Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

UN MONDO SENZA LEGGE E SENZA META

Pubblicato su 25 Maggio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Il 23 maggio c’è stata l’ennesima riunione a Bruxelles, e, veramente, sembra la riunione della bocciofila del paese, inconcludente, come al solito, perché i membri sono l’un contro l’altro felicemente armati.

Se non ci andassero di mezzo i popoli ci sarebbe da ridere, ma questi, tra una portata e l’altra, ( perché si concludono sempre a cena ) studiano i migliori sistemi per continuare ad impoverirci, a farci lavorare sempre di più per produrre cose inutili che portano lauti guadagni alle multinazionali, a negarci la possibilità di fare una vita dignitosa.

Mentre questa “ scampagnata” andava avanti stancamente tra eurobond, il redemption fund ( non è una parolaccia, è la garanzia che danno collegialmente per la parte dl debito che supera il 60% del PIL ), lo scorporo degli investimenti pubblici dalla somma del debito pubblico ( ma non avevano approvato il fiscal compact ? Questi non sanno neanche quello che fanno, sono peggio di Schettino, navigano alla cieca ), i project bond, altra diavoleria della finanza creativa per meglio indebitare i popoli, ai quali, sembra, che il Ministro Passera tenga in maniera particolare tanto da fargli balenare per la testa l’idea di fare una bozza di decreto prevedendo una prima emissione di, più o meno, 230 miliardi di euro ed infine la garanzia europea sui depositi bancari, non perché siano buoni e magnanimi, ma solo perché hanno il terrore che le banche spagnole collassino creando un altro cataclisma di dissesti finanziari nell’eurozona ( come se ne sentissimo la mancanza ); la vera notizia è stata diffusa dalla Reuters nella quale venivamo informati che si era raggiunto un accordo in base al quale ogni Paese deve preparare un piano di emergenza nel caso in cui la Grecia esca dall’euro. Notizia prontamente smentita dal governo provvisorio di Atene. Il nostro Paese ha fatto l’ennesima “ottima” figura in quanto fonti del Tesoro confermano la notizia ma, confessano candidamente e senza provare nessuna vergogna, che l’Italia non ha un piano pronto ( e te pareva ! ).

Conclusione della riunione: nessuno ha capito se sono rassegnati alla sfascio dell’euro o se intendono salvarlo, anche se, secondo noi, salvare un corpo in coma, quasi irreversibile, diventa veramente difficile.

Oggi noi siamo costretti a vivere non in uno Stato ma in una amministrazione di interessi economici sovra nazionali, un sistema che si cura solamente di soddisfare gli “ appetiti “ della finanza internazionale senza tenere conto della comunità nazionale, un sistema di interessi plutocratici contro l’uomo e contro il popolo.

Ormai siamo in preda di una feccia che da parecchio tempo si è data da fare per dominare i popoli ( ma sarebbe più corretto dire masse ), hanno dispensato a piene mani empietà e bassezza, hanno esaltato i peggiori istinti dell’uomo, mors tua vita mea, hanno fatto perdere il senso della comunità per alimentare uno sfrenato e forsennato egoismo personale che distrugge i popoli, stanno in procinto di creare il loro mondo, un mondo senza legge ( che non sia la loro ) e senza meta.

La buona educazione ci imporrebbe di chiudere un occhio, ma in questo caso è bene tenerlo ben serrato, senza aprirlo più: in caso contrario non potremmo prendere bene la mira.

C.M.   211463 1598597307 1809044 n

 

 

Commenta il post