Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

LA BESTIA SIRIANA FIGLIA DI SATANA E' UNA DEL BILDENBERG

Pubblicato su 8 Agosto 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Chiaro no? Fino ad oggi hanno presentato Assad come un Dittatore che stermina i suoi cittadini, non hanno mai parlato di chi si cela
dietro questa Fantomatica organizzazione che vuole a tutti i costi portare Democrazia e diritti in Siria, ma si... una donna che ama i bambini Siriani e specialmente se fatti arrostiti come i
bambini Libici.

Chi è questa Bestia che stà collaborando con i media e tutti i governi Occidentali compresi gli USA e Israele al fine di poter prendere
il posto di Assad e magari sedersi nei nuovi tavoli di lusso che la moglie ha comprato (la solita propaganda dei lecchini occidentali)?

Il suo nome è Bassma Kodmani, il suo nome si trova ben due volte nella lista dei Bilderberg, nel 2008 e nel 2012, nel Consiglio
Nazionale Siriano il suo nome viene scritto in lettere maiuscole, ma non si sà il perchè, si sà solo che è costantemente in contatto con i principali attori occidentali che stanno occupando la
Siria.

Figlia di un Diplomato Siriano che nel 1968 fu condannato a sei mesi di prigione per corruzione, questa portavoce dell'opposizione
aveva 10 anni quando lasciò la Siria andando a vivere per tre anni in Libano per poi andare a Londra con la famiglia per studiare, la sua carriera Politica l'ha studiata e ottenuta in Francia,
come già specificato la Kodmani fece la sua prima comparsa nei Bilderberg nel 2008 come la "Francesina" che rappresentava la "Arabian Reform Initiative" fondata dai governi occidentali come
Agenzia di ricerca nella quale facevano parte altri stati arabi.

Nell'ultima riunione dei Bilderberg è stata nominate Presidente del Consiglio Siriano all'Estero, (come ben sappiamo i Bilderberg
decidono tutto quello che deve avvenire in futuro), molti giornalisti si son chiesti chi fosse quella donna che più volte è stata vista assieme a personaggi di spicco internazionale e che viene
lodata in continuazione anche dalle più alte cariche dei Bilderberg, il giornale Britannico "Guardian" è andato a fare ricerche su questa persona
(come Putin ha ordinato di andare a scoprire chi fossero sti personaggi dell'Osservatorio Siriano per i diritti Umani??? un venditore
di Kebab e la moglie che vende jndumenti che la Croce Rossa inglese raccoglie lasciati davanti le case).

Il Guardian ha scoperto che la Kodmani nel 2005 faceva parte della "Ford Foundation" che a sua volta sponsorizza la "Arabian Reform
Initiative" che guarda caso è stata fondata dal "Council Foreign Relation" CFR, dove si trovano le più grandi industrie e Banche, dalla Coca Cola alla ABC News, dalla Deutsche Bank alla Goldman
Sachs e molti politici di spicco USA.

La "Arabian Reform Initiative" a sua volta ha fondato un'altra organizzazione, la "US Middle East Project" sotto controllo di un ex
Generale in pensione "Brent Scowcroft" l'ex consigliere sulla Sicurezza che a sua volta fu sostituito da Zbigniew Brezinski che anche lui siede nella presidenza di queste organizzazioni, quindi
se una donna del genere che si vanta di avere certe amicizie e collegamenti e chiede costantemente un intervento militare da parte dell'occidente è chiaro che non può dire di avere a cuore la
salute dei cittadini Siriani spacciandosi addirittura come "la Voce del Popolo Siriano" accollando esclusivamente la colpa di tutto questo spargimento di sangue ad Assad, solo una Bestia come i
suoi AMICI può parlare in questo modo.

Il Guardian ha trovato altri nomi che invocano un intervento militare in Siria, ad esempio un certo Radwan Ziadeh che anche lui lo si
trova dentro queste organizzazioni fondate e mantenute dall'occidente, anche lui fà parte come la Kodmani del "Consiglio Siriano all'Estero", in una lettera a Obama chiedeva che gli USA
attaccassero la Siria, la sua lettera è stata firmata anche da James Woolsley ex capo della CIA e dall'ex lecchino di Bush Junior "Karl Rove", da precisare che questo Ziadeh è in stretto contatto
con la Chatham House:

http://en.wikipedia.org/wiki/Chatham_House

Un altro nome interessante è Ausama (Osama/Obama?) Monajed, anche lui vuole a tutti i costi che la NATO cominci a bombardare la Siria
come ha fatto in Libia.


 20080923-13_d-0552-2-513h.jpg
  
In questa foto di Archivio lo si vede assieme a Bush, come tanti altri Dissidenti come Kasparow che vuole a tutti i costi far cadere il
governo di Putin, l'altro nome è chiaro da riconoscere, George Soros, colui che sponsorizza tutte le rivoluzioni colorate, nel 2007 fu fondata la "European Council on Foreign Relation" ECFR,
nella lista dei loro componenti si trovano: George Soros, Bassma Kodmani e tanti altri Politici Tedeschi e Italiani che oggi invocano un interventi militare contro la Siria di Assad e i suoi
cittadini.

Adesso possiamo ben capire il perchè Putin si oppone a tutte le risoluzione che l'ONU vuole far applicare nei confronti della Siria, le
bombe della NATO salvano molti civili da ogni problema sulla terra e li spediscono direttamente sotto terra, quelle facce che vedete nella foto ricordo sono coloro che stanno mettendo in gioco la
pace dappertutto pur di avere un posto a fianco di Satana. Dopo la Siria tocca all'Iran per poi continuare con la Russia, Putin lo ha detto nel 2011 ai suoi generali prepariamoci all'Armageddon,
ora capite anche il perchè il mister Monti ci stà togliendo tutto quello che possediamo, servono a sostenere le rivoluzioni colorate di Soros/Bilderberg per comprare armamenti inutili per
affrontare una guerra già persa prima di iniziarla.

Belli Corrado

Fonte: mentereale

Commenta il post