Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

NIGEL FARAGE DISTRUGGE L'ULTIMA CATTIVA IDEA DELL'UNIONE EUROPEA

Pubblicato su 4 Luglio 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in EUROPA

Sono atterrato questa mattina a Francoforte ... capitale finanziaria di uno dei pochi paesi ancora "sani" in Europa e capace di ispirare un minimo di fiducia tra gli investitori. 

Mentre i paesi del Sud Europa sono strozzati dal peso di un inservibile debito e dal 60% di disoccupazione giovanile, la Germania continua a marciare con un tasso di disoccupazione, quasi storicamente, basso, e un indice, quasi storicamente, alto dei titoli in Borsa.

Infatti, la disparità tra la Germania e i suoi vicini del sud non potrebbe essere più evidente. 

Il cancelliere tedesco Angela Merkel è ormai diventata l’amministratore di fatto di tutto il continente. Le sue impronte digitali sono su tutti gli accordi di ristrutturazione, su tutti i piani di salvataggio e sul furto perpretrato sui conti bancari di Cipro, ecc… 

E’ lei che, in questo momento, ospita la conferenza europea a Berlino, con l’intento di prendere un impegno pubblico per “affrontare la crisi di posti di lavoro del continente”. Anche se questo argomento sembrerebbe stranamente fuori della sua giurisdizione. 

Se è già abbastanza sgradevole farsi fottere dai politici del proprio paese, proviamo ad immaginare che significa essere fottuti dai politici di qualche altro paese ... 

Certo, la politica europea per affrontare la crisi occupazionale è abbastanza semplice: stampare più soldi. E il governo tedesco ha sempre avuto una forte influenza nella politica monetaria europea per sponsorizzare questa politica. 

La Banca Centrale Europea è proprio qui a Francoforte, a pochi passi dal bar dove sono, a Gallusanlage Strasse. L'intero edificio è un santuario dell'euro, con tanto di monumento orrendo che potrà avere dieci metri di diametro. 

Dei burocrati elegantemente vestiti in questo momento stanno sbarcando dalla nave madre per gratificarsi con una bella birra fredda ... un brindisi di fine giornata per un altro giorno di lavoro ben fatto, facendo apparire dal nulla del nuovo denaro fresco. 

Devo immaginare che l’intero sistema euro sia destinato probabilmente a naufragare, per essere stato una delle peggiori idee della storia dell'economia. 

Il concetto del sistema “fiat” della Banca Centrale che pervade la finanza globale è già abbastanza ridicolo ma noi abbiamo anche affidato le redini di un'intera economia, dei prezzi dei beni e dei servizi, della stampa e del controllo totale dei mercati finanziari a una piccola élite. 

E, adesso, dobbiamo tutti solo sperare che siano dei bravi ragazzi. 

Ecco un ottimo esempio, lunedì scorso il Financial Times ha pubblicato un pezzo sul primo giorno di Mark Carney, come il nuovo capo della Banca d'Inghilterra, dicendo che Carney deve "rilanciare l'economia ..." 

Questa è una delle pubblicazioni finanziarie preminenti nel mondo e dice che Carney è (e dovrebbe essere) responsabile della guida di una economia che vale 2500 miliardi dollari. Incredibile. 

Ma nell’ Europa continentale è ancora peggio ... perché tutto il controllo monetario dei paesi dell’UE è esercitato da potenze straniere, tagliando fuori le stesse nazioni. 

Le condizioni di vita di chi vive dal Portogallo all'Estonia, dall’Irlanda alla Bulgaria (dove il 'Lev' è ancorato all'euro), sono state forzatamente consegnate ad una piccola élite qui a Francoforte, ed ai loro tirapiedi burocratici (molti dei quali proprio adesso si stanno godendo felici una “happy hour” in questa caffetteria). 

L'idea dell’ euro è stata un fallimento fin dall'inizio. Anche l'ex cancelliere tedesco Helmut Kohl, uno dei principali architetti della unione monetaria, ha ammesso, all'inizio di quest'anno, che agì da “dittatore”, per far approvare l'euro, perché sapeva che non sarebbe passato in nessun altro modo. 

Ma piuttosto che ammettere i propri errori e cercare di trovare una soluzione, sembra che i leader europei vogliano raddoppiarli ogni pochi mesi e così in questo continente si continua a stampare sempre più debito. 

La loro ultima iniziativa, qualche miliardo in più per combattere il tasso di disoccupazione giovanile, è stata spietatamente sviscerata ieri al Parlamento Europeo da Nigel Farage ... una delle poche voci della ragione sul continente (e uno dei relatori del nostro evento in Cile, qualche mesi fa). 

Lo si può vedere qui: 

 

Fonte: www.sovereignman.com 

Link : http://www.sovereignman.com/finance/nigel-farage-destroys-europes-latest-bad-idea-12215/ 

Tratto da: comedonchisciotte.org

Traduzione per ComeDonChisciotte a cura di Bosque Primario

Commenta il post