Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

UN OLOCAUSTO CHE DURA DA MEZZO SECOLO: E NESSUNO DICE NIENTE!

Pubblicato su 19 Novembre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in ENTITA SIONISTA

L’Onu, gli Usa, l’Europa, la Russia non intendono mettere fine a questo massacro?

index9.jpg

 

Parlano di bombe palestinesi, fatte in casa, ancora più patetici quando parlano, scrivono di missili fai da te.
Niente a che vedere con le armi che mette in campo Israele, non c’è paragone ma la propaganda mondiale contro i palestinesi domina ovunque.
Stiamo assistendo ad un massacro senza che nessuno muova un dito ed è una vergogna!
E’ inutile organizzare le gite per gli studenti ad Auschwitz, Mauthausen per mostrare loro cosa fu l’orrore nazista, l’abbiamo davanti agli occhi l’orrore quotidiano e nessuno organizza gite per studiarlo o fermarlo.
Nel web ho travoto una domanda: Perchè c’è una guerra tra israeliani e palestinesi? e da quanto dura? chi ha iniziato?
La risposta, che condivido, è questa:
Dopo la guerra mondiale agli ebrei fu assegnata come terra la Palestina penalizzando i palestinesi che da un giorno all’altro si trovarono a dover dare parte della loro terra a un popolo che con loro non aveva nulla a che fare in quanto erano più di 1800 anni che gli ebrei non abitavano più quelle terre.
nel 1948 il 67% degli abitanti erano arabi e il 32% ebrei, l’1% cristiani.
I palestinesi non accettarono il fatto che, oltre a vedersi sottratta parte della loro terra, dovevano vedersi penalizzati anche dal punto di vista della proporzionalità nella spartizione e mossero guerra agli ebrei insieme agli altri paesi arabi che come sai per religione non tollerano che in quell’area vi siano popoli di religione diversa dalla loro, soprattutto se ebrei.
In seguito ci sono state altre guerre che Israele ha sempre vinto grazie all’aiuto degli americani, espandendo il suo territorio, salvo poi restituirlo conformemente al diritto internazionale che non ammette l’occupazione militare di un territorio. Attualmente Israele è in pace con Egitto e Giordania, mentre gli altri Stati della zona non ne riconoscono la legittimità.
La situazione attuale è questa: Israele è uno Stato su standard occidentali per livelli di benessere e democrazia solo nei confronti della popolazione ebraica, anche se c’è una forte influenza politica dei rabbini che da un punto di vista religioso lo rende abbastanza simile all’Italia con l’unica differenza che in italia chi non è cattolico praticante odia i preti, la no. I palestinesi al contrario sono in condizioni economiche e umanitarie disastrose, specialmente a Gaza dove, per impedire il riarmo di Hamas (che a Gaza sono al potere in forza di libere elezioni) c’è un blocco totale da parte degli israeliani che impediscono persino l’arrivo di medicinali o di andare negli ospedali alle donne incinte. sono 40 anni che i palestinesi vivono un regime di apartheid con gli israeliani che sparanano contro ragazzi che tirano i sassi contro le camionette blindate, qualche soldato preso dai rimorsi ha confessato che lui e i suoi commilitoni spesso giocavano al tiro a segno con i palestinesi. sono 40 anni che il mondo non muove un dito contro il nuovo olocausto perpetrato nei confronti di un popolo che come unico mezzo di difesa ha qualche mitraglietta e dei razzetti fatti con il detersivo di casa. nell’operazione piombo fuso gli israeliani hanno persino usato le armi chimiche contro i palestinesi, il fosforo bianco(cerca su internet gli effetti che fa sulle persone), con prove ben documentate.
Fatto sta che ad oggi la palestina è considerata territorio occupato da un invasore che continua a lasciar construire insediamenti abusivi radendo al suolo con le ruspe le case dei palestinesi rimasti, che cerca ogni scusa per sparare contro i civili.
L’avatar dell’autore indica: Il partito di Dio.
In un altro commento uno ha tirato in ballo addirittura Giosuè.
Questa mattina nella posta mi è arrivato un messaggio: rabbini ebrei antisionisti. Molto interessante.
La storia siamo noi, diceva De Gregori, impediamo che chi governa Israele riscriva sotto ai nostri occhi la storia peggiore che il mondo abbia mai vissuto. Lo sterminio di innocenti, donne, bambini.

Fonte: slasch16.wordpress.com

Commenta il post