Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LETTERA SEMISERIA AI GIOVANI PARLAMENTARI ( DEL PD E NON SOLO )

Pubblicato su 20 Aprile 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Prendiamo dalla pagina FB di Roberto Balzani, Sindaco di Forlì, e pubblichiamo questa lettera per il semplice motivo che dimostra che c’è ancora qualcuno che ha a cuore la politica, quella vera, quella con la P maiuscola. Non è un caso che Balzani è fortemente osteggiato dalla nomenclatura stalinista-bolscevica del PD locale, e non solo.

L’apparato del PD, non ancora soddisfatto del suicidio politico consumato ieri, sta ancora cercando di opporsi, con una caparbietà che ormai definire lesionistica è riduttivo, al bisogno di aria nuova richiesto a gran voce dai cittadini. Tra un anno a Forlì ci saranno le elezioni amministrative e quando vedremo le candidature avremo se hanno vinto gli uomini liberi o gli apparati. Claudio Marconi

P.S. qualche voce “ maliziosa” sostiene che il PD ( partito dei derelitti ) voglia offrire a Balzani una candidatura alle europee, naturalmente per levarlo di mezzo. Ci auguriamo che non accetti e che rimanga al servizio della città dove, per la prima volta, gli apparati partitici sono rimasti fuori dalla giunta comunale.

 

balzani.jpg

Carissime e carissimi,

siete stati in molti casi gli strumenti, più o meno volontari, di un regolamento di conti fra i capi corrente del Pd, eredi delle inimicizie precedenti (una specie di congresso straordinario in una location di lusso, pagata dai contribuenti). Il tutto in diretta e sulla pelle della Repubblica. Fra 10 giorni, se continua così, non sarete più distinguibili dalla casta, e, anche senza colpa, ne pagherete le conseguenze. Avete già conosciuto la fauna parlamentare: molti sono lì per fare affari, molti vogliono restarci e basta perché a Roma la vita è dolce per un "potente", molti sono semplicemente degli avventurieri pronti a tutto. Avete capito che oggi ubbidire ai capibastone significa suicidio: dunque trovatevi e ragionate liberamente fra voi, e poi proponete e decidete. In modo aperto e trasparente. Quanto agli altri, alla fauna sopra citata, evitate discorsi politici: a quelli della politica proprio non frega nulla. Con loro vale l'arma della psicologia: la figura deve garantire che ogni sforzo sarà fatto per dare un governo al paese, che dunque le Camere non si scioglieranno subito, ecc. Vanno rassicurati nelle loro preoccupazioni. In fondo, sono precari. Che diamine!

Roberto Balzani

Commenta il post