Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

UNA VITA PRIVATA

Pubblicato su 3 Febbraio 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in COMUNITA

Ci stanno rubando la vita, il poco tempo che abbiamo a disposizione lo sprechiamo a cercare di sopravvivere in un sistema fatto appositamente per distruggerci, giornate intere a lavorare senza concludere nulla, senza nessun miglioramento, senza nessuna tregua. 

 

vita-privata.jpg

Mi sveglio verso le 6.40, e come apro gli occhi mi tornano alla mente tutti quei problemi, che mi hanno accompagnato durante la notte, facendomi avere incubi .. Mi giro e abbraccio il mio amore, dandole un bacio e sussurrandole , per non svegliarla troppo, ti amo... Mi alzo e inizia la mia giornata, anzi la lotta per la sopravvivenza .... Ascolto e leggo le prime notizie, mentre mi preparo, faccio colazione, e poi mi avvio al furgone, facendo il conto dei soldi che ho in tasca, gli unici che ho, e pensando dettagliatamente a cosa mi servono, carburante, mangiare, bollette Etc Etc... Sono già molto nervoso, darei qualsiasi cosa per rimanere un altro pochino a letto con la mia dolce metà, ma devo andare, il dovere mi chiama... Più che il dovere, mi chiamano le spese che devo sostenere, la pressione è tanta, devo lavorare più che posso ... Parto e penso a quanto vorrei fare le mille cose che dobbiamo fare in casa, visto che ci siamo tornati da pochi mesi, io e il mio amore insieme, organizzando la nostra vita e il nostro nido... Ma purtroppo non c'è tempo, mi aspettano su un cantiere... Mentre vado, ascoltando come sempre tanta musica , non faccio altro che pensare alle cose che vorrei fare, al tempo che vorrei trascorrere con le persone che amo, a tutti i posti che vorrei vedere, per poterli fotografare, per poterli vivere, per conoscere altri luoghi, Altre persone, per passare il tempo con il mio amore, scoprendo il mondo insieme a lei.. Vivere la nostra vita con calma e senza troppe pretese.. Invece no, devo muovermi per arrivare sul cantiere, oggi finisco così posso portare il conto e risquotere quella miseria che mi farà tirare avanti un altro pochino... Ormai è più di un anno che mi fa male il gomito, ma non posso fare a meno di lavorare comunque , perché se sto a casa in malattia non mi viene retribuita.. Riesco a finire tutto in tempo, menomale, un pensiero in meno.. Andando via passo dal supermercato a fare un po' di spesa, ovviamente un discount dove tutto costa meno... Prendo il minimo indispensabile, stando attento anche ai 50cent .. Non guardo più alla qualità ma solamente al prezzo, purtroppo... Mentre faccio la spesa penso a quanto sia ingiusta questa situazione, specialmente perché alla radio, diffusa all'interno del supermercato, in questo momento sta parlando il politico di turno, che vive alle nostre spalle nei privilegi più diversi, promettendo meno tasse per tutti e più servizi!! 

 


Nel frattempo la mia dolce metà cerca di tirare avanti col suo negozietto, il sogno portato alla realtà con tantissimi sacrifici, impegnandosi con tutta la passione che si può avere nel portare avanti qualcosa che ci piace, che ci riempie l'anima... È un artigiana nel campo della lavorazione di argento e pietre dure, crea gioielli e composizioni anche su misura,e per ogni avvenimento.. Purtroppo la crisi sta colpendo tutti, e la maggior parte delle persone non ha i soldi per comprarsi da mangiare, figuriamoci per fare dei regali o per lavarsi qualche sfizio... Siamo schiavi di un sistema creato da noi stessi, stiamo facendo sacrifici per una cosa virtuale che serve a far arricchire pochi, e che si prefigge di tenere la maggior parte della popolazione mondiale ai limiti della povertà, per poter continuare a godere dei propri privilegi. Ci stanno rubando la vita, il poco tempo che abbiamo a disposizione lo sprechiamo a cercare di sopravvivere in un sistema fatto appositamente per distruggerci, giornate intere a lavorare senza concludere nulla, senza nessun miglioramento, senza nessuna tregua. Tenuti sulle spine 24/24 dal sistema ... Siamo schiavi, niente di più e niente di meno. Lavoriamo per comprare il carburante per andare a lavorare... Siamo in competizione gli unì con gli altri, invece di essere in collaborazione.. Il sistema è progettato nei minimi dettagli per abbattere ogni tipo di autostima, di orgoglio, di sogno... Siamo costretti a lottare per vivere, quando potremmo stare tutti infinitamente meglio.. Ogni volta mi ripeto, ma se crescessimo fin da piccoli con l'idea di collaborazione e di solidarietà, invece che con la competizione e la sopraffazione, il mondo andrebbe decisamente meglio, c'è bisogno di una rivoluzione culturale, devono cambiare i valori e le ambizioni..
Siamo tutti esseri umani, e siamo tutti sulla stessa terra, come possiamo non capire certe cose.. A volte mi capita di leggere scritti importanti del passato, filosofi, scrittori, che dicono esattamente le stesse cose, ma in quasi 2600 anni niente è cambiato, siamo sempre al punto di partenza, dove tutti si fanno la guerra tra loro, e dove i sentimenti negativi la fanno da padrone.. Riusciremo mai a cambiare..? 

Fonte:varocava.blogspot.it

Commenta il post