Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LA VERA CAUSA ED I VERI SCOPI DELLA GUERRA CIVILE AMERICANA

Pubblicato su 15 Dicembre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in USA E AMERICA LATINA

Riportiamo questo brano tratto dal libro della Coogan per dimostrare, una volta di più, come se ce ne fosse ancora bisogno, che i banchieri, per attuare i loro turpi disegni, la sola cosa che sanno fare è la guerra.

Anche oggi siamo in guerra ed anche se non ci sono carri armati, truppe e flotte, è ancora più pericolosa e subdola, è guerra economica: guerra di fame e miseria per i popoli. C.M.

untitled-copia-5.png

 

I banchieri internazionali non avevano avuto successo nei loro sforzi di istituire una Banca Centrale Privata in America. Di conseguenza, non riuscirono a manipolare l’intero sistema monetario di questo paese. Le molte banche di Stato allora esistenti avevano, nonostante il loro potere di creare moneta, la caratteristica rassicurante di essere praticamente tutte unità indipendenti. Perciò, nessuna cerchia ristretta poteva riunirsi e decidere le politiche finanziarie dell’intera Nazione.

La guerra civile americana fu pianificata a Londra nel 1857.

Alcuni banchieri strinsero un accordo secondo il quale la filiale parigina di un gruppo avrebbe sostenuto e finanziato il Sud, e la filiale britannica dello stesso gruppo avrebbe svolto un ruolo analogo per il Nord.

Mediante una abile propaganda essi sollevarono il “ problema della schiavitù”.

Il vero problema era quello di dividere gli Stati Uniti contro sé stessi e indebolire a tal punto la Repubblica da poterla infine suddividere tra gli internazionalisti a scopi di sfruttamento.

Pochi americani sanno che l’Unione americana evitò di essere distrutta al tempo della Guerra Civile, solo grazie all’assistenza fornita ad Abraham Lincoln dallo zar Alessandro II di Russia. Lo zar di Russia comprendeva il complotto ordito dietro la Guerra Civile. Egli venne in aiuto di Lincoln.

Gli internazionalisti di Londra e Parigi avevano provocato l’invio di truppe dai Paesi europei in Messico. Si stavano preparando a marciare verso gli Stati Uniti in soccorso del Sud quando lo zar di Russia avvertì le cinque principali potenze che se una di loro avesse osato inviare un solo soldato sul suolo americano, avrebbe dovuto considerarsi immediatamente in guerra con la Russia.

L’8 settembre 1863 la squadra russa dell’ammiraglio L. Leskowsky giunse a San Francisco e l’11 settembre 1863 la prima nave da guerra della squadra russa dell’Atlantico, al comando dell’ammiraglio A.A. Popov, raggiunse il porto di New York. Entrambi gli ammiragli avevano ricevuto ordini dallo zar: “ Siate pronti a combattere contro qualsiasi potenza e a ricevere ordini da Abraham Lincoln”.

Spiace constatare che pochissimi americani abbiano mai avuto l’opportunità di apprendere, mediante  le loro ricerche, la vera storia degli Stati Uniti, in particolare ciò che Abraham Lincoln dovette fronteggiare nella sua lotta per preservare l’Unione americana.

I veterani della Guerra Civile erano a conoscenza del ruolo svolto dalla Russia nell’aiutare Lincoln ma, abbastanza stranamente, i testi scolastici hanno nascosto la verità.

La storia della Guerra Civile è anche strettamente connessa con il triste destino di Massimiliano d’Asburgo, in Messico.

Tratto da “ I Creatori di Moneta” di Gertrude M. Coogan – Edizioni di Ar, 1977

Commenta il post