Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LADRI DI VITE - COME DIFENDERSI DA EQUITALIA

Pubblicato su 14 Gennaio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri

Grande clamore hanno avuto le notizie degli attentati alle sedi Equitalia, l’agenzia di riscossione tributi totalmente statale, un clamore aumentato dalle dichiarazioni di Grillo: “bisognerebbe capirne le ragioni”…


Un coro multipartisan, nessuno escluso, a cominciare dai pluri-inquisiti politici per passare ai milionari presidenti della agenzie delle entrate, condannano le parole del comico sottolineando l’importanza “vitale” che tale agenzia riveste per il recupero dei debiti che lo Stato vanta nei confronti dei cittadini.

Ascoltarli…sentirli parlare…è diventato uno sforzo sovrumano, sentire l’ipocrisia di questa gente occupare, anche se per pochi secondi, l’udito delle persone è un’offesa alla decenza, un insulto alla gente, un ingiuria alla democrazia e ai principi costituzionali di equità.


Le “ragioni” di cui è importante dare conto sono quelle che dovrebbero spiegare i motivi di un tale accanimento dello Stato nei confronti dei cittadini che hanno sempre pagato…o che se non hanno pagato lo hanno fatto per un motivo ben più valido di quelli che hanno portato i loro “tesori” all’estero per poi vedersi premiati con un solo 5% di prelievo fiscale.


Che senso ha portare le piccole imprese al fallimento, vessare i pensionati o i cassintegrati o le famiglie a basso reddito, essere il motivo di decine di suicidi, di disperazioni, di lacrime?


Invece il meccanismo perverso che questo Stato di ladri, corrotti e corruttori ha creato permette ad un ente statale di maggiorare, con tassi da usura, presunte multe a quei cittadini già noti, e quindi paganti, all’agenzia delle entrate (mai sentito di un evasore multimiliardario finito nelle grinfie di quest’agenzia del piffero che sia stato costretto a pagare i tassi che la gente comune è, invece, costretta a pagare)…il modo più facile per fare cassa…senza alcuno sforzo.

In Italia raggiungiamo paradossi che in altri paesi son presi come barzellette, ma che purtroppo danno il senso del perché il nostro paese abbia perso ogni fiducia da parte dei propri cittadini.


Si arriva al punto che lo Stato non paga i “servizi” che richiede a piccole aziende private, ma, nel contempo, richiede l’immediato pagamento degli oneri fiscali.

L’arlecchinata fuori tempo del blitz a Cortina, operazione solo di facciata se non seguita da fatti concreti a tutto campo, a cominciare dalla richiesta, da parte del primo ministro, delle dimissioni del sindaco, sembra solo il tentativo da parte dello Stato di darsi un minimo di contegno, un minimo di decenza…

Nella realtà questi ladri di vite umane stanno letteralmente scaricando sulla parte onesta del paese i costi abnormi dei loro furti, dei loro stipendi faraonici, delle loro gite alle Maldive, delle loro agendine di pelle “umana” o delle “uova di struzzo” per Natale, delle loro corruzioni ed evasioni.


Come si fa a spiegare, ad esempio, che il direttore dell’agenzie delle entrate Attilio Befera, che non è capace di recuperare gli oltre 80 miliardi di evasione fiscale, percepisca uno stipendio annuo di oltre 450.000 euro?

E’ il sistema fiscale che in Italia non si vuol far funzionare…è un sistema che privilegia i ladri a scapito degli onesti…il mondo lo sa…e anche per questo il nostro paese è destinato al fallimento…con o senza i bocconiani sobri di turno…e con la pace del peggior presidente della repubblica che l’Italia abbia mai avuto. 

 Come difendersi da Equitalia

 Quando vi arriva una cartella esattoriale sospetta da Equitalia il primo passo da fare é quello di farla PERIZIARE. (leggi qui come si fa)

Se il tasso di usura, come spesso succede, viene accertato, il secondo passo é quello di andare dalla Guardia di Finanza a sporgere denuncia.


Potete valutare anche la denuncia per stalking, oltre che per l’usura, se le cartelle esattoriali e gli avvisi di pagamento continuano a giungervi.

Una volta accertata l’usura avrete 3 anni di blocco dei pagamenti verso il Fisco ( Equitalia, Inps, Inail…) e 300 giorni di blocco sui pagamenti verso banche e privati (prestiti, mutui…).


Può capitare che il PM non voglia riconoscere l’usura, appellandosi al fatto che lo Stato non presta soldi (detto in molto alla buona). Ciò non ha fondamento giuridico, ci sono già dei precedenti. lo Stato quando concede rateizzazioni sulle imposte, presta effettivamente del denaro. Applica dei tassi d’interesse e se questi sono troppo alti, é semplicemente usura. l’articolo 644 del codice penale punisce “chiunque chieda prestazioni di denaro con vantaggi usurai”. Anche lo Stato rientra nella categoria “chiunque”. Lo Stato non può essere escluso.

I tempi giudiziari possono essere biblici, un’eventuale processo può essere molto dispendioso, sia psicologicamente che economicamente. Equitalia lo sa e se ne approfitta. Non molla la presa sui cittadini spaventati dalle spese giudiziarie.

 Equitalia ci truffa. Non é giusto che nessuno di noi debba pagare ciò che non deve. Il tutto non a uno strozzino qualunque, ma allo Stato, proprio quell’organismo, che in tempi di recessione dovrebbe darci una mano. Invece, tramite la scelleratezza di Equitalia, ci affossa.

Fonte: Freeonda

cappio

Commenta il post

Roberto Massa 08/18/2014 20:58

Una breve storia: cambio lavoro ed essendo molto ignorante in materia fiscale e fidandomi delle amministrazioni delle due aziende non mi rendo conto di essere sottoposto a tassazione separata e a farla breve devo dei soldi allo stato. 3500 euro di cui 2500 di tasse e il resto di furto legalizzato. Scelgo la rateazione e mi porto vicino alla scadenza, faccio casino con l’F24 insomma pago ma in ritardo la prima rata. Ho dovuto quindi pagare in tutto 7000 euro. Questi sono furti legalizzati, non si può applicare questa tagliola chi ha deciso così, verso persone normali che non hanno entrate che da loro stipendi dipendenti, merita di essere frustato sulla pubblica via. Se questa è stata la volontà di qualcuno credo che andrebbe davvero punito. Ma gli italiani accettano queste cose? Magari chi ha deciso ha rubato milioni di euro. Non se ne può più di questi disgustosi legulei.

Benny 05/03/2012 21:13


Se andiamo avanti di questo passo ho apura che vedremo di nuovo qualcuno appeso in piazzale Loreto come nel 45.

fiorindo 01/25/2012 05:30


a me e' capitato di peggio che dopo una denucia di truffa nei miei confronti scritta e valutata anche dalla guardia di finanza per  una somma di 2000.00 euro mi sono visto ipotecare la casa
per una somma di 66500.00 euro pensate un po' non so' cosa fare altro che fantocci impiccati c'e' da impiccare chi ha messo in mano a dei delinquenti questo servizio

Marino 01/14/2012 09:38


Bisognerebbe incominciare a sparare ai politici,dall'estrema destra alla estrema sinistra.