Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LE SANTARELLINE DEI BANKSTER E LA STRATEGIA DELLA TENSIONE

Pubblicato su 17 Maggio 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in COMUNITA

Ognuno di noi principalmente dovrebbe chiedersi: “Per quale motivo degli esseri umani, che hanno vissuto per migliaia di anni nei loro paesi, oggi dovrebbero abbandonarli per venire a vivere in Italia? A chi fra voi piacerebbe andare a vivere per necessità in un altro paese?”

kyenge-copia-1.jpg

 

boldrini.jpg

Ebbene se veramente queste donne fossero cosi sensibili nei confronti degli stranieri, lotterebbero per far cancellare i debiti truffa dei loro paesi di origine e ne denuncerebbero l’illegittimità.

Denuncerebbero i meccanismi con cui le banche e le multinazionali hanno letteralmente rubato loro i terreni agricoli, le risorse minerarie, quelle petrolifere, etc.

Se fossero donne intellettualmente oneste e sensibili, come vorrebbero farci credere, denuncerebbero quelle industrie farmaceutiche che hanno sfruttato migliaia di bambini in Africa per per testare farmaci (tra cui vaccini altamente tossici) e gli altri affari sporchi delle fabbriche di armi (tra cui la Beretta) che sono causa di morte e distruzione.

Queste donne cosi attive nel sociale, hanno mai, per esempio,  reso noto il discorso di Thomas Sankara che fece all’ONU e per il quale è stato ucciso?

 

thomas-sankara.jpg

Vedi video: http://www.youtube.com/watch?v=ZV9O4xoPvUE

 Certamente una piccola percentuale di stupidi razzisti ci saranno pure, ma sono convinto che la stragrande maggioranza dei cittadini nutre un ragionevole sentimento di rabbia e non di razzismo nei confronti degli immigrati, ma ciò accade soprattutto per i disagi economici che viviamo attualmente.

Sono sicuro che se tutti avessimo un reddito minimo garantito, non si lamenterebbe nessuno della presenza degli stranieri, anzi, sarebbe l’opportunità di condividere culture diverse.Queste donne dicono di essere contro il razzismo e per le pari opportunità, ma sono state messe al governo per favorire gli obiettivi illuminati dei nuovi architetti del sociale, per istigare il popolo all’odio e alla violenza, con lo scopo di condurci alla realizzazione degli Stati Uniti d’Europa, quindi al NWO.

 

Se cosi non fosse, non dovrebbero farsi complici di quei governi che consentono:
- l’immigrazione di stranieri e l’emigrazione dei ricercatori italiani;
- l’importazione di quei beni a basso costo dai paesi poveri che sfruttano mano d’opera infantile degradando il nostro made in Italy;
- di dare 3 €uro al giorno ai terremotati per sopravvivere di stenti e di darne 35 agli immigrati, più vitto e alloggio;
- di dare le case popolari agli zingari e contemporaneamente sfrattare gli italiani;
- di privare gli operai della cassa integrazione e contemporaneamente dare un reddito mensile agli extracomunitari;
- di togliere il crocifisso dalle scuole perché ritenuto (da alcuni esponenti musulmani) pornografia ;
- di definire disagio sociale quando uno straniero accoltella un italiano, al contrario diventa odio razzista;
- di vietare agli uomini l’ingresso negli ospedali se nella stanza ci sono donne musulmane ricoverate;
- e cosi via, la lista continua.

Tutto questo genera rabbia, tanta rabbia, che ha poco a che fare con il razzismo ma molto con la strategia della tensione che è una tattica che mira a dividere, manipolare e controllare la pubblica opinione usando paura, propaganda, disinformazione, guerra psicologica, agenti provocatori ed azioni terroristiche di tipo false flag!

Angelo Tirone - Tratto da: stampalibera.com

Commenta il post

annapaola 05/27/2013 09:33


è molto tempo che sento parlare di questa forma discriminatoria nei confronti di noi italiani. Ogni tanto viene fuori, qualche articolo, qualche commento.... a me ha dell'incredibile, ma
qualcosa di vero deve esserci, non può essere una leggenda metropolitana, sarebbe di cattivissimo gusto quasi quanto se fosse una cosa vera. mi aiutate, x favore a saperne di più?   x
quanto riguarda MIDO. Dovesse essere vero quanto scritto nell'articolo, non è che sei clandestino, quindi non risultando a "casa mia" non "ti posso aiutare"?

Daniele, Napoli 05/20/2013 08:41


uno degli effetti del periodo di ristrutturazione economica, con conseguente crisi sociale, che stiamo vivendo dal 2008 potrebbe essere anche quello di creare posti di lavoro nei Paesi cosiddetti
in via di sviluppo.


Creare, cioè, quanto più equilibrio possibile fra le varie nazioni.


Sta di fatto che attualmente lo sfruttamento è ancora molto, troppo, forte.

MIDO 05/19/2013 13:32


Ma raggionate un po prima di sparare cavolate !!!
Se ci danno vitto e alloggio piu 35 euro perchè dobbiamo lavorare teste di minchia ??????


Razzisti di merda non siete altro