Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

MODELLO AMERICA PER MEGLIO SNATURARE I POPOLI

Pubblicato su 26 Aprile 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

E aggiungo anche che, pari pari come la scorsa volta, ci sarà un'altra trasformazione in senso americano...
Vi ricordate cos'è successo dopo "Mani pulite"? 'sta buffonata?
Non abbiamo avuto più statisti (politici col senso dello Stato), ma solo nani e ballerine. E soprattutto la società italiana s'è trasformata a rotta di collo secondo i desiderata della cricca di usurai che governa l'Occidente...
Vado in ordine sparso: esercito "professionista" (per fare le "missioni di pace" e ora le guerre della Nato); "riforma" del lavoro nel senso della "flessibiltà"; diffusione a pioggia di ipermercati di catene straniere; diffusione capillare del gioco d'azzardo (punti Snai e lotterie d'ogni tipo, quando prima c'erano Lotto, Enalotto, Totip, Totocalcio, che per i miei gusti sono anche troppi); cinema multisala per l'istupidimento di massa; scuola pubblica sempre più a scatafascio; abitudine all'indebitamento con banche e finanziarie e all'acquisto "a rate" (ci sono sportelli "bancari" dappertutto); svendita dei "gioielli di familglia" e smantellamento dello "Stato sociale" (oggi "welfare"!); società "multietnica" che fino agli anni Ottanta non era nemmeno immaginabile...
E potrei andare avanti per ore ad elencare gli elementi che, dagli anni Novanta, hanno configurato la trasformazione dell'Italia in una brutta copia dell'America. E guarda un po', tutto mentre andava in scena "Mani Pulite"... un bel diversivo creato per far fuori uomini politici che evidentemente non si
volevano calare del tutto le braghe, ma anche per dare l'impressione di "voltar pagina".
Sempre guarda caso, nello stesso torno di tempo, ci mettono la 'camicia di forza' del "Trattato di Maastricht", con tutti i più feroci "moralizzatori" dell'epoca (il Pds, la Rete...) che erano anche i più ferventi "europeisti".
Ma dopo vent'anni, il progetto di modellarci ad immagine e somiglianza dell'America non è ancora concluso, anche perché c'è stato qualche "incidente di percorso" (ad esempio, con tutti i suoi limiti e la sua inadeguatezza, Berlusconi, attorno al quale si sono coagulate alcune residue "forze nazionali"; tra l'altro anche tutta la solfa sulle "donnine" di Berlusconi mira anche ad introdurre un "puritanesimo" che non si appartiene).
Ora, con la nuova ondata di "antipolitica", l'obiettivo mi pare il completamento di quella trasformazione che già nei primi anni Novanta ebbe una grande accelerazione.
Lo vediamo con la faccenda dell'art. 18, dell'ulteriore precarizzazione del lavoro, dell'inoculazione di gusti e "cultura" sempre più "americana" (compreso certo "patriottismo" ideologico). Tutto va in quella direzione. La polemica sul "finanziamento pubblico dei partiti": si vuole giungere al finanziamento privato escludendo ogni possibilità, anche perché, togliamocelo dalla testa, i partiti resteranno eccome... E che dire della "piovra fiscale"? altro mito americano, dove, si racconta anche ai bambini, Al Capone fu preso per... "evasione fiscale"!
Insomma, c'è da stare ben poco allegri. L'Italia va verso la sua dissoluzione, sia come nazione che "cultura" (gusti, costume, ma anche modo di concepire il lavoro, lo stato sociale ecc.). Gli italiani vengono snaturati per non far più capire loro chi sono e, perciò, per meglio dominarli. Scritto da: E.G.   Libertà dagli U.S.A.,

Commenta il post