Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

PUZZA DI REGIME: AZIONI DI RESISTENZA NAZIONALE

Pubblicato su 16 Giugno 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in IDEE e CONTRIBUTI

Tira una brutta aria in Italia. Il Sistema sempre più marcescente è a caccia di dissidenti.
Si fanno interrogazioni parlamentari per chiudere siti di informazione – cosa che se avvenisse in Russia, mobiliterebbe Amnesty International e codazzo vario -; si cerca di introdurre cambiamenti sostanziali ad una legge fondamentale, come quella sulla Cittadinanza, inserendoli in leggi che nulla hanno a che vedere con il tema; si eleggono sindaci che rappresentano il 25% dei cittadini che governeranno; si persegue chi scrive qualcosa su internet e si fa ministro chi entra in Italia da clandestino; si costruiscono campi nomadi e si sfratta i malati di Alzheimer; si tassa qualunque cosa in nome dell’eurofanatismo. Se non ve ne siete accorti: viviamo sotto una dittatura. Che non usa i carri armati, usa il corrotto linguaggio della propaganda e della menzogna.

rebellion-logo-copia-2.png

E non ammette il dissenso. Chi osa opporsi viene condannato al pubblico ludibrio e gettato in pasto ad una folla di fanatici digitali, le cui capacità intellettive sfidano quelle morali. Se non pensi come loro, non hai diritto ad “esistere”. E’ l’ostracismo democratico. Solo che. nelle antiche polis greche, l’ostracismo era il mezzo con il quale la maggioranza puniva individui con idee minoritarie. Oggi invece, avviene il contrario: sono le minoranze iper-attive a dettare i tempi della censura. Tutto il sistema mediatico è servo ed espressione di questo nuovo tipo di governo: la microcrazia.
La maggioranza sottomessa al potere di una miriade di minoranze esagitate di attivisti che, muovendosi in modo frenetico, appaiono più di quelli che sono. Ma nel mondo mediatico odiernodell’apparire, dove l’apparenza domina sulla sostanza, questo comportamento è vincente.
La maggioranza è silenziosa e per questo succube di schegge frenetiche di disadattati.

Gay, xenofili e fanatici dell’euro sono pochi, ma sono molto attivi. Attivisti gay – potremmo chiamarli “checche frenetiche” – non gli omosessuali in quanto tali, sono talmente attivi da sembrare maggioranza. Ci sono, ogni giorno, centinaia di aggressioni da parte di immigrati ai danni di italiani o di altri immigrati – nessuno dice nulla – se poi un giorno, casualmente, la vittima dell’aggressione è un omosessuale – ancora meglio un gay – parte il battage mediatico.
O-M-O-F-O-B-I-A a caratteri cubitali viene gridata da tutti i media di distrazione di massa.
Stessa sorte quando la vittima è un non-italiano: R-A-Z-Z-I-S-M-O è il mantra dei giornali.

Questo perché hanno costruito una rete mediatica efficace. Questo perché in mezzo alla maggioranza di “molecole calme”, loro sono “molecole frenetiche”. E se quelle “molecole calme” non iniziano ad “agire”, verranno lentamente soffocate. La nostra società sta morendo di inedia e si sta consegnando ad una microcrazia fanatica.

E’ dovere di ogni identitario passare all’azione. I politici devono essere “assediati”, presi di mira come traditori. Ovunque vadano, devono incontrare la contestazione. Se sei un identitario e il ministro-che-sai viene nella tua città: organizza una contestazione. Se non lo fai, sei complice del Sistema.

L’idea eversiva di facilitare l’ottenimento della Cittadinanza da parte di chi non è italiano, non può essere accolta con “calma”: dobbiamo reagire. La mobilitazione deve essere permanente. Una mobilitazione “senza testa”. Diffusa, con patrioti che si organizzano in modo autonomo. Per non dare al Sistema la capacità di disarticolare la resistenza.

Se sei un Patriota cerca altri come te. Se siete in due, cercate altri come voi. Se siete un gruppo: agite.
Si stanno prendendo la nostra terra, e lo fanno senza incontrare resistenza. Dobbiamo rispondere. E’ ora, o non è.

Dobbiamo avere la consapevolezza che ci scontriamo con un potere illegittimo. Parlamento di nominati privo di rappresentanza. Sindaci votati da minoranze fanatiche. E la maggioranza è addormentata, intontita da una propaganda martellante: “la resistenza è inutile“. La resistenza non è inutile, è il dovere di ogni italiano libero.

Noi non abbiamo intenzione, di farci dettare le regole da una clandestina e da un branco di venduti del Pd e del Pd+L. E voi?

Ci chiediamo come sia possibile, che il Pdl, dopo avere promesso niente Imu, niente Iva e no allo Ius Soli, si permetta di votare l’inserimento di norme sulla cittadinanza facile in un provvedimento “semplificazioni”. E che questo avvenga, senza che i suoi elettori accorrano alle sedi e ne occupino gli uffici. Senza che i parlamentari vengano tempestati di fax, mail e telefonate. E’ la maggioranza silenziosa. Talmente silenziosa, da risultare assente nel dibattito pubblico. Talmente silenziosa da votare, e poi essere dimenticata.

Tratto da: identita.com

Commenta il post