Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

L'ELITE MAFIO-MASSONICA-GESUITA AL POTERE CONTROLLA E GESTISCE ANCHE L'OPPOSIZIONE

Pubblicato su 6 Maggio 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in IDEE e CONTRIBUTI

 

 

Nel 1799 Aaron Burr (poi vice presidente degli USA) fondò la "Bank of the Manhattan Company". Nel 1871 il leggendario finanziere John Pierpont Morgan e Anthony Drexel, un banchiere di Filadelfia, fondarono la "Drexel, Morgan & Co", che poi sarebbe diventata la JP Morgan & Co. Nel 1877 John Thompson (editore e finanziere di Wall Street) fondò la "Chase National Bank" (così chiamata in onore di Salomon P. Chase, segretario del Tesoro di Abramo Lincoln), che nel 1930 diventò il più grande istituto di credito del mondo. 

 

Nel 1930 "Chase National Bank" si fuse con la "Equitable Trust Company", controllata dalla famiglia Rockefeller. Nel 1955 "Chase National Bank" e "Bank of the Manhattan Company" si fusero nella "Chase Manhattan Bank". Nel 1996 "Chase Manhattan Corp." si fuse con "Chemical Banking Corp.", dando vita alla maggiore holding bancaria. JP Morgan Chase nacque nel 2000 con la fusione tra "Chase Manhattan Corporation" e "J.P. Morgan & Co.". [Fonte]

 

 

E ancora, Indovinate con chi collaborano le più grandi holding bancarie del mondo... 

 

L'Amministrazione Speciale delle Proprietà della Santa Sede, che era gestita da competenti banchieri laici, fu assistita dalla JP Morgan, dalla Hambros Brothers di Londra e dai Rothschilds di Parigi. Credit Suisse, Hambros, Morgan Guaranty, Bankers Trust, Chase Manhattan, e Continental Illinois, tra gli altri, divennero soci del Vaticano. Questo impero finanziario che finanzia la cospirazione del Vaticano è pieno di omicidi e devastazioni.

 

Malachi Martin, ex professore gesuita presso il Pontificio Istituto Biblico di Roma, nel suo nuovo libro "Rich Church Poor Church", stima le ricchezze della “chiesa” a 300 miliardi di dollari. Egli fa notare che il Vaticano è: “il più grande singolo azionista al mondo con circa 20 miliardi di dollari investiti in modo tracciabile (ma molti di più investiti in modo non tracciabile) con depositi di oro superiori a quelli della maggior parte dei paesi di media grandezza, e con operazioni immobiliari in tutto il mondo.” [Fonte]

 

 

E il cerchio si chiude...

 

Naturalmente per il "rivoluzionario" Grillo riveste un'enorme importanza leccare il culo al Vaticano e ai gesuiti. Il Grillo-baciaculo miliardario dice nel suo blog: "La politica senza soldi è sublime, così come potrebbe diventare una Chiesa senza soldi, un ritorno al cristianesimo delle origini. Ci sono molte affinità tra il francescanesimo e il M5S. C'è qualcosa di nuovo in questa primavera 2013, un terremoto dolce." Ma questo post non è l'unico redatto dall'agenzia di neuromarketing Casaleggio, controllata dai gesuiti; si legga anche qui.

 

1.jpg 

E' chiaro da queste citazioni che, sia il miliardario leccaculo Beppe Grillo, sia l'azienda più ricca del mondo Vaticano & Gesuiti S.p.a. vogliono riciclarsi come francescani, cioè vogliono darci a bere che sono dei poverelli proprio come noi che stiamo morendo di fame sotto la scure di Roma e dell'Europa Gesuitica. Solo che la loro è una recita, la nostra è la dura realtà; e se la recita della politica e della Chiesa senza soldi può apparire sublime ad un radical chic, la realtà della popolazione in miseria e dei suicidi in massa, che quotidianamente riempiono le cronache dei media, è un fatto tragico e non ha nulla di nobile.

 

Che il Vaticano possa e voglia d'un tratto dismettere tutta la sua immensa ricchezza [vedi anche qui e qui] e darla ai poveri è un sogno a cui possono abboccare solo i gonzi grillini; se ciò avvenisse realmente non esisterebbe più la Chiesa per come la conosciamo; quello che è in atto è invece la solita manipolazione delle percezioni e della realtà. Questo marketing si propone di farci credere che anche i potenti sono diventati, o aspirano a diventare, poveri come noi, proprio perché costoro vogliono il nostro consenso, e sanno che noi non lo daremmo certo ad una classe dominante che appare ricca, ladra e opulenta, mentre noi sprofondiamo sempre più nella miseria.

 

E' anche evidente la sottintesa politica futura; infatti, se è altamente improbabile che la Chiesa abbandoni le sue ricchezze per aiutarci ad uscire dalla crisi, è praticamente certo che lo dovranno fare i cittadini e gli Stati nazionali; non dovremmo quindi più aspirare al benessere, ad un giusto salario, ad una sicurezza economica, ad uno Stato ricco in grado di fornire servizi e lavoro ben pagato; dovremmo diventare quindi tutti straccioni, perché povero sarà bello; al massimo potremmo aspirare all'elemosina di qualche centinaio di euro al mese come reddito di povertà (lo chiamano di cittadinanza) per sopravvivere e tirare a campare; perchè è questa la sostanza del programma grillino; questo ha come mira apparente la politica sprecona e i costi dello stato; però, dietro la battaglia sacrosanta contro gli sprechi, sopravanza la battaglia per smantellare lo Stato vero e proprio con i suoi costi necessari; perchè riducendo in continuazione le risorse allo Stato e alla politica, lo Stato e la politica vengono smantellati, per il beneficio della Dittatura Europea, che impone i suoi spietati vincoli di bilancio agli Stati, (i quali non decidono ormai più nulla), per dissanguarli, al fine di edificare il Governo Mondiale gesuitico; infatti è la riduzione dei costi e la lode alla miseria (conseguenza delle leggi "francescane" dell'UE), e non la giusta allocazione delle risorse, o la sovranità monetaria (che restituirebbero benessere e ricchezza alla popolazione e consentirebbero allo Stato di fornire servizi e lavoro) che traspare dalla propaganda dei finti poveri Grillo e Bergoglio.

 

Le classi politiche degli stati all'interno della Dittatura Europea, anche se vi daranno l'illusione di fare e decidere, non conteranno più nulla, non decideranno più nulla, e non avranno più alcuna sostanziale risorsa economica da spendere per i cittadini; tutto sarà deciso dai burocrati gesuitici europei, come Draghi alla BCE; le classi politiche statali dovranno quindi diventare per forza di cose francescane, perchè inutili; e infatti Grillo ci dice: "Ci sono molte affinità tra il francescanesimo e il M5S". Il M5S di Grillo è il Movimento di neuromarketing che serve a gestire l'esistente Dittatura, a farla accettare ai cittadini, non a cambiarla.

 

La classe dominante vaticano-gesuitica, al fine acquisire sempre più potere e denaro, e schiavizzare ancor più la popolazione sotto un Governo Globale, vuole distruggere la ricchezza dell'intera società:

 

"La fase finale di dominio comprende, la distruzione quasi totale della classe media e la riduzione in povertà della gran massa di cittadini. Questa fase è una vera e propria rivolta della classe nobiliare europea (o Romana) che ha tentacolato il globo intero. L'obiettivo della classe nobiliare è quello di creare un Nuovo Ordine Mondiale al cui vertice sta la nobiltà papalina-gesuitica e dove la gran massa della popolazione è ridotta in povertà e schiavitù, è avvelenata, è sorvegliata da tecnologie sofisticatissime ed è controllata nella sua crescita per fare in modo che non crei troppi disordini e ribellioni (lo scienziato new age Lovelock, ad esempio, auspica addirittura una forte riduzione della popolazione)."

 

Cosa c'è di meglio, quindi, nel mentre si compie quest'opera destrutturante, che propagandare le virtù della povertà?

 

A proposito dell'occhio onniveggente che appare nel video della Casaleggio Associati:

 

2.jpg 

Tutti lo hanno interpretato come massonico, ma nessuno ha mai letto L'Occhio Che Tutto Vede dei Gesuiti che fa risalire l'occhio onniveggente proprio ai gesuiti e alla Chiesa, prima ancora che alla massoneria.

 

3.jpg

L'Occhio che Tutto Vede all'interno del triangolo equilatero, Cappella Chigi, Roma

 

Cosa ne dite? Si assomigliano o no l'occhio della Casaleggio e l'occhio della Chiesa di Roma?

 

Tratto da Nwo-Truthresearch 

Tratto da: freeondarevolution.blogspot.it

Commenta il post