Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

SETTARISMO DEL POTERE MEDIATICO E APATIA DEGLI ITALIDIOTI

Pubblicato su 2 Gennaio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri

Riceviamo e pubblichiamo un intervento di Mauro Aude Ratio.
 
Premetto, questo mio corsivo, non piacerà a molti. Ma sinceramente, dopo mesi in cui mi vedo coinvolto come ITALIANO, come libero professionista, come individuo avente diritto al voto, e non ultimo, come iscritto ad un movimento politico, NON POSSO continuare a leggere passivamente, senza esprimere il mio disappunto, riguardo le continue oscenità cartacee e mediatiche prodotte da alcuni ominidi.
Una DISINFORMAZIONE creata "a regola d’arte":
Dai "giornalai", collusi con le lobby economiche e usocratiche, che producono articoli nei vari quotidiani nazionali.
Aggiungiamo le notizie "vomitate" dai vari telegiornali pubblici e privati.
E infine, come se non bastasse, siamo "colpiti" costantemente dai links presenti nei vari social network, e nei blogs di controinformazione.
Ucronie vengono a NOI propinate da vari individui che, grazie al loro "sapere" informatico, mettono in pratica, con il "copia incolla", il loro "scibile virtuale", invadendo le pagine di ognuno di NOI. Sono/siamo accerchiati, insomma, da un proliferare di ominidi, figli del tempo in cui viviamo, che con presunzione, scarsa preparazione culturale e, forti solamente di una risolutezza virtuale, propongono il loro "ricettario delle amenità".
Se, in alcune Nazioni, i vari socialnetworks, diventano la "voce" di risonanza di un pianeta inospitale, in Italia, invece, le pagine dei vari socialnetworks vengono occupate, miseramente dai vari partiti politici, dai movimenti politici e/o d’opinione. Estrema destra ed estrema sinistra, fascisti, pseudo fascisti, brico-fascisti, ect., tutti, nessuno escluso, alla spasmodica ricerca di aumentare il loro consenso elettorale e/o d’opinione.
La terapia da proporre ad ogni singolo individuo, ossia il "ricettario risolutore" è all’ordine del giorno. Così non solo la classe politica, vetusta e anacronistica, propone e impone, a NOI TUTTI, "soluzioni giustificate" alle manovre economiche di "lacrime e sangue". Ma il "cotto e mangiato", e le "terapie curative" che dovremmo adottare, occupano incredibilmente le menti austere dei vari militanti di molti movimenti politici e/o d’opinione, soggiogati dai loro "capi mediatici" di turno. Così, i leaders delle "parrocchiette" dei movimenti e delle associazioni, presenti nei vari socialnetworks, senza alcuna preparazione in materia, portano il militante, alla "coercizione dell’informazione". "Non importa, avere una dottrina politica", dei valori in cui credere, o, semplicemente delle azioni comuni, comuni in senso popolare, da attuare in breve periodo. No, non è questa la volontà dei vari leaders. L’importante è generare confusione e odio tra i vari militanti contrapposti. La demenza dell’italidiota, è un proliferare di confusione. La parola d’ordine è una, ed una sola: diffondere e ricostruire, in modo falsato, la verità.
In questo modo, NON SOLO i mezzi di comunicazione di massa, ogni giorno, producendo di fatto, quantità industriali di idiozie, occultano deliberatamente le cause e i responsabili della grave crisi mondiale, con la conseguenza, che le problematiche sociali, vengono di fatto taciute, da una gran parte dei mass media. Ma gli stessi militanti politici e/o dei vari movimenti, colti da "scibile virtuale" aumentano numericamente la schiera dei dementi e degli italidioti. Cari DEMENTI ITALIDIOTI, quanto ci vuole a comprendere che il massone/burattinaio, eurocrate Mario Monti, beatificato dai vostri politici/ominidi, e dai vari mass media, ha attuato la manovra "lacrime e sangue", con il benestare di quasi tutti i partiti, sia di destra che di sinistra. E che una manovra così impopolare, MAI i vostri politici sarebbero stati in grado di attuare, per motivi elettorali".
Evidentemente, cari dementi apatici, NON intuite vagamente le responsabilità dell’intera classe politica e dei vari movimenti nati e soggiogati ad essa. Non analizzate criticamente le responsabilità del VOSTRO LEADER di turno. Cari apatici, sinistrorsi e destrorsi, liberali e progressisti, puttanieri e infinocchiati, vi immortalate a paladini del popolo. Costruite le vostre campagne elettorali, i vostri movimenti di opinione, sull’ ignoranza dei vostri elettori, mistificando la realtà e, cosa grave, nascondendo i veri problemi che attanagliano i vari segmenti della società. Il VOSTRO INTENTO, è che una possibile azione unitaria, da parte del popolo, NON DEVE VENIRE. E’ più semplice fomentare il contrasto tra le varie classi sociali. Soggiogare l’elettorato, ossia il proletariato contro i liberi professionisti e il ceto medio, visti come evasori fiscali. La morte, il suicidio di molti piccoli imprenditori, viene volutamente nascosta, se non addirittura denigrata. Anche di questo, i VOSTRI LEADERS sono responsabili.
Continuate con il vostro motto, TACERE PER NON INFORMARE. A VOI TUTTI mi rivolgo, intellettuali servi del regime, leaders privi di un consenso popolare, ma acclamati da pochi militanti microcefali e sostenitori apatici. State uccidendo le piccole e medie imprese, con la conseguenza che migliaia di lavoratori perderanno il posto di lavoro. Non dimentico le imprese che lavorano con appalti pubblici, creditrici nei confronti dello Stato, per una somma che si aggira intorno ai 90 miliardi di euro. Ritardi indecenti, insoluti che variano dai 180 giorni, fino ai 300 giorni, e che portano gli imprenditori alla disperazione. Soldi non corrisposti di vitale importanza per ogni azienda, che riducono le aspettative di vita dell’azienda stessa. Tragedie che culminano in gesti estremi, come il suicidio, di alcuni imprenditori. Lo Stato, quindi, diventa opprimente, debitore e responsabile di tali nefandezze.
I MALI della NOSTRA AMATA PATRIA, hanno dei responsabili. Dalla Lega Nord di Bossi, che ora, all’opposizione cerca di recuperare credibilità di fronte al proprio elettorato. La politica del "NON FARE" del PDL di Silvio Berlusconi, e della sua coalizione di inetti, senza nessuna esclusione, che ha DECRETATO, DI FATTO, LA MORTE ECONOMICA FINANZIARIA DELL’ITALIA. Non dimentico l’opposizione. La coalizione del centro sinistra, MAI come in questo periodo dimostra la sua pochezza politica. E soprattutto la mancanza di idee per risolvere, gli annosi problemi che riguardano il comparto occupazionale.
Si legge, si ascolta continuamente di ritornare alla SOVRANITA’ POPOLARE, alla SOVRANITA’ MONETARIA, ad una ECONOMIA ECONOMICO-FINANZIARIA NAZIONALE. Nell’attesa, assistiamo le angherie, le nefandezze subite dall’Italia. Gli eurocrati, guidati dall’ebreo Sarkozy, e dalla "culona" teutonica della Merkel, hanno creato di fatto, un "golpe finanziario". L’architetto nazionale, responsabile di tale ignominia, ha un nome e cognome. Il presidente Giorgio Napolitano. Gli esattori del pizzo, parlano continuamente di "manovre e maxi emendamenti". Il presidente geriatrico, si esprime dicendo: Dobbiamo "recuperare la credibilità", di fronte l’Europa e il mondo intero. Così, in questo modo, si tagliano le pensioni e gli stipendi pubblici, diminuiscono i salari, vengono vessate le libere professioni, e i piccoli imprenditori, viene ad aumentare la mobilità, si cercano di semplificare i licenziamenti, si cerca di vendere i beni statali, si privatizzano i servizi.
Infine, volendo ricordare a chi non ha ancora appreso le nefandezze del "SISTEMA POLITICO ITALIA", che la CASTA, come ho scritto alcuni mesi fa, attualmente NON HA RIDOTTO nulla dei privilegi accumulati nel tempo.
Il finanziamento pubblico ai partiti, dal 1994 al 2008 ci è costato circa 2 miliardi di euro.
Il Parlamento, secondo un recente studio, pubblicato nel luglio 2011, nell’anno 2009 ha speso circa 1 miliardo e mezzo di euro.
Le indennità dei politici regionali e comunali, nel 2010, ci sono costate 1,5 miliardi di euro.
Le missioni militari all’Estero e quindi le spese militari nel 2011, sono stati stanziati un budget che supera i 20 miliardi di euro.
Sempre all’interno del Ministero della Difesa, l’aspetto più sorprendente riguarda il numero dei comandati, inferiore rispetto a quello dei comandanti. Ossia il numero dei comandanti - 600 generali e ammiragli, 2.660 colonnelli e decine di migliaia di altri ufficiali- supera quello dei comandati.
Se il POPOLO ITALIANO, vuole uscire da questa profonda crisi, deve principalmente esercitare, in MODO COESO, alcuni frammenti di razionalità, perduti da tempo. La SOVRANITA’ NAZIONALE, decantata da molti leaders dei vari partiti politici e/o movimenti presenti in ITALIA, è attuabile solo a determinate condizioni. Alcune condizioni che, evidentemente costoro NON VOGLIONO COMPRENDERE.
ACCULTURARSI PER INFORMARE. INFORMARE PER CRESCERE. CRESCERE PER DESTABILIZZARE. Questo è l’obiettivo primario che si devono imporre i vari leaders presenti nei vari socialnetworks. Passaggi chiave per riappropriarsi del "consenso popolare". Ma evidentemente molti di questi, non sono in grado di intraprendere il primo binomio fondamentale per acquisire il secondo passaggio che porta ad una RIVOLUZIONE DI MASSA. Ducetti di periferia, figli del tempo, senza nessun background culturale, che riescono, ad appropriarsi evidentemente di pochi individui facilmente "soggiogabili".
Presa visione della tipologia dell’intera classe politica, vetusta, incapace di rispettare le volontà dell’elettorato e i principi basici di una società legata al sociale, l’unica soluzione è quella di elidere la classe politica. Rifiutiamo, quindi, qualsiasi tipo di ideologie e indottrinamenti politici. Se questa è la destra e/o la sinistra, arrabbiamoci maggiormente, per una "RINASCITA CULTURALE".
Tutti gli UOMINI LIBERI, privati di ogni profilo culturale e autonomo, che credono nel SOCIALE, e nella sovranità NAZIONALE e monetaria, devono, rifiutare quindi, ogni etichetta e ogni appartenenza ideologica, culturale, politica. Il progetto, è quello di DEBELLARE da subito, la silenziosa connivenza tra il potere politico e quello finanziario, che "rinnega la volontà del popolo". Riprendiamoci la NOSTRA IDENTITA’ NAZIONALE, evitando, in breve periodo, di assistere a tragedie e conflitti, generate da un nuovo conflitto, di tipo finanziario.
M.A.R.cappio
Commenta il post

Alexander Moeller 01/02/2012 12:52


Non ho nulla da ggiungere. Questo scritto è semplicemente perfetto così com'è. Triste, ma di bruciante attualità. Non riesco proprio a capire come la gente possa avere ancora il prosciutto sugli
occhi, nonostante il gioco smaccatamente aperto che si sta giocando. Ma la domanda è sempre quella. Come fare per organizzarsi e dare un bel calcio dove non batte il sole a tutti questi ducetti
di quartiere, e a fare capire che ne abbiamo le tasche piene di questi imbonitori da strapazzo per conto terzi?

frontediliberazionedaibanchieri 01/02/2012 14:46


La sola cosa da fare, secondo noi, è dare vita ad un movimento, apartitico, ed oltre le ideologie, che sono vere e proprie gabbie con trappola inventate dal sistema per dividerci meglio. Un
movimento che, per il momento, abbia due soli obiettivi: Sovranità Nazionale e Popolare; e che sia per una democrazia diretta. Sia con Ipharra che con questo blog è quello che stiamo cercando di
fare. I risultati, anche se un po' a rilento, arrivano. Siamo molto fiduciosi per il futuro. Questo blog anche se ha solo 4 mesi di vita è abbastanza seguito ede è andato, per il momento, oltre le
nostre migliori aspettative: grazie a tutti voi. Ora si tratta di pubblicizzarlo e farlo seguire.