Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

WOW !

Pubblicato su 12 Novembre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in PAESI ARABI e IRAN

Con Gheddafi è scomparsa anche la temporanea indipendenza di un paese altrimenti soggetto a poteri stranieri. Ora i nuovi padroni si chiamano Exxon, Shell, Bp, Chevron. Sono poteri privi di volto e che tuttavia influenzano la storia senza nemmeno bisogno del consenso popolare.

 

imagesCABZ8233.jpg

 

 

Whow! Ricordate? E’ l’esclamazione di Hillary Clinton che osserva al cellulare il video dell'assassinio di Gheddafi nel deserto libico, esattamente un anno fa. Lui era il leader di un popolo che grazie a scelte economiche oculate era il più benestante dell'Africa e lei invece è la Segretaria di Stato di un paese che a veder scorrere il sangue è abituato da sempre.
Anzi, così abituato al sangue da p
ermettere a chiunque di detenere armi da fuoco pur di garantire profitti a chi le costruisce e le smercia. Così avvezzo al sangue da condannare a morte i propri cittadini senza nemmeno prendersi il disturbo di stabilire se sono colpevoli al di là di ogni ragionevole dubbio, a meno che non siano assistiti da buoni e costosi avvocati.
D’altra parte come fa a non essere assuefatto al sangue un paese sorto sul sistematico genocidio dei popoli che prima vi abitavano?
Un ministro degli Esteri (che laggiù chiamano per l’appunto Segretario di Stato) può dire molte cose in molti modi diversi, ma in genere si attiene ad un lessico conforme all’arte della diplomazia, la quale consiste essenzialmente nella capacità di circoscrivere la manifestazione delle proprie emozioni entro i confini della prudenza e del rispetto.
Per la Segretaria di Stato e per chiunque come lei non ne fosse al corrente, la diplomazia non è ostentazione di raffinatezza, bensì lo specchio di una cautela tesa ad evitare finchè possibile di trascinare le relazioni tra gli Stati su quel limite oltre il quale contano solo più i reciproci rapporti di forza.
Il “wow” è usato spesso per esprimere gioia e non solo nel paese della Clinton ma anche qui da noi, specie da parte di coloro che credono davvero di risultare meno provinciali quando scopiazzano dai dizionari altrui.
L’origine di tale interiezione è dubbia e taluni la fanno risalire ad un’antica forma verbale scozzese, ma in sostanza si può tradurre con un nostro “Evviva!” oppure con quell’“Evvai!” che sembra destinato a soppiantare altre tradizionali espressioni di gioia inattesa.
Forse il “wow” suona bene sulle labbra di un tifoso o di chi ha appena fatto tombola, ma risulta quantomeno ridicolo se a pronunciarlo è un ministro. Inoltre in occasioni come queste non ci si produce in quell’espressione ebete e gioconda tanto cara a madama Clinton, poichè la morte può talvolta essere la pena giusta, ma non è mai uno spettacolo.
In questo caso la morte è quella di un capo di stato che ha avuto la terribile colpa di non genuflettersi alla dittatura del nuovo ordine mondiale, quello del profitto e dell’avidità permanenti a scapito del diritto al benessere dei popoli.
E’ passato un anno da allora. Gheddafi appartiene alla nutrita schiera di autocrati amati ed odiati ma che compaiono comunque sulle pagine di storia come artefici di qualcosa e non come servitori di qualcuno. Molti di loro fanno fatica a morire nel proprio letto e vengono travolti dalla vendetta popolare oppure, come in questo caso, da una tirannide ancora più grande della loro.
Con Gheddafi è scomparsa anche la temporanea indipendenza di un paese altrimenti soggetto a poteri stranieri. Ora i nuovi padroni si chiamano Exxon, Shell, Bp, Chevron. Sono poteri privi di volto e che tuttavia influenzano la storia senza nemmeno bisogno del consenso popolare. Volto e consenso sono preoccupazioni riservate ai servitori, anche a quelli che brindano con un “wow!” ad ogni successo dei loro padroni.

Anna Orsa

Commenta il post

paolo delfini 11/12/2012 09:44


La clinton e' una disonorata!