Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

PER LA SAGA OGNI REATO COMMESSO DAL PD NON E' TALE

Pubblicato su 26 Luglio 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Vedasi il precedente L'Italia giusta smacchia i reati

Sicuramente il Pd non sapeva niente e si costituirà parte civile. Intanto questo tesoriere lo manderanno insieme a Lusi in convento?

pd.jpg

Tanto in galera non ci finiscono, vedi Baldassarre (truffa MPS).
Lor signori si permettono anche di ergersi a paladini della tolleranza e della democrazia, sempre nelle ultime ore ecco cosa tocca sentire:
Se Bertinotti si erige a paladino della democrazia... ma ci faccia il piacere!

Ecco il Regime, Camera dei Deputati contro pagina facebook: “Querela per commenti diffamanti.”



Letta: questo governo ha risposto con i fatti alla disoccupazione e viene sbugiardato dalla stessa OCSE

Il business delle cooperative sulla pelle dei lavoratori, quelli che l'Italia giusta dice di voler difendere, è ben evidente nella lotta dei lavoratori della Granarolo...una truffa sui più deboli che in un paese civile DOVREBBE PORTARE A FAR equiparare le cooperative ad associazione a delinquere.



Scandalo Mose: mazzetta da 50mila euro al tesoriere del Pd Marchese


lug 26, 2013
VENEZIA – Una “mazzetta” da 50mila euro. A consegnarla in contanti in occasione della campagna elettorale del 2010, il “solito” Pio Savioli, sorta di uomo-bancomat dei fondi neri. Ci sono le prove: documenti e intercettazioni. Tutto nel maxi-fascicolo, disseminato da parecchi omissis, dell’inchiesta lagunare, che ha travolto il Consorzio Venezia Nuova, concessionario unico per la realizzazione del Mose. È uno degli episodi che chiamano in causa Giampietro Marchese, esponente di spicco del Pd veneto, consigliere regionale ripescato di recente a Palazzo Ferro Fini primo fra i non eletti, presidente di Ames, la società che raggruppa le farmacie comunali di Venezia, ed ex segretario organizzativo del partito, nonché responsabile della Fondazione Rinascita, proprietaria di tutte le sedi del vecchio Pci-Pds-Ds-Pd per un patrimonio calcolato in quasi tre milioni di euro.
E non sarebbero gli unici soldi che Marchese avrebbe incassato nell’ambito dei finanziamenti illeciti di cui è costellata la dettagliata informativa firmata dal colonnello Renzo Nisi, comandante del Nucleo di Polizia tributaria delle Fiamme gialle di Venezia.
I quattrini da dispensare, a destra e a manca, arrivano dalle consorziate del Cvn, anche quelli per Marchese.
E una delle più attive sul fronte risulta essere la Cooperativa San Martino di Chioggia, vera e propria banca parallela per Savioli e compagni al quale vengono consegnati almeno 600mila euro nel solo biennio 2005-2006: e guarda caso è dalla verifica fiscale alla San Martino che scoppia lo scandalo Cvn. repubblica

Il sindaco di Cori Tommaso Conti distrugge il PD e analizza la situazione
lug. 25 Cori
Il sindaco del nostro paese, Cori (LT), appartenente ad un partito che non ci rappresenta ossia il Partito Democratico, interviene ad una riunione locale e per quanto ci riguarda non possiamo che stimarlo per l’analisi semplice, ma chiarissima. Intervento di una passione popolare e politica indubbia che non riguarda solo un paese ma l’intera nazione.
VIDEO QUI Cori in tempesta

Ma ecco come il Monti arriva in soccorso al regime
Governo: Monti esige contratto che leghi per 5 anni la maggioranza Pd-Pdl-Sc
Scritto da: Barbaranotav - Tratto da:http://nelmatrix.blogspot.it 
Commenta il post