Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

SCOPPIA LA GUERRA DELLE MASSONERIE INTERNAZIONALI SU BERLUSCONI E GRILLO

Pubblicato su 18 Settembre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IDEE e CONTRIBUTI

Lo so molti diranno, dopo un titolo del genere, ma come la Massoneria non era un Istituzione che si vantava di essere una "Fratellanza Universale", come è possibile una cosa del genere?
E cosa centra poi Grillo con la Massoneria ?
Enrico Sassoon
Al di là delle diverse fazioni massoniche che da centinaia di anni si scontrano nel cosidetto "Grande Gioco" come accadde nello scontro tra Hannoveriani e Giacobini e non volendo ritornare su ciò che ho già scritto in passato, vi rimando comunque per un approfondimento ulteriore alla lettura dei miei libri e di un mio precedente articolo scritto in epoca non sospetta (Maggio 2012) dal titolo BEPPE GRILLO E LA POLITICA COME OPPIO DEI POPOLI in cui denunciavo i poteri forti che operano da sempre dietro alla Casaleggio Associati, uno tra tutti Enrico Sassoon, oltre al ben noto Gianroberto Casaleggio. Anche perchè dire come fa De Magistris che dietro a Grillo ci sono i "Poteri Forti", senza poi approfondire la cosa è praticamente inutile, anzi si fa il gioco della Casaleggio e dei suoi robot a 5 stelle. Per farla breve entrambi Casaleggio e Sassoon sono legati sia ai servizi segreti israeliani del Mossad che alla Massoneria Britannica e al manipolatore occulto della Massoneria internazionale il Professor Giuliano Di Bernardo, fondatore della Gran Loggia Regolare d'Italia e ora a capo dell' Accademia degli illuminati creata nel 2002 e della misteriosa Dignity creata nel 1992, ma soprattuttto amico personale di Spencer Compton (n.1946) il VII Marchese di Northampton, e "Potentissimo" Assistente Gran Maestro della Massoneria inglese dal 2001 al 2009. La Gran Loggia Unita d’Inghilterra volle ai tempi esprimere la sua alta considerazione verso la Gran Loggia Regolare d’Italia (creata da Di Bernardo nel 1993 con finanziamenti occulti provenienti dalla cassa della Gran Loggia Unita d'Inghilterra) nominando come Gran Rappresentante proprio il Marchese Lord Northampton, membro peraltro della “House of Lords”(1). Spenser Compton o meglio "Spenny" come lo chiamano affettuosamente i Fratelli massoni della Gran Loggia Unita d'Inghilterra e della sua loggia, di cui l'autore di questo articolo faceva parte, è segnalato dagli esperti della stessa come uno dei massoni più influenti degli ultimi 100 anni(2). Imparentato ovviamente con la Regina "Spenny" sposato più volte e noto trafficante di antichità (ottenute sembra non sempre legalmente) ha ricevuto questa carica massonica direttamente dal cugino di Elisabetta II il Principe Edward il duca di Kent, Sovrano Gran Maestro a vita della Gran Loggia Unita d'Inghilterra. Allo stesso tempo Enrico Sassoon è imparentato con i Rothschild e proveniente da una delle famiglie di mercanti ebrei più ricche e influenti del Regno Unito con forti interessi in Asia (legati in passato al commercio dell'oppio) e risulta discendere dai famosi Ibn Shoshans, che erano una delle famiglie più ricche del medioevo spagnolo(3) .Famiglia importante arrivata a trasformarsi e riciclarsi come fecero anche i Rothschild nel successivo contesto dell'Impero Britannico fino ad ottenere un titolo nobiliare dalla corona inglese, che come segnalo nel volume 2 della mia trilogia Le Confessioni di un illuminato ha un particolare relazione con gli ebrei . I Sassoon imprenditori anche nel campo dei media, hanno avuto e diretto quotidiani di prestigio in Gran Bretagna come The Observer, e risultano molto legati a un altro carissimo amico del Marchese di Northampton e del Professor Giuliano Di Bernardo, anch'esso mercante di antichità varie tra cui testi antichi e rarissimi dell'ebraismo, testi che pare piacciano molto ai Sassoon che li collezionano avidamente , e grande manipolatore occulto della Massoneria internazionale e dello sionismo, sto parlando del Venerabile Yasha Beresiner, ebreo nato in Turchia nel 1940, che parla tra le diverse lingue anche un italiano quasi perfetto a discapito delle sue origini, e riveste ruoli di primo piano come grande ufficiale sia nella Gran Loggia Unita d'Inghilterra che in quella di Israele. Modalità non usuale per un massone che per ottenere questi ruoli di prestigio in entrambe le Obbedienze massoniche necessita di una dispensa particolare da entrambi in Gran Maestri a cui ha prestato giuramento.
 
Sasha Beresiner
Sono proprio questi loschi personaggi che ho appena nominato incluso Beresiner che complottarono nel lontano 1993 per una scissione dal Grande Oriente d'Italia accusata dal Gran Maestro di allora Giuliano Di Bernardo di essere un gruppo di criminali e mafiosi (parole sue non mie) che scaturì nella successiva creazione della Gran Loggia Regolare d'Italia con il benestare della Famiglia Reale inglese che per farlo trasse illegalmente dalle casse della Gran Loggia Unità d'Inghilterra per questa operazione circa 2 milioni e mezzo di pound, prelievo di cui i membri non hanno ai saputo nulla.

Roberto Calvi
E ora arriviamo a parlare del nostro Silvio Berlusconi noto pidduista con tessera numero 1816 e molto attivo nella Massoneria milanese negli anni 70, massone opportunista come pochi che usò per creare le fondazioni del suo impero la Libera Muratoria. E grazie alla Massoneria quindi che Silvio ha costruito il suo sistema di potere negli anni. Dell'Utri, Verdini e Carboni fanno parte di una setta che vuole influenzare le istituzioni questo è quanto dichiarò l'amico Giole Magaldi, massone del Grande Oriente Democratico, durante la puntata del 22/07/2010 de "La Zanzara", il noto programma radiofonico di Giuseppe Cruciani su Radio24. Magaldi spiegò che i rapporti di Berlusconi con la Massoneria non sono mai cessati: i media italiani parlano sempre della solita storia, trita e ritrita, della P2, in realtà Berlusconi ha avuto rapporti molto stretti con Armando Corona che è stato Gran Maestro dall'82 al '90, e l'anello di congiunzione era proprio Flavio Carboni(4) il faccendiare dei misteri coinvolto non a caso nel famoso omicidio del banchiere italiano Roberto Calvi.
Flavio Carboni
Il 14 Giugno del 1982 Calvi incontrò Carboni al confine con la Svizzera per poi partire il 15 Giugno verso Londra dall'areoporto di Innsbruck, il 16 Giugno Carboni partì da Amsterdam per raggiungere Calvi a Londra. il 18 Giugno Roberto Calvi venne trovato impiccato da un impiegato postale , sotto il Ponte dei Frati Neri sul Tamigi(5) e questo tragico evento ancora senza colpevoli , che noi tutti ricordiamo perchè legato allo scandalo del Banco Ambrosiano e alla P2 , fu un notevole shock per la Massoneria Internazionale. E soprattutto per la Gran Loggia Unita d'Inghilterra che subì da allora molte critiche in patria e ripercussioni notevoli sulla propria immagine con uno scandalo che nasceva dalla Loggia Propaganda 2 cosiderata una costola malsana del Grande Oriente d'Italia. Insomma per dirla in termini molto terra terra, la Massoneria inglese grazie a questa vicenda si era "sputtanata", e la mitica riservatezza dei Frammassoni inglesi che amano manipolare con molta discrezione e riservatezza gli affari delle loro logge era ora considerata dal pubblico "profano" un pericolo per la trasparenza e l'onestà di quella che gli inglesi ancora adesso considerano come una delle Istituzioni più influenti del Regno Unito e unito per tradizione alla famiglia Reale. La Massoneria inglese riesce quindi con la scissione del 1993, voluta solo in apparenza dal Gran Maestro di allora Giuliano di Bernardo, a vendicarsi dell'accaduto e a ritirare il prestigioso riconoscimento inglese ottenuto nel Settembre del 1972 dal GOI. A questo punto il Fratello Massone Silvio Berlusconi scende in campo e con i massoni italiani che non hanno digerito il colpaccio inglese diretto da Di Bernardo e con i suoi amici pidduisti e di altre Obbedienze massoniche considerate irregolari dalla Gran Loggia Unita d'Inghilterra crea il partito politico Forza Italia che dominerà putroppo il teatrino della politica italiana per molti anni a venire. Questo fino a quando spunta fuori il fenomeno Grillo voluto fortemente dalla Massoneria Britannica (ancora con il dente avvelenato contro i pidduisti) e quella Israeliana che nonostante sia stata in passato molto vicina alla P2 e sempre pronta a manipolare e creare realtà politiche che possano opporre il crescente successo di partiti come l'Alba Dorata in Grecia, che ricordano putroppo sia nei simboli che nella politica il Nazismo.
Simbolo Alba Dorata

A questo punto scoppia di nuovo la guerra totale tra massonerie, che gli inglesi avevano tentato di risolvere diplomaticamente senza successo nel 2007 con un incontro voluto dal Gran Maestro in persona della Massoneria inglese, ovvero il Duca di Kent. Incontro a cui partecipo sia "Spenny" il Marchese di Northampton , che il nostro Gustavo Raffi Gran Maestro in carica del Grande Oriente d'Italia. Incontro però che vide una certa tensione nell'aria vista la presenza dell'attuale Gran Maestro della Gran Loggia Regolare d'Italia Fabio Venzi ex segretario e parente stretto di Giuliano di Bernardo (della serie tutto in famiglia), che da voci di corridoio vede in Raffi tuttora un alleato dei pidduisti, questo nonostante Gustavo Raffi ami in tutte le occasioni pubbliche possibili e immaginabili affermare il contrario, e se possibile tuonare contro quella che secondo lui non è giustamente Massoneria. E come dargli torto ma poi non ci si spiega come la maggior parte degli amici del mitico Licio Gell , che Raffi chiama con disprezzo "il materassaio di Arezzo" siano tutti posti ai vertici della sua Obbedienza (misteri della fede massonica...). Ricordo inoltre che nelle liste della P2 come da me dimostrato nella mia trilogia pubblicata dalla Uno Editori di Orbassano non c'erano solo 962 membri ma ben 2470, che includerebbe nella sua versione completa mai divulgata dalle autorità nomi insospettabili ancora presenti nelle Istituzioni e non solo quelle massoniche. A detta del Grande Oriente Democratico di Giole Magaldi nel Gennaio 2011 Licio Gelli, Silvio Berlusconi e Gustavo Raffi sono una Trimurti inquietante di massoni contro-iniziati e golpisti ma lasciamo al Fratello Gioele Magaldi il dissipare queste distonie temporali nel suo saggio di imminente uscita: MASSONI. Società a responsabilità illimitata, Chiarelettere (Editore) (6).

Topless Middleton
E occupiamoci invece di quello che sta accadendo in questi giorni quando la guerra tra le due fazioni massoniche e ora politiche, cioè Silvio Berlusconi da una parte con i residui del suo Popolo della Libertà, e Grillo e la Casaleggio dall'altra con il loro astro nascente della falsa democrazia diretta ovvero il Movimento 5 Stelle. Che passano ora a uno scontro frontale che va ben oltre le battute del comico o le finte paranoie anti comuniste del Cavaliere di Arcore. Qui adesso si è arrivati a mettere in mezzo udite udite le tette della Middleton per far adirare la Regina d'Inghilterra nota per aver rimproverato il Fratello massone Silviuccio nel 2009 con la sua famosa esternazione «Perché deve urlare così?»(7). La risposta è semplice cara cuginetta (si siamo parenti e allora?) il nostro Silvio non ha classe perchè è solamente un bauscia milanese e la classe non si compra al contrario dei gradi massonici o delle cariche politiche grazie a Dio . Uno scontro comunque quello tra Berlusconi e la Regina che si è reso molto più pesante quando sono entrate in ballo le foto della futura regina seminuda, sto parlando di Kate Middleton in topless mica le escort dell'Olgettina (delle sfigate ormai pure sfrattate). La notizia che sta già facendo il giro del mondo e che Closer rivista francese del Gruppo Mondadori di proprietà di Silvio Berlusconi ha pubblicato queste foto facendo infuriare cosi la Regina d'Inghilterra che ha convinto il nipote, il Principe William il futuro Re d'Inghilterra (mica pizza e fichi) e la sua consorte a fargli causa(8) , ma pochi sanno realmente il perchè Silvio ha fatto fare una cosa del genere. Allora ricapitoliamo il tutto in sintesi per capire i restroscena della storia dal punto di vista massonico: Berlusconi vuole rientrare in campo per ricandidarsi a dittatore di tutte italie scusate Primo Ministro della Repubblica, nonostante abbia ormai buona parte della Massoneria italiana contro di lui e prima di farlo vuole lanciare un segnale forte ai suoi competitors ovvero Casaleggio e i suoi manipolatori occulti della Massoneria Israelo-Britannica che stanno tra l'altro raccogliendo sempre più consensi anche tra massoni del GOI, Obbedienza massonica a sua volta vittima di una guerra intestina per far fuori i soliti pidduisti che ha visto partecipe anche l'autore di questo articolo .
Celebrazione incontro tra UGLE e GOI
Questa mossa potrebbe però costargli molto anche perchè quando un massone influente come lui si mette contro la Famiglia Reale d'Inghilterra rischia di fare la fine di un altro nano megalomane della storia Napoleone, che come sappiamo fece una brutta fine. Nel frattempo esce l'asso nella manica del pidduista Berlusconi, che per distruggere la concorenza televisiva che potrebbe dargli contro nella sua nuova performance politica si vuole comprare pure La7. Insomma tra Berlusconi e Grillo il populismo la farà da padrone nei prossimi mesi, ma alla fine non cambierà nulla sotto al sole e l'Italia rimarrà quella che è da sempre, una colonia dei potentati stranieri e del Sommo Pontefice come lo era anche quando nel 1972 ci fù il rinoscimento reciproco tra la UGLE (Gran Loggia Unita d'Inghilterra) e il GOI. L'unica vera soluzione rimane l'utopia pirata della democrazia diretta, ma diretta da chi questo è il problema, visto infatti l'impossibilità di abbattere i cosidetti "Poteri forti" e l'implementazione a breve termine del modello portato avanti dal Partito Pirata tedesco, l'Italia in cui esistono tra l'altro ancora persone che si rifanno ancora a modelli politici obsoleti del secolo scorso per il loro scontro ideologico e politico con riferimenti come fascismo e comunismo opteranno quindi per una falsa democrazia diretta da una società di marketing e un comico dai buoni propositi possibilmente alleato a lungo andare con un ex magistrato della CIA che parla di valori, o peggio ancora si faranno rifregare da un pidduista ormai mummificato come vuole la buona tradizione italica che ama tutto ciò chè e vecchio ma eterno come i suoi monumenti, almeno che non si cominci a sgretolare pure lui come i muri di Pompei.

Fonte: edizionisicollanaexoterica.blogspot.it Scritto da:Leo Lyon Zagami

Commenta il post