Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

UNGHERIA PROSSIMA DESTINAZIONE ? ( SE ORBAN FA LA FINE DI HEIDER...)

Pubblicato su 28 Luglio 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in EUROPA

ungheria-presidente-viktor-orban-

Questa estate un amico che passa da anni le vacanze in Ungheria ci ha invitato ad andare con lui e la sua famiglia. Nella zona ad ovest del paese, quella più vicina da raggiungere dall’Italia, in particolare dal nordest dove ci troviamo noi, i prezzi sono molto contenuti, la distanza è tutto sommato accettabile (4 ore d’auto), e la vita presenta comunque molte comodità: ad esempio, pur essendo in una zona di collina un po’ isolata dal centro del paese, l’ADSL arriva e la disponibilità di banda è maggiore che in certe zone d’Italia. Ma la cosa che più ci ha stupito è che questo amico ci ha fatto vedere le foto della casetta che sta pensando di comprare: semplice, due piani con un po’ di giardino, arredata… meno di 40.000 €!!!! Pensando che in centro a Padova con quei soldi ci compri un garage (se va bene), la cosa ha suscitato un certo interesse. Pensate che ci sono moltissimi austriaci che hanno comprato casa in Ungheria, ci abitano, ma non perchè sono in pensione: continuano a lavorare in Austria, ma fanno i pendolari giornalieri transfrontalieri.

Siccome la notizia (o meglio: “non” notizia, visto che i nostri mezzi di informazione si affannano a dire di tutto, fuorchè quello che veramente conta) è che il premier ungherese Orban, il riformatore, secondo alcuni il “dittatore” (Ungheria: svolta autoritaria, anche Fanghiglia Cristiana allineata col mainstream, incurante che lui sia per la difesa della famiglia tradizionale), avrebbe avuto un incidente durante una visita in Romania, è tornata subito alla mente la storia dell’emergente leader politico austriaco Heider, anche lui vittima (con successo però quella volta) di un incidente stradale, incidente che presentava alcune anomalie che fanno pensare ad un attentato. Eh sì, perchè anche lui, come Orban adesso, costituiva una seria minaccia per l’Ordine Mondiale, anche lui era stato etichettato come nazista (si sa, se non vuoi cedere i poteri a qualcun altro la prima accusa che ti fanno è di essere nazionalsocialista) da quei poteri forti che, dietro le quinte, manovrano e controllano, attraverso la finanza principalmente, le sorti di miliardi di esseri umani. E che ogni volta che un capo di stato, a volte anche un burattino da loro messo a capo da una nazione alza la testa e vuole fare di testa propria, se non riescono a convincerlo con le buone, passano alla eliminazione diretta, come spiegato bene da John Perkins.

Cosa ha fatto Orban per meritarsi tanta attenzione? La lista è lunga, ma sicuramente:

         al primo posto ci metterei la restituzione anticipata del debito al FMI (ma come? Un creditore non è contento se gli vegono restituiti i soldi in anticipo?  );

         poi  la conseguente richiesta al FMI di andarsene dall’Ungheria;

         ma forse una delle cose peggiori è stata la messa al bando di tutti gli OGM dall’Ungheria;

         non trascurerei neanche l’aver fissato un’unica aliquota delle tasse al 16% (eh già! Senza il torchio delle tasse come si fa a tenere la popolazione sottomessa? Ecco che i mondialisti questa cosa non la mandano giù, anche perchè se uno stato dimostra che lo si può fare, questo può fare da miccia per innescare la stessa cosa anche per gli altri popoli, che potranno dire: perchè gli ungheresi sì e noi no?);

         o forse anche dettagli di minore portata ma altamente simbolici come il premio ad un archeologo antisemita, chiaro segnale di indioendenza culturale e di capacità di ribellarsi al pensiero dominante.

Insomma, il tipo di leader che tutti desideremmo avere, nel nostro paese, al posto dei burattini del FMI, della BCE, del WTO. Con la speranza che non gli succeda un incidente aereo come successe al governo polacco qualche anno fa, reo di non voler introdurre l’euro e di aver dichiarato una bufala il vaccino per l’aviaria.

Consiglio Orban, coetaneo di un altro presidente che si sta mettendo contro la finanza internazionale, quel Rafael Correas di cui ho parlato qui: non prenda aerei, signor presidente. E faccia sorvegliare da vicino la sua famiglia e i suoi 5 figli. Per avidità e sete di potere questi mondialisti sono disposti a tutto.

Autore: Alberto Medici – Tratto da: stampalibera.com

Commenta il post

barbara 07/28/2013 14:17


ciao Claudio,


sante parole quelle di Alberto, un sunto chiaro ed una denuncia puntuale. Peccato che i mondialisti, quelli tanto dalla parte del popolo si schierini sempre contro il bersaglio del Bilderberg di
turno.


Orban ha insegnato cosa vuol dire civiltà, cosa vuol dire sovranità, un errore insopportabile per gli sciacalli tanto adorati dalla società civile. 


Ora cosa potrà fare Orban? Secondo me, dovrebbe avvicinarsi alla Russia per tutelare la sua incolumità e quella dello stato magiaro, ma è un casino perché ovviamente il ricordo del 1956 è ancora
fresco....


Ps questo articolo lo vedo pubblicato 3 volte..

frontediliberazionedaibanchieri 07/28/2013 17:19


Ha fatto un po' di casino il computer. Grazie. Se Orban e furbo dovrebbe fare come dici tu:avvicinarsi alla Russia. Claudio