Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LA VERITA' SUL DISASTRO DEL MODELLO TEDESCO di PAOLO BARNARD

Pubblicato su 6 Settembre 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in MMT - BARNARD

stabilimento

Ecco il disastro del modello tedesco, quello che secondo i tromboni televisivi dovrebbe essere il nostro modello. Le fonti sono autorevoli, cioé: OCSE, German Institute for Economic Research, Peterson Institute for International Economics, WSJ. Non aggiungo commenti, se non ci arrivate da soli…

- il modello di competitività della Germania porta un solo nome: tagliare gli stipendi. Solo abbassando i redditi la Germania è riuscita a rimanere la prima economia dell’Eurozona, perché è riuscita ad esportare masse di prodotti a costi bassi. Ci hanno guadagnato in due: le multinazionali Neomercantili tedesche, e i numerini sui computer del Tesoro di Berlino. Ci hanno perso tutti gli altri tedeschi.

- Carsten Brzeski del colosso assicurativo ING ci dice che la Germania si è sostenuta durante la crisi esportando fuori dalla UE, ma ora col crollo dei Paesi emergenti, dei BRICS in particolare, la Germania è esposta a shock economici pericolosissimi. Questo conferma uno dei capisaldi della ME-MMT che sconsiglia a qualsiasi economia di contare sull'export.

- la bassa disoccupazione tedesca è una truffa: hanno creato posti di lavoro part-time, flessibili, a stipendi da miseria e senza le tutele sociali delle generazioni precedenti, e li hanno contati come occupazione. Oggi la Germania ha la proporzione più alta di lavoratori sotto-pagati, a fronte del reddito nazionale medio, di tutta l’Europa.

- La Commissione Europea non ha ancora cancellato la sua stima di "stagnazione" dell'economia tedesca. Il fatto è che la cosiddetta ripresa ci segnala solo che le stime al ribasso non si sono verificate, ma nulla nel senso di una crescita.

- I consumi in Germania rimangono a livelli bassissimi, infatti la cosiddetta ripresa della "fiducia in business" ha favorito solo gli azionisti in borsa, ma ha ignorato l'economia reale dei cittadini.

- la Germania ha il tasso di giovani lavoratori con istruzione superiore più basso fra Canada, Giappone, USA, Francia, Spagna e Gran Bretagna. Berlino non ha affatto investito nelle sue università pubbliche, e nemmeno il settore privato ha fatto gran che in questo settore.

- la sbandierata produttività della Germania pro capite è una bufala. Il PIL prodotto in Germania x ora lavorata è il più basso di tutta la media OCSE. Di fatto le aziende tedesche possono competere solo tagliando gli stipendi e producendo nell’Est europeo.

- la Germania ha avuto stipendi medi stagnanti e non al passo dell’inflazione per 10 anni. Lo testimonia l'autorevole Real Wages in Germany, numerous years of decine, di Karl Brenke del German Institute for Economic Research.

- Il 15 marzo del 2013 il Wall Street Journal pubblicava i dati sugli investimenti in Germania: il quadro era deprimente, col governo tedesco che ha ignorato gli investimenti in infrastrutture, istruzione e tecnologia per almeno 20 anni, particolarmente nel settore pubblico, con lo sguardo invece sempre rivolto all'export. I danni sono oggi evidenti.

Questa è la verità del tanto sbandierato modello tedesco, nel nome del quale gente come Monti o Letta stanno devastando l’Italia. Non so come dirlo, ma veramente il livello dell’informazione che i media italiani vi forniscono non è neppure al livello di… di… bè, vorrei usare un termine moderato, e scelgo questo: spazzarcisi il culo.

Commenta il post

MAURIZIO 09/19/2013 01:19


NOTIZIA DI OGGI POMERIGGIO 18 SETTEMBRE!!!!!!!!! VI GIRO QUESTO POST LEGGIBILE SUL BLOG DI PAOLO
BARNARD:


PAOLO BARNARD ME-MMT APRE AGLI ATTIVISTI M5S.
FORZA.


Dai tempi delle mie grida contro la setta di Casaleggio, il fiume di richieste da parte di cittadini e di attivisti M5S perché io
e la Mosler Economics Modern Money Theory (ME-MMT) ci mettiamo a loro diposizione è continuata ininterrotta.


Il M5S RISCHIA LA DISTRUZIONE ALLE URNE PERCHE' NON SA AFFRONTARE LA TRAGEDIA EUROPEA. NOI SIAMO A LORO
DISPOSIZIONE.


Paolo Barnard non è, al contrario di quanto molti vogliono sostenere, un bufalo intrattabile. E allora, dopo aver ben messo in
chiaro che non avrò nulla a che spartire con Casaleggio, io apro al M5S e rendo disponibile la mia persona e tutto il movimento ME-MMT agli attivisti, politici, e
cittadini del M5S che vogliano approfondire ciò che proponiamo per la salvezza nazionale.


La mia mail è dpbarnard@libero.it. Mettere tassativamente in oggetto CONTATTO CON
M5S. Il mio twitter è @paolobarnard.


Forza, siamo per voi. Paolo Barnard


 


GRANDE PAOLO BARNARD!!!!! TI RINGRAZIO PER LA TUA DECISIONE CHE NON MANCHERA', NE SONO SICURO, DI DARE GRANDI SODDISFAZIONI A
TUTTI COLORO CHE TI SEGUONO, NONCHE A TUTTI GLI ATTIVISTI DEL M5S.


GRAZIE GRAZIE GRAZIE


MAURIZIO

MAURIZIO 09/17/2013 16:12


perdonami di che casino parli? non ne sono al corrente. delucidami.


Maurizio

frontediliberazionedaibanchieri 09/18/2013 17:22



Dopo il meeting di Rimini, Barnard ha avuto una discussione con i suoi ed hanno formato 2 gruppi, prova ne sia che adesso Barnard la chiama MEMMT, poi ha discusso con la Kealton ed altri, e non
mi sembra poco. C.M.



MAURIZIO 09/17/2013 09:52


Questa e' veramente una pessima notizia.Che problemi di carattere ha Barnard? Cosi' acuto e cosi' poco lungimirante? Possibile che non abbia tenuto conto che le sue rivelazioni avrebbero
sconvolto più di una persona? Cosa facciamo, stiamo in finestra a guardare lo tzunami che arriva? Pazzesco. Maurizio

frontediliberazionedaibanchieri 09/17/2013 09:57



Praticamente va d'accordo solo con pochissime persone. Basta guardare il " casino " che ha combinato dopo il primo meeting di Rimini che, secondo me, è stato un successo strepitoso. C.M.



maurizio 09/15/2013 20:05


VORREI SOLO SAPERE UNA COSA: MI STA' BENE TUTTO E MI CONVINCE TUTTO.....SOLO CHE NON HO CAPITO COME HA INTENZIONE BARNARD DI PORTARE AL GOVRNO TALI TEORIE (O FATTI CHE DIR SI VOGLIA). IL MOV 5
STELLE MI SEMBRAVA UN BUON MEZZO..... MA BARNARD NON LO CONSIDERA. QUINDI? COSA SI FA? BASTONI? ELEZIONI? RIVOLUZIONE? COSA? COME? FATEMI SAPERE ED AVRETE CON VOI IL VOSTRO PRIMO SOSTENITORE.


MAURIZIO

frontediliberazionedaibanchieri 09/17/2013 09:26



Caro Maurizio hai centrato il problema. Su che intenzioni abbia Barnard è difficilissimo dare una risposta, dato anche il carattere dello stesso. Noi stiamo cercando di organizzarci sul
territorio ( forlì-Ravenna) e poi vedremo cosa e come si svilupperà. C.M.



barbara 09/07/2013 02:49


il disastroso modello tedesco riconosce a TUTTI i cittadini il reddito di cittadinanza, a differenza di un sistema clienterale e mafioso italiano che lo riconosce solo ad alcune categorie, solo
il 29% dei disoccupati è tutelato. Ma zitti su sta vergogna i tanti paladidi degli ultimi....


Il disastroso modello tedesco ad una ragazza incinta riconosce fino a 1800 euro mensili, in Italia c'è solo il "diritto" OBBLIGO di abortire se si è povere.


Ecco l'eguaglianza

frontediliberazionedaibanchieri 09/07/2013 16:47



Credo che Barnard si riferisse alla situazione economica generale. Sulle differenze di Stato Sociale tra noi e Germania credo sia inutile dire. Loro hanno mantenuto ciò che era stato creato dagli
anni '30 in poi.



Orazio 09/06/2013 23:49


Articolo interessante, l'unica nota stonata riguardava la MMT.


Questa si che non ha capo ne coda e mi stupisco che "Fronte di Liberazione dei banchieri" lo abbia inserito.


Osservazioni?

frontediliberazionedaibanchieri 09/07/2013 16:50



Sulla MMT abbiamo detto e scritto. Se la moneta non la emette lo Stato non si esce da questa spirale usuraia. Comunque abbiamo pubblicato sulla MMT. e su altre dottrine economiche che non ci
vedono in accordo, perchè, secondo noi, la prima cosa da fare è uscire dalla gabbia poi avremo il tempo di " litigare" tra di noi. Tutto ciò che si oppone a questa Europa ed all'Euro va
sicuramente nel " senso nostro ". Claudio Marconi