Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Rimini 20-21 Ott. "NON ERAVAMO PIIGS. TORNEREMO ITALIA"

Pubblicato su 6 Settembre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Anche noi ci sentiamo di sponsorizzare il convegno indetto da Barnard, al quale, peraltro, ci siamo già iscritti. Crediamo fortemente che non sia più il tempo dei sofismi, dei distinguo, delle sottili differenze, ma sia il tempo di unirci in una comune battaglia. Una comune battaglia in cui la MMT rappresenta uno degli strumenti, non l'assoluto. Più volte abbiamo scritto su cosa " dissentiamo " dalla MMT ma non è questo nè il tempo, nè il luogo per riprendere questi argomenti. Nei tempi passati, il ribelle, era abituato a pensare con la propria testa, conduceva una vita dura. ma, sopratutto, era abituato ad agire in autonomia o in gruppo. Oggi la situazione è radicalmente cambiata in quanto le persone ( il popolo mi sembra un termine improprio) è abituato ad agire secondo i canali che gli preconfezionano i media, i politici, i sindacati, in una parola, la casta dei tecnocrati: non è più in grado di difendersi.Hanno, di fatto, sospeso la democrazia, le decisioni non si prendono più nei singoli Stati, ma a Bruxelles, ci hanno fatto rinunciare alla nostra sovranità nazionale e, di conseguenza, a quella monetaria. Davanti a questa tragedia gli uomini liberi hanno il dovere di ribellarsi e di unirsi con tutti quelli che ci stanno. La ripresa della sovranità, che è la sola via di salvezza, non la troveremo mai nelle " grandi risoluzioni" che ci propinano ogni dì, ma la troveremo esclusivamente nei singoli uomini che hanno abiurato la paura. Quando l'uomo sente che un mondo gli sta crollando addosso si deprezza e va verso la sua catastrofe. E' questo atteggiamento che dobbiamo combattere, dobbiamo fargli incontrare nuovamente se stesso, fargli mettere al bando la sua sfiducia e rassegnazione , dobbiamo fargli infrangere questa " realtà", costruita appositamente da tecnocrati e dalla finanza, e farlo riappropriare di tutta la sua potenza: il potere di decidere il proprio destino. Claudio Marconi
Sponsorizziamo qui il convegno indetto per il 20-21 ottobre a Rimini da Paolo Barnard che ha come obiettivo di creare una piattaforma economica per i partiti che vogliano rovesciare l'austerità e liberarsi dalla camicia di forza dell'euro (in particolare per il Movimento a 5Stelle). Partecipano James K. Galbraith (stratega del gruppo, figlio del famoso Galbraith), Warren Mosler (politica monetaria di Banca d’Italia, gestione titoli di Stato, stretta regolamentazione bancaria, gestione Borsa), Stephanie Kelton (politiche di spesa per la piena occupazione), Marshall Auerback (gestione portafoglio risparmi privati..). Rispetto al convegno di Rimini del febbraio scorso questo gruppo è più operativo, Mosler e Auerbach sono gestori e trader da 30 anni e James K. Galbraith è anche uno dei consiglieri economici della Casa Bianca e un personaggio di peso. La Kelton per chi l'abbia sentita a Rimini o in video è forse la più chiara di tutti nell'esporre la MMT.

Negli ultimi tempi alcuni economisti italiani "eterodossi", cioè contrari all'austerità e all'euro, del gruppo di professori che ha appena pubblicato il libro "Oltre L'Austerità" si sono mostrati disposti a discutere con gli americani della MMT che ritornano in Italia con Barnard e vogliono organizzare una discussione accademica qui. Ad esempio Sergio Cesaratto ha discusso questo mese con Randall Wray le obiezioni che questo gruppo fa a Mosler-Wray-Kelton-Galbraith cioè gli italiani pur concordando su molte cose dicono in sostanza che solo gli USa sarebbero in grado di emettere moneta per finanziare deficit a piacimento perche gli altri hanno il vincolo della bilancia estera. Vedi anche ieri Gennaro Zezza sul cui blog sono intervenuto. O Bagnai che ha un blog molto seguito perchè scrive chilometri di post ogni settimana.
(Nota Bene: l'obiezione è superabile perchè basta ad esempio fare come la Cina o la Corea che emette moneta usando la MMT (che in cinese si chiama "Ming-Mao-Tao") e la usa per rimborsare l'IVA e le imposte a chi esporta...Il problema è che oltre la teoria c'è la pratica, devi leggere cosa fanno in pratica gli altri paesi...).

L'unico di questo gruppo che va lasciato stare è Bagnai che si arrampica sugli specchi per negare il fatto essenziale che la moneta la deve creare lo stato e non le banche come adesso. Bagnai sembra un caso di narcisismo da professore che avendo studiato e studiato tanto non sopporta che un ingegnere/trader genialoide come Mosler trovi la soluzione al problema.

Peccato per lui che Keynes, da cui tutti dipendono nel gruppo eterodosso, si occupava di economia quasi a tempo perso. Keynes gestiva due o tre fondi hedge i primi dell'epoca, aveva un intensissima vita sociale fin dai tempi di Bloomsbury, si occupava di politica attivamente con incarichi e contatti governativi continui e poi scriveva di economia nel tempo rimasto. Studiare tanto serve in fisica, non in economia che è semplice in realtà. Il problema dell'economia è la confusione e la complicazione inutile con cui ti offuscano le semplici verità: lo stato non deve indebitarsi e pagare montagne di interessi facendosi ricattare dai "mercati", la moneta non la devono creare le banche, le tasse devono essere il 25% non il 60% per chi lavora e non ha senso importare dall'Asia 8 volte di più di quello che loro importano da noi (come dicevano gli economisti classici)


da Paolo Barnard

Grillo a Rimini 20-21 Ottobre? Perché deve esserci
Sto chiedendo a Beppe Grillo e al suo movimento di venire a Rimini per “NON ERAVAMO PIIGS, TORNEREMO ITALIA” come osservatore. Non salto sul suo carro, né penso che Grillo, come Grillo è ora, sia una promessa su cui fare affidamento.

Ma Grillo e il M5S possono diventare il più importante partito non d’Italia, ma d’Europa. Ecco come.

Grillo non ha una piattaforma economica di nessuno spessore, e credo che se l’avesse, se avesse l’umiltà di capire che se la deve studiare e formare, sia lui che i suoi simpatizzanti potrebbero dare un contributo enorme alla salvezza di noi persone in questa tragedia.

Lo ribadisco chiaro: Grillo e il suo M5S così come sono ora non servono all’Italia, perché non hanno compreso chi e cosa veramente ha schiavizzato questo Paese. Ma Grillo e il M5S con alle spalle un’autorevole comprensione della macroeconomia monetaria MMT e del Golpe Finanziario Neoclassico, Neomercantile e Neoliberista possono cambiare l’Italia.

Grillo può, e deve, formare un ministero del Tesoro ombra di assoluta autorevolezza con consulenti come James K. Galbraith, Warren Mosler, Stephanie Kelton, Marshall Auerback. Con una macchina del genere, con cioè utilizzando Keynes, Kalecki, Lerner, Minsky, Godley, Graziani, e 100 anni di economia 'funzionale', il M5S può veramente schierarsi all’altezza della UE e portare l’Italia fuori dal mostro di Bruxelles. Nessuno in Italia o in Europa, fra le formazioni politiche e i movimenti, avrebbe un’autorevolezza economica pari a questa. E l’economia è tutto




-
A Rimini e a Cagliari, nelle date del 20-21 e 27-28 Ottobre 2012 quattro fra i maggiori economisti internazionali, scuola Modern Money Theory, con a capo James Kenneth Galbraith

· Ci informeranno di come l’Italia può tornare sovrana, prospera, e democratica per il 99% di noi, salvando aziende e occupazione.

· Sfateranno i fantasmi-truffa dei cosiddetti pericoli dell’uscita del nostro Paese dall’Euro.

· Ci daranno gli strumenti concreti per entrare al Ministero del Tesoro a Roma e saper guidare l’Italia fuori da questo incubo.

Dato il carattere storico della crisi, questo è un appuntamento che farà la storia d’Italia. E adesso tocca a voi.
“NON ERAVAMO PIIGS. TORNEREMO ITALIA” Apre il conto corrente per una delle più cruciali tappe della storia italiana.
Ecco il volantino, stampatelo e diffondetelo
Paolo Barnard

IL CONTO, LE CAUSALI
Il c/c su cui versare ha questo IBAN: IT16K0200802455000101819809
Banca Unicredit, Bologna, ag. Bologna Dante, via Dante1/E
Intestatario: Paolo Rossi (il secondo cognome Barnard è omesso dal conto)
Per chi versa dall’estero il codice SWIFT/BIC è UNCRIT M1PM5

CAUSALI:
Per il convegno di Rimini scrivere: COGNOME E NOME donazione/liberalità per summit MMT Rimini
Per il convegno di Cagliari scrivere: COGNOME E NOME donazione/liberalità per summit MMT Cagliari
* (coordinati da REIMPRESA dell'imprenditrice Rossella Giavarini: rossella@giavarini.it)
 
Tratto da: cobraf.com   volantino-ii-summit-mmt-italia

Commenta il post