Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LA STAMPA AL SERVIZIO DEGLI USA. SI RIBELLA SOLO PER HALLOWEN !

Pubblicato su 2 Novembre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Come al solito si guardano le pagliuzze e non le travi, è una storia vecchia. Il vice direttore de La Stampa prende spunto dalla solita malattia di importazione americana per lanciare strali. Sarebbe più convincente se li lanciasse a proposito delle " missioni di pace" o " esportazioni della democrazia", che dir si voglia, sui colpi di Stato orchestrati in America latina, sulla sudditanza, questa si, vera, politica e militare, che ci obbligano ad avere, sulle basi Nato in Italia, che di fatto sono una " occupazione" della nostra povera patria, su......C.M.

 

untitled-copia-3.png

 


Senza un briciolo di decenza. Il "Buongiorno" di Massimo Gramellini, su la Stampa del 2 novembre (Chi vuo' fa' l'americano?), è un esercizio supremo di ipocrisia, di mistificazione, di falso buon senso e di ancor più falso rimpianto per il buon tempo antico. L'alibi? Ma Halloween, ovviamente. Spacciato come nefasto cedimento alla cultura americana. Ed è fantastico che Gramellini non si sia accorto che il suo giornale (ne è anche il vicedirettore) è il più appiattito sulle posizioni americane. In politica estera come in economia. Ma questo, evidentemente, va bene. Con un commentatore come Riotta, non a caso soprannominato "l'americano", con gli attacchi alla politica anti Usa del Sud America, con le continue aggressioni alla politica estera della Russia. Zerbini di fronte agli ordini dei mercati per penalizzare l'Italia, zerbini di fronte agli ordini americani sulla politica estera italiana nel Mediterraneo. Zerbini di fronte ad una cultura che nega le diversità e che riporta tutto allo stile di vita yankee. Ma guai a festeggiare Halloween. Quello è il vero ed unico pericolo. Sarà perché è una festa di origine celtica e alla Busiarda, il nome piemontese de La Stampa, quando sentono parlare di celtica viene l'orticaria? E Gramellini rivendica pure il primato del nostro carnevale, ignorando evidentemente l'origine della maschera di Arlecchino, cugino primo della festa divenuta poi Halloween.

 Augusto Grandi

Commenta il post