Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

L'IRAN ATTACCA IL DOLLARO

Pubblicato su 10 Maggio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in MONETA -BANCHE - VARIE

Secondo quanto rivela il Financial Times citando funzionari cinesi, l'Iran avrebbe deciso di estendere il suo commercio di petrolio in yuan. Già in passato l'Iran accettava pagamenti in yuan ma ora con le sanzioni occidentali che hanno reso più complicate le transazioni in dollari per la Banca Centrale iraniana, Teheran ha deciso di aumentare il volume di affari monetizzato in valuta cinese.

Sempre secondo il giornale l'Iran spenderebbe gli yuan accumulati in beni e servizi importati dalla Cina. Altri report suggeriscono che accordi analoghi sono stati conclusi tra Iran e India per accettare pagamenti in rupie, e tra Iran e Russia in rubli, in quella che sembra parte di una strategia iraniana di eliminare velocemente la sua dipendenza dal dollaro.

 Da sempre gli Stati Uniti d'America sfruttano il vantaggio enorme di poter disporre della valuta di riserva internazionale a proprio piacimento. Diversi paesi emergenti, come la Cina e il Brasile e potenze affermate come la Russia e la Francia stanno chiedendo con sempre più insistenza la creazione di un nuovo sistema monetario internazionale che riduca lo strapotere del dollaro.

Con questa mossa l'Iran consente ai paesi che fanno affari con esso di ridurre la propria necessità di reperire dollari per acquistare petrolio sul mercato energetico. Inoltre consente agli altri paesi che posseggono yuan di commerciare liberamente con esso aumentando così il prestigio e l'utilità della valuta cinese.

 Secondo il Financial Times la mossa non sarebbe spiegabile semplicemente come una necessità di fronte alle sanzioni internazionali che hanno limitato le possibilità per il settore bancario del paese islamico di compiere transazioni in dollari ma rappresenterebbe invece un chiaro attacco alla valuta americana come parte del conflitto sul nucleare che vede contrapposti Washington e Teheran.

Fonte: it.ibtimes - Scritto da: Federico Artizzu   12468-yuan-e-dollari.jpg

Commenta il post