controllo sull’acqua. Anche magnati come T. Boone Pickens, l’ex presidente George H.W. Bush e la sua famiglia, Li Ka-shing di Hong Kong, Manuel V. Pangilinan delle Filippine e altri stanno comprando migliaia di ettari di terreno con falde acquifere, laghi, diritti di sfruttamento, aziende di erogazione, azioni in compagnie di ingegneria e tecnologia dell’acqua.
Le seconda tendenza preoccupante è che, mentre i nuovi baroni stanno comprando l’acqua in tutto il mondo, i governi stanno rapidamente limitando la capacità dei cittadini di procurarsela autonomamente (come evidenziato dal noto caso di Gary Harrington, nell’Oregon, dove lo stato ha criminalizzato la raccolta dell’acqua piovana in tre laghetti situati sulla sua proprietà privata, accusandolo di 9 imputazioni e condannandolo a 30 giorni di prigione).

Mettiamo questa criminalizzazione in prospettiva:
Il miliardario T. Boone Pickens possiede più diritti di sfruttamento dell’acqua di qualsiasi altro individuo in America, potendo sfruttare circa 250 miliardi di litri l’anno. Ma l’ordinario cittadino Gary Harrington non può raccogliere l’acqua piovana sui suoi 68 ettari di terreno.

E’ uno strano Nuovo Ordine Mondiale quello in cui i multimiliardari e le banche possono possedere falde acquifere e laghi, ma i comuni cittadini non possono neanche raccogliere l’acqua piovana o la neve disciolta nei loro cortili dietro casa.
“L’acqua è il petrolio del 21° secolo.” Parola di Andrew Liveris, amministratore delegato dell’azienda chimica Dow.

[...] Solo negli USA, l’acqua è un’industria da 425 miliardi di dollari. Nella sua conferenza annuale sui “Cinque rischi principali”, la Goldman Sachs ha affermato che una scarsità d’acqua potrebbe essere, per l’umanità del 21° secolo, una minaccia più grave di quella di cibo e d’energia. Nel 2012 laGoldman Sachs ha comprato l’azienda Veolia, che eroga l’acqua a 3 milioni e mezzo di cittadini in Inghilterra sudorientale. Nel 2003, insieme al gruppo Blackstone e ad Apollo Management, aveva acquistato Ondeo Nalco, azienda leader nella depurazione dell’acqua, con 10.000 addetti in 130 paesi.
siccità-spagnaNel 2008, sempre la Goldman Sachs ha investito, insieme ad altri fondi, 50 milioni di dollari nella China Water & Drinks, azienda leader tralaltro nella produzione e distribuzione di acqua in bottiglia in Cina. Poiché la Cina soffre di una delle peggiori carenze d’acqua in Asia, il suo settore delle acque in bottiglia è quello che sta crescendo più velocemente al mondo, e sta vedendo profitti enormi.

[...] Il maggiore economista di Citigroup, Willem Buitler, nel 2011 disse che “L’acqua diventerà il bene più importante, di gran lunga più del petrolio, del rame, delle risorse agricole e dei metalli preziosi.”
[...] Nello specifico, una delle opportunità lucrative è la fratturazione idraulica (fracking), in quanto genera una grandissima domanda d’acqua e servizi correlati. Ogni pozzo richiede dai 10 ai 20 milioni di litri d’acqua, l’80% della quale non può essere riutilizzata perché è 10 volte più salata dell’acqua di mare. Citigroup raccomanda ai proprietari di diritti di sfruttamento dell’acqua di venderla alle compagnie di fracking anziché agli agricoltori, perché l’acqua per il fracking può essere venduta ad un prezzo 60 volte più alto di quella per l’agricoltura.

[...] La famiglia Bush, nel 2005 e 2006, ha comprato 1.200 km quadrati di terreno alla frontiera tra Bolivia, Brasile e Paraguay. Il terreno si trova sulla falda acquifera più grande del mondo, dal volume di circa 40.000km cubi. Si stima che questa riserva sotterranea potrebbe rifornire il mondo intero d’acqua potabile per 200 anni.
[...] Sfortunatamente, la corsa alla privatizzazione dell’acqua è inarrestabile: molti stati hanno difficoltà finanziarie e non sono più in grado di mantenere e aggiornare le loro aziende di erogazione. Di fronte alle offerte di milioni di dollari da parte di Goldman Sachs, JPMorgan Chase, Citigroup, UBS,ecc., città e stati avranno molta difficoltà a rifiutare le privatizzazioni.

Le multinazionali e le banche di Wall Street avevano preparato e atteso questo momento da anni.

Fonte:  Globalresearch

Traduzione: Anacronista

Nella foto in alto: le cascate di Iguazu, ai confini tra Brasile e Paraguay dove vi sono fra i maggiori giacimenti d’acqua del mondo

Tratto da: www.controinformazione.info

Tratto da:http://www.informarexresistere.fr

LE MEGA-BANCHE DI WALL STREET SI STANNO COMPRANDO L’ACQUA DEL MONDO
commenti

La grande truffa dei voli low cost

Pubblicato su 25 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

I voli low cost, per molti, sono una manna dal cielo perché permettono di volare a prezzi stracciati, la realtà invece è che sono una vera e propria piaga per il genere umano.
Di seguito voglio proporvi un semplice calcolo per comprovare ciò che andrò ad affermarvi in seguito. Gli aerei utilizzati dalle compagnie low cost in genere possono ospitare sulle160-250 persone, di media un biglietto costa sulle 50€ (tenendo presente che alle volte alcuni voli possono arrivare a costarne 10), che moltiplicato per il numero di passeggeri fa8000-12500€. Alla somma ottenuta togliamo gli stipendi dei membri dell’equipaggio, i costi del carburante, dell’aeroporto, dei servizi a bordo, della manutenzione e le tasse, e cosa rimane? Il guadagno pulito diminuisce ulteriormente considerando che ogni aereo costa centinaia di migliaia di euro scendendo sotto lo zero.
Come fanno queste società a rimanere a galla e a moltiplicarsi come funghi? Esatto, è proprio come state pensando!

La Nevada Chemtrail Reports ha potuto avere conferme dalla testimonianza di un ex meccanico aeroportuale che per motivi di sicurezza è voluto rimanere anonimo. Il meccanico ha confessato che le compagnie low cost non sono altro che una grossa copertura per diffondere nei cieli sostanze pericolose per gli scopi più disparati e vengono finanziati da un misterioso gruppo di persone. L’ex meccanico continua dicendo che gli aerei presentano un serbatoio extra (da 15.000 litri), sconosciuto alla gente, che prende una zona morta di spazio nel velivolo dove ufficialmente dovrebbero esserci i bagagli. Le compagnie low cost applicano pesanti tariffe sui bagagli proprio per evitare di riempire la piccola zona rimanente adibita a tale scopo.

Si tratta dell’ennesima presa in giro proprio sotto i nostri occhi, e come sempre la massa resta con gli occhi chiusi.

Tratto da:http://chiaveorgonica.altervista.org

La grande truffa dei voli low cost
commenti

Attività solare, ionosfera e geoingegneria clandestina

Pubblicato su 16 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

Si moltiplicano gli allarmi degli astrofisici circa le aberrazioni dell’attività solare che si manifesta attraverso flares, eiezioni di massa coronale, filamenti etc. Pare che abbiano ragione gli scienziati russi e l’astronomo non accademico Eric Dollar [1]: essi da tempo paventano un indebolimento dell’attività solare, concomitante con la disgregazione del campo magnetico, in passato connesso al minimo di Maunder, quindi ad una diminuzione delle temperature globali. 

Alcuni esperti ritengono che i fenomeni sismici e vulcanici sempre più frequenti ed intensi siano da collegare alle anomalie del Sole. Noi riteniamo, invece, che in molti casi i terremoti, il cui ipocentro è superficiale, siano dovuti ad “esperimenti”, in particolare alla manipolazione della ionosfera e degli strati di atmosfera inferiori. 

La ionosfera è, considerando le irregolarità dell’attuale ciclo solare, cominciato nel gennaio del 2008, la chiave per comprendere l’intensificazione delle operazioni chimiche nei nostri cieli. E’ noto, infatti, che la ionosfera, formata da plasma (il quarto stato della materia in cui agli atomi sono strappati gli elettroni da potenti emissioni di energia) è indispensabile, grazie alle sue caratteristiche fisiche, per la trasmissione dei segnali radio in ambito sia civile sia strategico. 

 

Sappiamo anche che la ionosfera è, per dir così, alimentata dall’attività solare. Se essa si affievolisce, la ionosfera tende ad indebolirsi: i militari hanno risolto il problema trasformando l’atmosfera, anche a bassa quota, in una sorta di plasma, soprattutto attraverso la dispersione di bario e di altri elementi elettroconduttivi come l'alluminio, ilmanganese, il litio ed il supermagnetico stronzio. Così sopperiscono alla perdita di efficacia sopra descritta. Perciò, se il Sole non uscirà dal suo “letargo”, dobbiamo attenderci un ulteriore parossismo nella micidiale “aerosolterapia”. 

Correlare i fenomeni naturali agli interventi “umani” ci permette di comprendere il quadro complessivo ed altresì di concludere che la tecnologia, con il letale connubio tra sistemi H.A.A.R.P. ed irrorazioni, tende a prevalere sulla Natura: infatti il presente stato della nostra stella dovrebbe indurre una piccola era glaciale, laddove tale tendenza non è ancora visibile. Semmai si rileva un caos meteorologico e climatico su cui ci siamo già soffermati, per analizzarne origini, caratteristiche e conseguenze. 

[1] Dichiara l’astronomo Eric Dollar:
Sono cicli di ventidue anni, di inattività e di attività. Un ciclo cominciò agli albori del Rinascimento. Un picco si verificò durante la Seconda guerra mondiale ed ora nel ciclo 24 il Sole si addormenta, non crea la ionosfera, come se le fasi solari stessero per finire. Oggi il flusso solare è 140 circa e dovrebbe essere almeno 200: ora l’astro lavora a metà potenza per questa parte del ciclo, quindi non genera la ionosfera utile per comunicare. Col minimo solare si indebolisce così lo spettro radio: adesso siamo al massimo solare e non è meglio del minimo. Perciò la domanda è la seguente: quando il Sole entrerà nel minimo nei prossimi sette anni, quanto sarà ‘morto’? L'ultimo minimo è stato da primato: l’emissione energetica non è mai scesa sotto 60, mentre questa volta ha toccato 58 sicché non si poteva comunicare".

Tratto da: http://www.tankerenemy.com
La flessione nelle prestazioni nelle comunicazioni ionosferiche fornisce un'indiretta indicazione per quanto concerne le attività di geoingegneria spacciate come "solar radiation management", volte a mitigare gli effetti dell'attività solare. In realtà sarebbe il contrario, ossia le operazioni di aerosol sarebbero finalizzate al mantenimento di una coltre elettroconduttiva utile a bilanciare la diminuzione di efficienza dello strato ionosferico.
Tratto da: http://www.tankerenemy.com
Attività solare, ionosfera e geoingegneria clandestina
commenti

Affari loschi degli USA, sterilizzazione per ridurre la popolazione

Pubblicato su 15 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

 

Pandemie fittizie, leggi sulla vaccinazione coatta. Non è che la preparazione alla sterilizzazione totale della popolazione "superflua" della Terra. Nel 1989 è stato desecretato il Memorandum-200, compilato nel 1974 da Henry Kissinger, consigliere per la sicurezza nazionale degli USA. Il suo tema era la crescita della popolazione nel mondo e le sue conseguenze per la sicurezza degli USA e i loro interessi all'estero.

Proponendo le misure per una notevole riduzione della popolazione Kissinger ha scritto:

Il mondo dipende sempre di più e di più dalle forniture minerarie dai paesi in via di sviluppo, e se un rapido accrescimento della popolazione disturba le loro prospettive dello sviluppo economico e del progresso sociale, l'instabilità che ne consegue può minare le condizioni per la produzione allargata e per il sostegno di un flusso ininterrotto di tali risorse.

Per accelerare al massimo l'avanzamento verso la stabilità della popolazione si proponeva di prestare attenzione ai tredici paesi in via di sviluppo delle aree più ricche di risorse del pianeta: India, Bangladesh, Pakistan, Nigeria, Messico, Indonesia, Brasile, Filippine, Tailandia, Egitto, Turchia, Etiopia e Colombia. Il Memorandum-200 proponeva una drastica riduzione della popolazione di questi paesi ciò che permetterebbe agli USA di sfruttare le loro risorse minerarie.

Il piano segreto di Kissinger è stato immediatamente messo in pratica. La sterilizzazione è diventata il mezzo più popolare di contraccezione nell'America Latina durante il periodo degli anni 1980 – 1990. All'inizio degli anni 1990 il Ministero della Sanità brasiliano ha avviato l'inchiesta al riguardo delle informazioni sulla sterilizzazione di massa delle donne brasiliane. E' stato accertato che circa il 44% di tutte le donne brasiliane in età compresa tra 14 e 55 anni sono state regolarmente sottoposte a sterilizzazione. La sterilizzazione è stata praticata da diverse organizzazioni e agenzie, delle quali soltanto poche erano brasiliane. International Planned Parenthood Federation, l'americano Pathfinder Fund, The Association for Voluntary Surgical Contraception — tutte operavano sotto l'egide dell'americana United States Agency for International Development (USAID) del Dipartimento di Stato degli USA. Entro il 1989 il governo brasiliano, inizialmente convinto sostenitore di questo programma, motivato dalla lotta alla povertà, ha dichiarato alla USAID che i programmi della sterilizzazione sono diventati "eccessivi e inutili". Secondo alcune informazioni, nel loro ambito sono state sterilizzate quasi il 90% di tutte le donne brasiliane con le radici africane.

Secondo i dati forniti dalla commissione governativa per i diritti dell'uomo del Peru, dal 1995 al 2000 la sterilizzazione di massa è stata condotta nelle aree più povere del Peru, e il motivo pure è stato il superamento della miseria. In qualche anno sono stati sterilizzati oltre 300 mila donne e circa 24 mila uomini. I vantaggi della sterilizzazione sono stati pubblicizzati con volantini, poster e annunci radio, nei quali alle peruane sono stati promessi "felicità e benessere". La politica delle sterilizzazione di massa ha portato a una crisi demografica in alcune aree del Peru e, di conseguenza, alla recessione economica. Secondo i dati in possesso dei difensori dei diritti dell'uomo, negli anni '90 del secolo scorso centinaia di donne e uomini dei più poveri strati della popolazione sono stati sterilizzati contro la loro volontà. Inizialmente la campagna per la sterilizzazione di massa nel Peru è stata generosamente finanziata dagli americani (USAID), ma dopo la pubblicazione nel 1998 sui principali quotidiani americani dei materiali sulle sterilizzazioni coatte nel Peru il suo finanziamento dai fondi statali degli USA è stato interrotto.

Dal 2011 in Ruanda è partita una campagna di sterilizzazione su vasta scala che coinvolgeva 700 mila uomini. Il programma copre il periodo di 3 anni ed è completamente finanziata da USAID. La campagna certamente è volontaria e, tuttavia, "ogniqualvolta la campagna di sterilizzazione si svolge su una vasta scala ciò inevitabilmente porta alla coercizione", ha fatto notare il presidente dell'Istituto americano degli studi della popolazione Steven Mosher. Quest'ultimo ritiene che "le conseguenze per la vita della famiglia e per lo sviluppo dell'economia del Ruanda saranno assai sensibili" e che questo è "il miglior mezzo" per prevenire AIDS. Nello stesso tempo Mosher ha però dimenticato che le leggi degli USA vietano il finanziamento degli aborti o delle sterilizzazione coatti.

Sono soltanto dei singoli esempi di ciò che sta accadendo alla popolazione in diversi paesi del mondo. Non è un segreto per nessuno che in tutti i secoli nella guerra per le risorse qualunque mezzo poteva essere riconosciuto ammissibile, sopratutto se il rapido accrescimento della popolazione, come ritiene il signor Kissinger, disturba le prospettive dello sviluppo economico dei paesi sviluppati.Tuttavia bisogna ricordare che la sterilizzazione coatta è riconosciuta come crimine contro l'umanità se applicata su vasta scala e sistematicamente. Ed è soggetta alla giurisdizione del Tribunale Penale Internazionale.

/s

Tratto da:http://italian.ruvr.ru

© Foto: SXC.hu

© Foto: SXC.hu

commenti

Momento X Num.2

Pubblicato su 14 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

Ferve il dibattito sulla narratologia: è disciplina capziosa e, alla fine, inutile o i suoi strumenti possono essere proficui nell’analisi del testo? Riconosciamo che adottati cum grano salis i criteri narratologici possono rivelarsi formidabili chiavi di lettura. 

In "Momento X Num.2", l’autore, Renato Esposito, opta per la focalizzazione esterna, lasciando al destinatario l'ingrato compito di tappare i buchi narrativi, di ipotizzare vie d’uscita. In un panorama letterario che adempie per lo più una funzione consolatoria o di intrattenimento, è una piacevole (e sconvolgente) sorpresa imbattersi in un racconto tanto forte ed impietoso. Se le prime sequenze si giocano ancora sul piano di un realismo descrittivo, l’intreccio poi vira (o precipita?) verso la dimensione del fantastico ed è qui che lo Spannung si tende sino al parossismo, allo spasmo mortale. 

Poiché gli opposti si toccano, è proprio la parte soprannaturale ad aggredire con maggiore energia la realtà odierna: non è certo lo scenario fittizio dei media ufficiali, ma quel mondo magmatico che si agita dietro le confortevoli apparenze. 

Ci pare che il giovane scrittore abbia travalicato i confini dei sottogeneri per restituirci attraverso la suadescensio ad inferos, senza anabasi, l’istanza etica di una coraggiosa disperazione che stride con il cieco ottimismo di un’umanità perduta. 

Così la riflessione sul destino del singolo e della collettività può inarcarsi come un gigantesco punto interrogativo ad uncinare la carne dell'anima. 

Di seguito la trama di “Momento X Num.2”. 

“La protagonista di questa puntata è Serena, giovane e bellissima addetta stampa per il Ministero dell'economia, la cui vita è sconvolta da una telefonata a Cannes nel cuore della notte in occasione del G 20. La distruzione del Moloch di menzogne eretto dagli occulti centri di potere non è un processo indolore neppure fisicamente, con il morbo di Morgellons nel sangue a compiere il suo dovere, ma per Serena una sola cosa importa ormai: riuscire a salvare le vittime di quel nubifragio di Genova, indotto dalle stesse spietate forze che decidono nell'ombra il destino dell'umanità”.

Momento X Num.2 è visionabile qui.

Qui, invece, il link per scaricare le applicazioni gratuite per leggere l'e-book, anche se non si possiede un e-book reader.
Tratto da:http://www.tankerenemy.com
Momento X Num.2
commenti

Siccità e distruzione delle perturbazioni pacifiche (articolo di Jeff Rense)

Pubblicato su 10 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

Nel prossimo secolo le nazioni come le conosciamo saranno obsolete; ogni Stato riconoscerà un'unica autorità globale. La sovranità nazionale non è stata poi una grande idea, dopo tutto”. 

Strobe Talbot, segretario di Stato durante la presidenza Clinton

 

Jeff Rense ha di recente pubblicato un articolo in cui denuncia la manipolazione meteorologica che da lungo tempo tiene a secco la California e, più in generale, la costa occidentale del Nord America. L’autore ventila timidamente l’ipotesi secondo la quale la “muraglia chimica” eretta per arginare le perturbazioni pacifiche servirebbe ad impedire alle radiazioni di Fukushima di contaminare la West coast. E’ congettura che si deve scartare: infatti le “dighe elettrochimiche” furono create anche prima del disastro alla centrale nucleare nipponica, inoltre analoghe barriere si rilevano da anni ad ovest della penisola iberica e sulGolfo di Biscaglia sicché le benefiche piogge atlantiche, che potrebbero bagnare Portogallo e Spagna, sono tenute lontane. Ciò si riscontra anche altrove, ad esempio in Australia ed in Italia occidentale. In verità, è da alcuni lustri che la California soffre di una cronica carenza di piogge, con gravi ripercussioni sull’agricoltura di uno stato in cui la produzione di frutta e di ortaggi è anche compromessa da periodiche invasioni di parassiti. Non solo, come già osservato nel decennio scorso dalla agronoma Rosalind Peterson, le foreste di conifere che orlano i pendii della California e dello stato di Washington stanno deperendo, a causa della drastica riduzione di nebbie apportatrici di umidità e del suolo inquinato da metalli, soprattutto bario ed alluminio. Ci si chiederà allora a chi giovi annichilire le perturbazioni imbrifere: quali interessi ha il governo statunitense a danneggiare sé stesso? In primo luogo, probabilmente all’opera sono qui le multinazionali agro-alimentari che intendono convincere gli imprenditori agricoli ad usare le sementi transgeniche, non a caso resistenti all’aridità ed all’alluminio. Il quadro, però, è più complesso: l’esecutivo di Washington, pur influente in molti campi, in fondo, come tutti i governi nazionali, vale come il due di coppe. Una struttura superiore, di natura sovranazionale [1], si prefigge obiettivi ben più sinistri di quelli perseguiti dalle corporations: lo sfoltimento della popolazione, la distruzione degli apparati produttivi e dell’ambiente sono considerati fini prioritari. Sono scenari all’apparenza paradossali, ma che trovano la loro pur folle spiegazione. Bisogna sempre ricordare che i globalizzatori sono dei mentecatti pericolosi i cui “ragionamenti” sono del tutto diversi rispetto a quelli delle persone normali



Grazie alle foto satellitari del meteo, siamo stati in grado di osservare un sistema di alta pressione persistente ed enorme che sta bloccando le perturbazioni potenzialmente piovose al largo della costa occidentale degli Stati Uniti. Questo è avvenuto per la maggior parte dei mesi di novembre, dicembre e gennaio. Abbiamo osservato le foto satellitari che rivelano come le tempeste (dopo la loro formazione che avviene come al solito in Kamcatka, Corea e Giappone del Nord, la zona di Fukushima - si muovano verso le aree del Pacifico nord occidentale.

Abbiamo guardato queste ultime spostarsi da Ovest ad Est (come hanno sempre fatto) per scaricare la loro la pioggia vivificante e la loro neve, indispensabile per mantenere viva la vegetazione degli Stati Uniti. Questi sistemi di perturbazioni, ondata dopo ondata, riempiono i nostri laghi ed i fiumi con l'acqua della pioggia che cade sui nostri vastissimi terreni agricoli, dalle Sierras alle Cascades sino alle Montagne Rocciose. Tuttavia, per una qualche ‘strana’ ragione, nessuno di questi sistemi ha fatto breccia attraverso l'immensa barriera di alta pressione (artificiale, n.d.r.) che persiste al largo della costa occidentale in questo inverno. Perché? Questi sistemi piovosi cozzano contro un 'muro di mattoni' creato dall’alta pressione (si fermano a causa del fronte igroscopico aerodisperso, n.d.r.), si suddividono in parti più minute e riversano il loro contenuto di acqua piovana di nuovo nel Pacifico. Si potrebbe pensare che, essendo potenziali portatrici di radiazioni provenienti dal Giappone, qualcuno abbia deciso di impedir loro di raggiungere la West Coast. L’aumento di radiazioni sarebbe presto stato rilevato dalla rete dei cittadini che monitorano efficacemente il fenomeno.

E' opinione diffusa che la tecnologia umana (geoingegneria) può erigere e mantenere i sistemi ad alta pressione in un luogo specifico, se lo si desidera. E' questo ciò che sta accadendo di fronte alla West Coast? E’ questo il risultato dello sforzo in atto per mantenere più basso possibile il livello delle radiazioni provenienti da Fukushima verso gli Stati Uniti occidentali?

 

Osservando le sequenze delle foto satellitari e ricordando che i sistemi di alta pressione sono generalmente di forma rotondeggiante, come montagne circolari di aria che ruotano in senso orario, notiamo che i sistemi di alta pressione si dispongono innaturalmente secondo forme squadrate oppure in drastiche configurazioni a 90 gradi. Date un'occhiata voi stessi [ LINK ]. Seguite le tempeste che si muovono da sinistra a destra e osservate che cosa accade loro.

Alcuni dei rivoli di tali perturbazioni finiscono per essere spinti dalla jet stream su fino alla British Columbia, verso tutto il Canada per poi scendere negli Stati Uniti centrali. Questo spiegherebbe, tra l’altro, le letture anomale dei contatori Geiger eseguite su alcuni campioni di neve provenienti dal Missouri.

[1] «Esiste un governo ombra dotato di una propria forza aerea e navale, di un proprio sistema di autofinanziamento, capace di manipolare l'opinione pubblica e di perseguire i propri ideali di interesse nazionale, privo da ogni forma di controllo e non sottoposto al rispetto della legge stessa». 

Daniel K. Inouye, Senatore degli Stati Uniti

questo link le altre significative immagini satellitari a complemento dell'articolo.

FonteFreeskies

Tratto da:http://www.tankerenemy.com
Siccità e distruzione delle perturbazioni pacifiche (articolo di Jeff Rense)
commenti

Siccità e distruzione delle perturbazioni pacifiche (articolo di Jeff Rense)

Pubblicato su 5 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

"Nel prossimo secolo le nazioni come le conosciamo saranno obsolete; ogni Stato riconoscerà un'unica autorità globale. La sovranità nazionale non è stata poi una grande idea, dopo tutto”. 

Strobe Talbot, segretario di Stato durante la presidenza Clinton

Jeff Rense ha di recente pubblicato un articolo in cui denuncia la manipolazione meteorologica che da lungo tempo tiene a secco la California e, più in generale, la costa occidentale del Nord America. L’autore ventila timidamente l’ipotesi secondo la quale la “muraglia chimica” eretta per arginare le perturbazioni pacifiche servirebbe ad impedire alle radiazioni di Fukushima di contaminare la West coast. E’ congettura che si deve scartare: infatti le “dighe elettrochimiche” furono create anche prima del disastro alla centrale nucleare nipponica, inoltre analoghe barriere si rilevano da anni ad ovest della penisola iberica e sulGolfo di Biscaglia sicché le benefiche piogge atlantiche, che potrebbero bagnare Portogallo e Spagna, sono tenute lontane. Ciò si riscontra anche altrove, ad esempio in Australia ed in Italia occidentale. In verità, è da alcuni lustri che la California soffre di una cronica carenza di piogge, con gravi ripercussioni sull’agricoltura di uno stato in cui la produzione di frutta e di ortaggi è anche compromessa da periodiche invasioni di parassiti. Non solo, come già osservato nel decennio scorso dalla agronoma Rosalind Peterson, le foreste di conifere che orlano i pendii della California e dello stato di Washington stanno deperendo, a causa della drastica riduzione di nebbie apportatrici di umidità e del suolo inquinato da metalli, soprattutto bario ed alluminio. Ci si chiederà allora a chi giovi annichilire le perturbazioni imbrifere: quali interessi ha il governo statunitense a danneggiare sé stesso? In primo luogo, probabilmente all’opera sono qui le multinazionali agro-alimentari che intendono convincere gli imprenditori agricoli ad usare le sementi transgeniche, non a caso resistenti all’aridità ed all’alluminio. Il quadro, però, è più complesso: l’esecutivo di Washington, pur influente in molti campi, in fondo, come tutti i governi nazionali, vale come il due di coppe. Una struttura superiore, di natura sovranazionale [1], si prefigge obiettivi ben più sinistri di quelli perseguiti dalle corporations: lo sfoltimento della popolazione, la distruzione degli apparati produttivi e dell’ambiente sono considerati fini prioritari. Sono scenari all’apparenza paradossali, ma che trovano la loro pur folle spiegazione. Bisogna sempre ricordare che i globalizzatori sono dei mentecatti pericolosi i cui “ragionamenti” sono del tutto diversi rispetto a quelli delle persone normali



Grazie alle foto satellitari del meteo, siamo stati in grado di osservare un sistema di alta pressione persistente ed enorme che sta bloccando le perturbazioni potenzialmente piovose al largo della costa occidentale degli Stati Uniti. Questo è avvenuto per la maggior parte dei mesi di novembre, dicembre e gennaio. Abbiamo osservato le foto satellitari che rivelano come le tempeste (dopo la loro formazione che avviene come al solito in Kamcatka, Corea e Giappone del Nord, la zona di Fukushima - si muovano verso le aree del Pacifico nord occidentale.

Abbiamo guardato queste ultime spostarsi da Ovest ad Est (come hanno sempre fatto) per scaricare la loro la pioggia vivificante e la loro neve, indispensabile per mantenere viva la vegetazione degli Stati Uniti. Questi sistemi di perturbazioni, ondata dopo ondata, riempiono i nostri laghi ed i fiumi con l'acqua della pioggia che cade sui nostri vastissimi terreni agricoli, dalle Sierras alle Cascades sino alle Montagne Rocciose. Tuttavia, per una qualche ‘strana’ ragione, nessuno di questi sistemi ha fatto breccia attraverso l'immensa barriera di alta pressione (artificiale, n.d.r.) che persiste al largo della costa occidentale in questo inverno. Perché? Questi sistemi piovosi cozzano contro un 'muro di mattoni' creato dall’alta pressione (si fermano a causa del fronte igroscopico aerodisperso, n.d.r.), si suddividono in parti più minute e riversano il loro contenuto di acqua piovana di nuovo nel Pacifico. Si potrebbe pensare che, essendo potenziali portatrici di radiazioni provenienti dal Giappone, qualcuno abbia deciso di impedir loro di raggiungere la West Coast. L’aumento di radiazioni sarebbe presto stato rilevato dalla rete dei cittadini che monitorano efficacemente il fenomeno.

E' opinione diffusa che la tecnologia umana (geoingegneria) può erigere e mantenere i sistemi ad alta pressione in un luogo specifico, se lo si desidera. E' questo ciò che sta accadendo di fronte alla West Coast? E’ questo il risultato dello sforzo in atto per mantenere più basso possibile il livello delle radiazioni provenienti da Fukushima verso gli Stati Uniti occidentali?


 

Osservando le sequenze delle foto satellitari e ricordando che i sistemi di alta pressione sono generalmente di forma rotondeggiante, come montagne circolari di aria che ruotano in senso orario, notiamo che i sistemi di alta pressione si dispongono innaturalmente secondo forme squadrate oppure in drastiche configurazioni a 90 gradi. Date un'occhiata voi stessi [ LINK ]. Seguite le tempeste che si muovono da sinistra a destra e osservate che cosa accade loro.

Alcuni dei rivoli di tali perturbazioni finiscono per essere spinti dalla jet stream su fino alla British Columbia, verso tutto il Canada per poi scendere negli Stati Uniti centrali. Questo spiegherebbe, tra l’altro, le letture anomale dei contatori Geiger eseguite su alcuni campioni di neve provenienti dal Missouri.

[1] «Esiste un governo ombra dotato di una propria forza aerea e navale, di un proprio sistema di autofinanziamento, capace di manipolare l'opinione pubblica e di perseguire i propri ideali di interesse nazionale, privo da ogni forma di controllo e non sottoposto al rispetto della legge stessa». 

Daniel K. Inouye, Senatore degli Stati Uniti

questo link le altre significative immagini satellitari a complemento dell'articolo.

FonteFreeskies

Tratto da: http://www.tankerenemy.com

Siccità e distruzione delle perturbazioni pacifiche (articolo di Jeff Rense)
commenti

Ufficiale: entro 10 anni i neonati verranno microchippati dopo poche ore di vita

Pubblicato su 4 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

  • di Daniele Di Luciano
  • Dopo aver fatto le prove tecniche con i nostri animali domestici, sono pronti per il salto di qualità. Gli increduli avranno un’altra decina di anni per dire che si tratta di una bufala e che noi siamo complottisti, paranoici e visionari. Poi, quando verranno microchippati i loro figli, cambieranno il preamobolo e diranno qualcosa tipo: “Ma che male c’è, lo fanno per la salute dei nostri bambini, siete i soliti complottisti, paranoici e visionari”. Veniamo ai fatti: Leslie Saxon, capo della divisione di cardiologia della University of Southern California, in una conferenza organizzata dall’Institute of Electrical and Electronic Engineers, ha detto che entro dieci anni i neonati riceveranno un tatuaggio contenente un microchip in grado di monitorare tutti i parametri vitali. I dati potranno essere trasmessi direttamente allo smartphone dei genitori e dei pediatri per monitorare la salute dei bimbi in tempo reale [Fonte: Il Secolo XIX] Avevamo già parlato di una proposta simile nel lontano 2012 (leggi qui) ma ora sembra che la proposta sia diventata ufficialmente una tappa del progetto mondialista di controllo totale delle masse. Ovviamente, se ci fosse bisogno di specificarlo, all’élite che finanzia queste iniziative non importa nulla della nostra salute. Occorre fare attenzione altrimenti, attraverso la propaganda, cominceranno a farci desiderare l’idea di avere un microchip sottocutaneo. Non vogliono imporcelo con la forza, vogliono fare in modo che siano i cittadini stessi a chiederlo, dopo averci convinti che se non impianti un chip a tuo figlio, che genitore sei?
  •  
  • - See more at: http://www.losai.eu/ufficiale-entro-10-anni-neonati-verranno-microchippati-dopo-poche-ore-vita/#sthash.xKn8Ow09.dpuf
Ufficiale: entro 10 anni i neonati verranno microchippati dopo poche ore di vita
commenti

Il lato oscuro della Monsanto

Pubblicato su 3 Aprile 2014 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

La Monsanto è una multinazionale che si occupa di biotecnologie agrarie , nota per essere il maggiore produttore  di sementi geneticamente modificate e tradizionali .
Fondata nel 1901 a St Louis , in Missouri , dal magnate dell’industria farmaceutica Johnn Francis Queeny , essa oggi è nota principalmente per la sua instancabile attività di pressione verso i governi al fine di introdurre gli OGM , e la sua storia è piena di scandali che varrebbe la pena conoscere ,  e  dei quali elencherò i più noti  .

L’ Agent Orange

La vicenda più nota dall’opinione pubblica è certamente quella relativa al cosiddetto “ Agente Arancio” prodotto dalla Monsanto e dalla Dow Chemical per l’esercito statunitense impegnato nella guerra in Vietnam  .

L’Agent Orange venne ampiamente irrorato da parte degli aerei dell’aviazione statunitense nel Vietnam del Sud , dal 1961 al 1971 .

L’obiettivo ufficiale di questa guerra chimica , nota come operazione Operazione Ranch Hand , eraquello di distruggere  la superficie forestale e rurale , privando in tal modo i vietcong che si erano rifugiati nelle foreste  di copertura , e riducendo il loro approvvigionamento di generi alimentari .

Il risultato fu una vera e propria carneficina : 400 mila morti , 500 mila bambini nati con gravi malformazioni e quattro milioni di persone colpite da tumore negli anni successivi .

La fortissima tossicità di questo erbicida derivava dall’alta presenza di diossina , che fu responsabiledi gravissime malformazioni e malattie sia per i vietnamiti che per i veterani dell’esercito statunitense .

Il governo statunitense non ha mai voluto riconoscere i danni arrecati alla popolazione vietnamita e solo nel 2011 ha introdotto una legge a favore dei veterani e dei loro discendenti , colpiti da malattie legate all’avvelenamento , tra cui la cloracne .

La Monsanto ha sempre negato e minimizzato gli effetti collaterali  dell’ Agent Orange .

Ancora oggi migliaia di bambini  nascono con terribili malformazioni a causa degli effetti provocati dall’ Agent Orange .

Lo scandalo PCB

Un’ altro scandalo abbastanza noto dello Monsanto  è quello relativo all’uso dei policlorobifenili ( PCB ) , una delle sostanze  più tossiche mai create , e di cui la stessa multinazionale era il maggior produttore insieme alla Bayer .

Essi venivano impiegati nei materiali riparativi per l’edilizia , nelle apparecchiature elettriche , nelle vernici e nelle lacche per pavimenti , e migliaia di edifici ne sono stati contaminati .

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato i policorobifenili come ” carcirogeni di categoria 1 ” , in quanto capaci di danneggiare il sistema ormonale , nervoso e immunitario attaccando la tiroide , il fegato e i reni .

Inoltre , secondo un’articolo del Washington Post del 2002 , la Monsanto ha nascosto per decenni le sue conoscenze in merito all’inquinamento prodotto dai PCB nei suoi stabilimenti in Alabama .

Come riportato anche in una puntata del programma televisivo  ” Presa Diretta ” , in onda su Rai 3 , la Monsanto è stata  anche citata in giudizio in tribunale per ciò e ha dovuto risarcire di 700 milioni di dollari i cittadini che aveva inquinato .

Però nessun dirigente è stato condannato .

Nel 2007 il quotidiano inglese “ The Guardian ” , riportò che anche in Galles erano state ritrovate tracce significative di PCB e diossina  nelle cave dove l’azienda stoccava i rifiuti .

Già negli anni trenta era venuto fuori che il Pcb era un composto tossico , ma essendo il settore elettrico troppo importante economicamente , si era preferito chiudere un’occhio e dare la licenza alla Monsanto di agire indisturbata .

RoundUp è il nome commerciale di un’erbicida  ricavato dal Glifosato , presente sul mercato dal 1944 , e che la Monsanto ha sempre propagandato come biodegradabile  , tanto che in Francia e negli Stati Uniti è stata condannata per pubblicità ingannevole e ha dovuto far rimuovere la dicitura dalla sue confezioni e dalla pubblicità .

Studi scientifici  hanno dimostrato la tossicità del Roundup , il quale può provocare cancro , disfunzione epatica , sterilità e difetti di nascita .

Stando a un rapporto pubblicato da scienziati e ricercatori internazionali , intitolato “ Roundup e difetti di nascita : il pubblico deve essere tenuto all’oscuro ”  , l’industria e l’autorità di regolamentazione dell’Unione Europea sapevano già dal 1980 dei difetti neonatali provocati negli animali da laboratorio dal glifosato , ma avevano scelto di non trapelare nulla al pubblico .

Inoltre la stessa Commissione Europea approvò l’uso dello stesso erbicida nel 2002 .

Secondo uno studio  pubblicato recentemente dall’ università dello Sri Lanka , il glifosato usato dalla Monsanto  è responsabile anche di una grave patologia renale , CKDu ( Chronic Kidney Disease of Unknown Etiology ) , che sta colpendo gli agricoltori e i contadini del posto , e che ha causato già 20000 morti .

Una ricerca condotta da un team di biologi statunitensi dell’università di Pittsburgh , ha rilevato che l’erbicida provoca serie mutazioni negli anfibi .

Secondo una ricerca pubblicata dal ” Journal of Interdisciplinay Toxicology ” , l’uso del Roundup ècorrelato  anche all’aumento della celiachia e della sindrome dell’ intestino irritabile .

Oltre a fare danni sugli esseri umani , la Monsanto non è da meno neanche con gli animali .
Difatti , essa è tra i principali clienti dell’ Huntington Life Sciences , uno tra i più grandi centri di sperimentazione animale mondiali .

Sino al 2002 , la Monsanto è stata legata a Pharmacia , una multinazionale farmaceutica e biotecnologica di origine svedese , ora fusa con la Pfizer .

Alcuni anni fa la Pharmacia  è stata fortemente contestata  per l’utilizzazione di centinaia di cani , gatti , conigli , scimmie , maiali e cincillà nei suoi test  , oltre alle migliaia di topi e ratti usati solitamente .

Particolarmente nota è la vicenda legata al cosiddetto ” ormone della crescita bovina ” ( rBGH ) , noto in termini più tecnici con il nome di somatotropina bovina .

La Monsanto lo sviluppò usando la tecnologia del DNA ricombinante , e fu la prima azienda a farlo entrare in commercio con il nome “ Posilac ” .

Questo ormone geneticamente modificato è stato creato per stimolare la produzione di latte per le mucche , ma gli effetti sulla salute del bestiame si sono rivelati devastanti .

Secondo alcuni studi statunitensi , le mucche a cui viene dato l’ormone  sono soggette a un aumento notevole di patologie , tra cui problemi di gestazione e mastiti  .

Inoltre  vi sono anche delle conseguenze sui consumatori di latte rBGH e si è evidenziato un collegamento tra esso e il cancro della mammella , del colon e della prostata .

Nel 1997 due giornalisti della Fox News , Steve Wilson e Jane Akre ,  furono licenziati   per essersi rifiutati di insabbiare un servizio investigativo sull’ormone della crescita bovina .

Attualmente la somatropina bovina è vietata in Canada , nell’Unione Europea e in altri paesi , mentre rimane legale negli USA , dove nel 1993 la Food and Drug Administration  l’ha addirittura consideratacome ufficialmente ” sicura ” .

Di Salvatore Santoru

Informazione Consapevole

Tratto da:http://systemfailureb.altervista.org

Il lato oscuro della Monsanto
commenti
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 20 > >>