Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

NOI COME L'AFRICA, VENDUTI AGLI AVVOLTOI FINANZIARI

Pubblicato su 15 Gennaio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri

«Voi persone per bene non capite cosa significhi trovarsi debitori di un Vulture Fund, di un avvoltoio. Siete abituati al volto del vostro cassiere all’Unicredit, al Monte dei Paschi. Anche tu, imprenditore, non sai come prende allo stomaco il fiato di un Ss finanziario quando lo devi ricevere nel tuo ufficio». E sarà inutile, dall’interno del “Lager economico Italia”, volgere lo sguardo al governo, ai sindacati, alle Regioni: il debito sovrano dell’Italia del default sarà stato trasferito, con decisione del Consiglio Europeo, sotto la giurisdizione britannica o dello Stato di New York. Per cui a Roma sarà la Notte dei Lunghi Coltelli: «Il resto delle “Ss finanziarie” del Fmi, della Ue dei tecnocrati alla Rompuy e Draghi, saranno impegnate a ripulire i palazzi governativi per sempre. Inutile neppure pensarci, a loro». 

«Nulla di quanto è scritto di seguito è Fanta Horror», avverte Paolo Barnard il 1° dicembre dal suo avamposto web: «Dovete andare in Africa per sapere cosa vi aspetta». Proprio nell’Africa subsahariana è in corso la più grande macelleria sociale della storia. Lo scopo: depredare a morte i Paesi africani che stavano organizzando il proprio riscatto col New International Economic Order all’inizio degli anni ’70. Avvertenza: «I pacchetti di austerità di cui oggi si parla come “rimedio” alla crisidi credibilità dei nostri governi in Eurozona, furono disegnati, esattamente come si disegna un motore, 35 anni fa dal Fondo Monetario Internazionale». Allora non si chiamavano “austerità”, ma Saps: Structural Adjustment Programmes. Ovvero: «Tagli a tutto il settore pubblico e spesa pubblica, privatizzazioni, tasse, isteria da deficit, allungamento dell’età pensionabile, finanziarizzazione della società».

«Non li hanno cambiati di una virgola quei programmi», hanno solo pensato di rinominarli, chiamandoli “austerità”. «Oggi gli esecutori di questi crimini sociali in Europa rispondono ai nomi di Olli Rehn, Herman Von Rompuy, Draghi, Monti». Per Barnard, sono le nuove “camicie brune”, che spianeranno la strada alle “Ss finanziarie”. Incredulità? Meglio allora dare un’occhiata all’Africa. In Liberia, Ellen Johnson Sirleaf, la prima presidente-donna del continente nero, ha da tempo incontrato le “Ss finanziarie”: sei anni fa hanno impugnato il debito sovrano e privato della Liberia, e oggi stanno letteralmente uccidendo uno dei paesi più poveri del mondo. Chi sono, tecnicamente, i killer? «Sono i Vulture Funds, tradotto: i Fondi degli Avvoltoi», cioè «gruppi di speculatori specializzati in recupero crediti su scala gigantesca». Oggi in azione in Liberia. E domani?

«Ecco cosa possono fare all’Italia» gli Avvoltoi, se il nostro paese – salvo miracoli – finirà stritolato dalla crisidell’euro fino al default e all’uscita dalla moneta unica. «Questo è certo nell’ordine del 99,9%», scrive Barnard. «Se in un mondo magico l’Italiache torna alla lira si armasse di Modern Money Theory, programmi di piena occupazione, pieno Stato Sociale, spesa a deficit in moneta sovrana (la nuova lira)», allora ci sarebbero «sonni tranquilli per 60 milioni di italiani». Ma è solo un sogno. Anzi: una favola. «Accadrà l’esatto contrario», profetizza il giornalista, autore del saggio “Il più grande crimine”, fondato su una tesi spaventosa: l’élite finanziaria mondiale cospira contro la sovranità democratica degli Stati fin dalla Seconda Guerra Mondiale, con l’obiettivo di depredare la ricchezza pubblica per concentarla in poche mani, esattamente come nel medioevo.

Traduzione: «Le solite Camice Brune saranno al timone a Roma», prevede Barnard. «Uno dei problemi più gravi sarà come onorare il debito bancario e privato, ovvero: i debiti delle banche italiane verso creditori esteri e italiani, e soprattutto i debiti di cittadini e aziende (mutui, prestiti) verso le banche in generale». Ci saranno frotte di creditori furiosi, da placare: «In breve tempo sarà chiaro che l’Italiadel default non potrà ripagare il 100% dei debiti sopra descritti». Secondo Barnard, per i creditori le strade saranno due: impantanarsi in litigi legali per almeno vent’anni, o vendere i propri crediti ai Vulture Funds, i Fondi degli Avvoltoi. «Questo accadrà, non sappiamo in quale misura, ma accadrà, e inaugurerà l’entrata delle “Ss finanziarie” in Italia». Saranno dolori veri: la vita di tutti i giorni precipitata «nella pena di una povertà mai più vista dagli anni ‘50».

E come lavorano le “Ss finanziarie”? «Prima cosa, le Camice Brune al governo immediatamente si piegheranno al diktat del Fmi di sostenere il più possibile le richieste dei creditori. Palazzo Chigi darà il semaforo verde, nessun reale intervento di politica sovrana a difesa dei cittadini, se non misure “cosmetiche”». Una quota di creditori, a quel punto, venderà il proprio credito verso cittadini e aziende agli Avvoltoi, scontato del 50-70%. «Cioè: i Vulture Funds pagheranno 30.000-50.000 euro un credito che valeva 100.000 euro». Da quel momento, gli Avvoltoi «diverranno i legali proprietari del debito di un italiano, di un’azienda italiana, di centinaia di migliaia di italiani e migliaia di aziende». Di seguito: «Agiranno come un clan di camorristi che ha comprato il debito di un barista da un prestatore privato. Gli piomberanno addosso con ogni mezzo legale e terrorismo economico per succhiargli tutto ciò che possono». E attenzione: non pretenderanno solo la percentuale del debito “ereditato”, ma vorranno il 100% dell’ammontare del debito originale.

Questo è il quadro «assai probabile, vicino al certo», come conferma l’economista americano Michael Hudson, secondo cui «c’è ora il pericolo che i Vulture Funds si stabiliscano in cima alla piramide della legalità internazionale, da dove possono opprimere intere nazioni». Non ci credete? «Liberia e Islanda: andateci, basta un volo». Lì è appena accaduto, e quei paesi adesso stanno sanguinando, aggiunge Barnard, che si definisce «un giornalista con delle responsabilità, non un folle che si diverte a spaventare la gente». Meglio svelarlo, l’avvento degli Avvoltoi preparato dai “risanatori”, anche se la scoperta causa «ancor più impotenza e disperazione», in un’opinione pubblica che appare ormai rassegnata e incapace di qualsiasi reazione.

Autore: Paolo Barnard scritto 01.12.2011

Commenta il post