Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

VOLANTINAGGIO- PRESIDO A FORLI'

Pubblicato su 16 Ottobre 2011 da frontediliberazionedaibanchieri

Ieri, sabato 15, il Fronte di Liberazione dai banchieri ed Ipharra Forlì hanno partecipato ad un volantinaggio svoltosi davanti alla banca dìItalia di Forlì organizzato congiuntamente al Fornte Comune, lanciato dal quotidiano Rinascita, al quale le due organizzazioni hanno aderito.
Lo scopo dell’iniziativa era quello di illustrare alla cittadinanza che la pesantissima crisi finanziaria, il debito pubblico e le conseguenti manovre finanziarie sono dovute alla emissione della moneta alla quale, attualmente, è demandata la BCE, che è una banca privata, e che presta i denari agli Stati facendosi pagare altissimi interessi.
Quando gli Stati promuovono le manovre finanziarie non fanno altro che fare dai cassieri dei banchieri: prendono i soldi al popolo per versarli ai banchieri stessi, a titolo interessi.
Il Fronte comune rivendica la propria distanza, il superamento delle vecchie ideologie e l’assunzione di responsabilità della Politica che deve cessare la latitanza nella gestione economica e sociale dello Stato, che deve tornare ad appropriarsi del potere di emettere moneta in nome e per conto dei cittadini, abbandonando la moneta unica imposta dalla Banca Centrale, l’Euro, solo così sarà possibile rilanciare economia,occupazione, ricerca,istruzione e riappropriazione della certezza del futuro.
Alleghiamo il testo del volantino:
SOPRA LA BANCA LO STATO CAMPA
 
SOTTO LA BANCA LO STATO CREPA
 
 
 
LA FABBRICA DEL DEBITO DELL’EUROPA DEI BANCHIERI STA DISTRUGGENDO RICCHEZZA, OCCUPAZIONE E SPERANZE.
 
 
 
LE MANOVRE FINANZIARIE CHE RICHIEDONO AL POPOLO ENORMI SACRIFICI E COMPORTANO UNA DRASTICA RIDUZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E LO SMANTELLAMENTO DELLO STATO SOCIALE SERVONO A PAGARE IL DEBITO E I RELATIVI INTERESSI DOVUTI ALL’USURA DELLE BANCHE.
 
 
 
 
 
SOLO CON L’INEVITABILE RITORNO ALL’EMISSIONE MONETARIA DA PARTE DELLO STATO E’ POSSIBILE TORNARE AD AFFERMARE LA NOSTRA INDIPENDENZA.
 
 
 
DEVE CESSARE LA DOLOSA LATITANZA DELLA POLITICA NELLA GESTIONE ECONOMICA E SOCIALE DELLO STATO, CHE DEVE TORNARE – COME E’ STATO DAGLI ANNI SUCCESSIVI ALL’UNITA’ AL SECONDO DOPOGUERRA – AD APPROPIARSI DELLA PREROGATIVA DI EMETTERE MONETA IN NOME E PER CONTO DEI CITTADINI, ABBANDONANDO LA MONETA UNICA IMPOSTA DALLA BANCA CENTRALE, L’EURO. SOLO COSI’ SARA’ POSSIBILE RILANCIARE ECONOMIA, OCCUPAZIONE, RICERCA, ISTRUZIONE E RIAPPROPRIARSI DELLA CERTEZZA DEL FUTURO.
 
O CON I BANCHIERI O CON I CITTADINI!
LO STATO SIAMO NOI.
 
 
 
 
SABATO   15   OTTOBRE  alle ore  9,00
 
DI FRONTE LA SEDE DELLA BANCA D’ITALIA
 
IN CORSO DELLA REPUBBLICA   -    FORLI’
 
VOLANTINAGGIO – PRESIDIO
 
 
 
F.I.P.   Viale Bolognesi,6 - Forlì                                                                                   Il fronte comune
Forli--15.10.2011.jpg
Commenta il post