Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

JP MORGAN, E' IN ARRIVO L'APOCALISSE FINANZIARIA

Pubblicato su 21 Maggio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in MONETA -BANCHE - VARIE

Quando è uscita la notizia di una perdita di 2 miliardi di dollari da parte di JP Morgan, gran parte del mondo finanziario era assolutamente sbalordito. Ma la verità è che questo è solo l'inizio. Questa è solo un'anteprima molto piccola di ciò che accadrà quando vedremo il crollo del mercato mondiale dei derivati. Quando la maggior parte degli americani pensa a Wall Street, pensa ad un gruppo di noiosi banchieri che commerciano in azioni e obbligazioni. Ma nel corso degli ultimi due decenni si sono evoluti  in molto più di questo. Oggi, Wall Street è il più grande casinò a livello mondiale. Quando il le banche "troppo grandi per fallire" fanno buone scommesse, possono fare un sacco di soldi. Quando fanno cattive scommesse, possono perdere un sacco di soldi, e questo è esattamente quello che è appena successo a JP Morgan. Il loro Chief Investment Office ha fatto una serie di traffici che si sono rivelati spaventosi, e si sono tradotti in una perdita di oltre 2 miliardi di dollari negli ultimi 40 giorni. Ma 2 miliardi di dollari sono poca cosa rispetto alla vastità del mercato globale dei derivati. E' stato stimato che il valore nominale di tutti i derivati ​​del mondo è all'incirca 600 trilioni di dollari e 1,5 quadrilioni di dollari. Nessuno conosce veramente la quantità reale, ma quando questa bolla dei derivati ​​alla fine scoppierànon ci saràabbastanza denaro in tutto il pianeta per sistemare le cose.

Purtroppo, un sacco di notizie mainstream non usano nemmeno la parola "derivati" quando parlano di ciò che è appena successo a JP Morgan. Questa mattina ho ascoltato con attenzione, come un giornalista ha descritto la perdita di 2 miliardi di dollari semplicemente come una "cattiva scommessa".

E forse è più facile da capire per il popolo americano. JP Morgan ha fatto una serie di scommesse davvero cattive e nel corso di una conferenza, ieri sera il CEO Jamie Dimon ha ammesso che la strategia era "imperfetta, complessa, poco esaminata, mal eseguita e mal controllata".

La cosa divertente è che JP Morgan è considerato molto più "contrario al rischio" della maggior parte degli altri principali istituti finanziari di Wall Street.

Quindi, se questo genere di cose sta accadendo a JP Morgan , allora cosa sta accadendo nel mondo in altri uffici simili?

Questa è veramente una buona domanda.

Per chi fosse interessato ai dettagli tecnici sulla perdita di 2 miliardi di dollari, un articolo pubblicato su CNBC ha descritto esattamente com'è avvenuta questa perdita ....

La  copertura fallita probabilmente ha coinvolto una scommessa sull'appiattimento di una curva di derivato creditizio, La siepe fallita probabile coinvolti una scommessa sull'appiattimento di una curva derivati di credito, parte della famiglia di indici di credito d'investimento CDX hanno detto due fonti a conoscenza del settore, ma non direttamente coinvolte nella questione. JPMorgan è stato poi catturato da forti movimenti alla fine lunga della scommessa, hanno detto. L'indice CDX espone i commercianti al rischio di credito in una vasta gamma di attività, e prende il suo valore da un paniere di derivati ​​su crediti individuali.

In sostanza, JP Morgan ha fatto una serie di scommesse molto, molto cattive. Questa perdita è stata così enorme che ha spinto persino i membri del Congresso a prenderne atto. Di seguito lo stralcio da una dichiarazione che il senatore degli Stati Uniti Carl Levin ha rilasciato poche ore dopo l'uscita di questa prima notizia ....

"La perdita enorme che JPMorgan ha annunciato oggi è solo l'ultima prova che quello che le banche chiamano 'coperture' sono spesso scommesse rischiose che le cosiddette banche 'troppo grandi per fallire' non devono fare."

Purtroppo, le perdite di questa attività potrebbero non essere ancora finite. Infatti, se le cose andranno molto, molto male le perdite alla fine potrebbero essere molto più grandi, come ha spiegato in dettaglio un recente articolo di Zero Hedge  ....

Semplice: perché sapeva con il 100% di certezza che se le cose fossero andate molto, molto male, il contribuente, attraverso la Fed, sarebbe venuto in suo aiuto. Per fortuna, le cose sono andate male solo all'80% . Anche se non è ancora finita: se salgono gli spread creditizi, assumendo a 200 milioni di dollari il DV01, e una mossa a 100 bps, JPM potrebbe subire 20 miliardi di dollari di perdita quando tutto sarà stato detto e fatto. Ma hey: almeno "netto" non è "lordo" e sappiamo, è sufficiente sapere che la SEC si metterà in gioco per assicurarsi che qualcosa di simile non accada mai più.

E già, la SEC ha annunciato un'"indagine" su questa perdita di 2 miliardi di dollari. Ma tutti sappiamo che la SEC è fondamentalmente inutile. Negli ultimi anni i dipendenti SEC sono conosciuti più per guardare la pornografia nei loro uffici a Washington DC che per regolamentare Wall Street.

Ma quello che è diventato evidente è che Wall Street è completamente incapace di auto regolarsi. Questo punto è stato sottolineato in un recente commento di Henry Blodget di Business Insider ....

Wall Street non può più essere attendibile per gestire o anche valutare correttamente i propri rischi.

Questo  in parte perché, di volta in volta, Wall Street ha dimostrato che non sa nemmeno quali rischi sta assumendo.

In breve, i banchieri di Wall Street sono solo un gruppo di bambini che giocano con la dinamite.

Ci sono due ragioni per questo, nessuna delle quali si puo ricondurre a "stupidità".

La prima ragione è che gli strumenti di gioco che le banche utilizzano ora sono incredibilmente complicati. Warren Buffett ha descritto i derivati ​​come "armi di distruzione di massa". E quelle armi sono diventate molto più complesse negli ultimi anni.

La seconda ragione è che la struttura di incentivi di Wall Street è fondamentalmente errata: I banchieri prendono tutto il buono se vincono le scommesse, e qualcun altro - il governo o gli azionisti – coprono le perdite.

La seconda ragione è particolarmente insidiosa. La cosa peggiore che possa capitare a un commerciante che manda all'aria una scommessa enorme e demolisce la sua azienda - la cosa veramente peggiore - è di essere licenziato. Poi passa immediatamente a trovare lavoro presso un hedge fund e a fare peggio di quello che stava facendo prima di mandare all'aria l'azienda.

Non abbiamo mai imparato una delle lezioni fondamentali che avremmo dovuto imparare dalla crisi finanziaria del 2008.

I banchieri di Wall Street assumono rischi enormi perché il rapporto rischio/ricompensa è tutto incasinato.

Se i banchieri fanno scommesse enormi e vincono, vincono alla grande.

Se i banchieri fanno scommesse enormi e perdono, allora il governo federale usa i soldi dei contribuenti per ripulire il pasticcio.

A questo tipo di condizioni, perché non scommetterci l'azienda?

Purtroppo, la maggior parte degli americani non sa nemmeno che cosa sono i derivati.

La maggior parte degli americani non ha idea che ci stiamo rapidamente avvicinando a una terribile crisi dei derivati ​​che farà sembrare la crisi del 2008 come un pic-nic di Domenica.

Secondo il Comptroller of the Currency, le banche "troppo grandi per fallire" hanno un'esposizione ai derivati ​​che è assolutamente strabiliante. Basta controllare i seguenti numeri da un rapporto ufficiale del governo degli Stati Uniti ....

JPMorgan Chase - 70,1 trilioni di dollari

Citibank - 52,1 trilioni di dollari

Bank of America -  50,1 trilioni di dollari

Goldman Sachs - 44,2 trilioni di dollari

Quindi, la perdita di 2 miliardi di dollari per JP Morgan è niente in confronto alla sua esposizione totale di oltre 70 trilioni di dollari.

Nel complesso, le 9 banche più grandi degli Stati Uniti hanno un totale di oltre 200 trilioni di dollari di esposizione ai derivati​​. Circa 3 volte le dimensioni di tutta l'economia globale.

E' difficile per la persona comune di strada iniziare a comprendere quanto sia enorme questa immensa bolla dei derivati.

Quindi cerchiamo di non considerare troppo questa perdita di 2 miliardi di dollari da parte di JP Morgan.

Questo è solo mangime per polli.

Questa è solo un'anteprima dello spettacolo a venire.

Ben presto i problemi reali con i derivati ​​avranno inizio, e quando ciò accadrà, scuoteranno l'intero sistema finanziario globale al nucleo.

Fonte: The Economic Collapse 11 Maggio 2012

Traduzione: Anna Moffa per ilupidieinstein.blogspot.com/

Tratto da: terrarealtime   53b8c2b6147f6d555517d273569d2a32_4d43a-http-2-bp-blogspot-c.jpg

Commenta il post