Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Io sono l’amministrato che paga le tasse e vi mantiene. Dunque sono! Dunque scrivo! E’ mio diritto! Capito signora Ministro! di KIRIOSMEGA

Pubblicato su 3 Maggio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Esiste un Paese che vuole stare nell’Europa dei banchieri per interesse dei suoi oligarchi che vogliono e possono usarne le risorse, mentre la gran parte dei suoi cittadini, quelli che massimamente contribuiscono al mantenimento dello Stato sono solo sottomessi a imposizioni economiche brutali che impongono oneri gravosissimi; tutto questo senza peraltro ricevere alcun servizio in cambio. Dunque, tra carico fiscale, sperperi, latrocini e quant’altro commesso da Istituzioni e uomini pubblici l’yatlyota cittadino non solo è il più tartassato d’Europa, ma è anche il meno assistito socialmente.

Insomma, giusto per ripeterlo agli smemorati, agli illusi, agli imbecilli che solo seguono gli atleti che da giocatori, come dev’essere, che sono stati trasformati in corrotti atleti… gli oligarchi della casta, quelli protetti dalle cariche delle Polizie anche quando hanno sfacciatamente torto, hanno scoperto la socializzazione delle perdite e il lucro privato dei guadagni.

Così, per loro esclusivo interesse gli stessi oligarchi al potere non hanno creato un gettito fiscale omogeneo, cioè ripartito in maniera uguale su tutti i cittadini, ovviamente sarebbe troppo utopistico pensarlo come norma proporzionale secondo possedimenti, e per recuperare denaro da regolarmente sperperare e impastoiare con la burocrazia hanno aumentato le tassazioni sui soliti noti che vivono di lavoro dipendente e pensione.

Proprio per tali iniquità comincio a comprendere chi evade le tasse, intendiamoci considero la cosa disonesta, ma più disonesto è lo Stato Giuridico con i suoi rappresentanti governativi ILLEGALI e quasi legali, e con gli amministratori che nulla fanno per migliorare le condizioni sociali di questo Paese, anzi, sono proprio questi i primi e peggiori lestofanti, concetto da non intendersi nel senso di bersaglieri.

E qui, dopo la solita trita rampogna che propongo verso l’ILLEGITTIMO E ANTICOSTITUZIONALE GOVERNO DEL SIG MONTI, VERSO I PARLAMENTARI IMPOSTI DAI PARTITI, VERSO GLI STESSI PARTITI, VERSO I SINDACATI, VERSO IL SISTEMA BANCARIO E QUELLO CLERICALE CHE NON DEVE MAI ESSERE DIMENTICATO PER LE SUE NEFANDEZZE LA CUI PRIMA E PEGGIORE E’ ESSERE CONTEMPORANEAMENTE, E SECONDO CONVENIENZA, FEDE RELIGIOSA E PARTITO POLITICO, PARTITO PERO’ ESTERO E OCCULTO CHE PESANTEMENTE INTERVIENE E AMMINISTRA GRAN PARTE DELLE RICCHEZZE DEL PAESE, desidero far riflettere su un importante concetto che, pur esistente in quell’Europa economica tanto ormai odiata dai cittadini di molti Paesi, ha una giusta logica che supporta la sua esistenza.

Si tratta della “RETE EUROPEA CONTRO LE FRODI E LA CORRUZIONE DEL SISTEMA SANITARIO” che, guarda caso, l’Italia del sig Napolitano e amici, del sig Monti e compagni dei nuovi soviet bancari non fanno rispettare, e non sottoscrivono.

Eppure, in questo Paese la sanità pubblica è una fognatura a cielo aperto, un coacervo d’interessi miliardari per politici e loro complici. Congerie d’interessi, dunque, che mantiene un nugolo di disonesti e, proprio perché tale, vi sono in essa micro mondi di serietà e validità che possono essere invidiati da chiunque pur essi non avendo altro valore nel dramma pubblico.

Infatti, non è possibile accettare che un malato portatore di una seria patologia debba attendere molti mesi per una visita specialistica o diagnostica, e la cosa è tanto più vergognosa e inaccettabile perché assai spesso tali ricorrenti al SSN sono signori in grave disagio economico che però subito potrebbero ottenere ciò di cui hanno bisogno a patto che si rivolgano a medici privati sovente prestati all’inframoenia ospedaliera. E questo sta succedendo perché la differenza di costo tra i due settori sanitari, pubblico e privato, è stato così appiattito che l’utente in stato di necessità, pur avendo pagato con le sue tasse il SSN, ricorre “all’INDUSTRIA MEDICA PRIVATA” per le lungaggini delle pubblica amministrazione.

Importante è comprendere che lo strano fenomeno è avvenuto massimamente con l’esplosione dell’ultra liberismo finanziario economico che ha condotto a considerare la Sanità Pubblica come una società che deve produrre reddito!

No, non è accettabile il concetto politico liberista di valutare ogni cosa secondo produttività monetaria, la Sanità Pubblica deve produrre salute sociale e personale, essa non è un’azienda cui possono essere addossati indiscriminati tagli di spese, salvo che riguardino gli sperperi, o certi onorari che non si vogliono toccare.

Che, però, gli scandali nella sanità per malasanità e per sperpero di denaro pubblico siano pressoché giornalieri è a tutti evidente, ed a ciò si aggiunga che corruzione e frodi non incidono soltanto sull’economia reale del Paese, ma anche nocciono gravemente alla salute dei cittadini perché limitano l'accesso ai servizi, o, in ogni caso, istigano prestazioni qualitativamente inferiori o non appropriate.

La Rete europea contro il malcostume sanitario stima che in Europa il 6% circa del fatturato annuo è dovuto a corruzione che in Italia si traduce in un volume d’affari che ammonta pressappoco a 6,5 miliardi di euro indebitamente sottratti alla salute di cittadini.

 Ma l’illegittimo governo del sig Monti non si mostra assolutamente interessato a che il settore sanitario sia allineato con il resto d’Europa, perché nulla mette in opera per fare scomparire vergognosi comportamenti del settore pubblico così da porsi in favore della salute dei cittadini.

Però alla… salute delle banche, ma questo è un altro discorso!

Mentre scrivo, grandezza del web, apprendo che i signori tecnici Anticostituzionalmente al Governo Illegale che rappresentano hanno di nuovo fatto ridere l’ytalyota cittadinanza per la disperazione:

1)      Hanno nominato un tecnico che aiuti loro, i tecnici, a scovare problemi di sperpero effettuati con denaro pubblico.

2)      Per questo stanno sperperando denaro pubblico al fine di creare un sito, con modulo annesso, in cui i cittadini potranno finalmente divenire delatori!

Mi sembra abbiamo un governo di tecnici che nomina dei tecnici, e poi chiede alla popolazione di fare il lavoro che dovrebbero fare i tecnici che hanno nominato i tecnici... Mi pare assurdo”, così ha ironicamente commentato la segretaria della CGIL.

Io, invece, commento così: “Ma i professoroni che stanno al Governo, data l’avanzata età non dovrebbero già essere capaci a cavarsela da soli”?

kiriosomega     kirios.jpg

Commenta il post