Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

IN GIRO C'E' ARIA DI GULAG !

Pubblicato su 25 Ottobre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

La Legge “ salva- Sallusti” come è stata approvata dalla Commissione del Senato è una legge ammazza rete.

Perché proprio adesso la volontà di censurare la rete ?

Perché lascia, agli antagonisti, l’immenso spazio politico e propagandistico di quella che è ormai rimasta la sola e vera opposizione in una Italia colma di crescenti tensioni, di problemi sempre più gravi, di insoddisfazioni sempre più evidenti.

La rete non serve ad estremizzare, non a rendere più oltranzista, ma più moderna, più agile, più incisiva la voce dei ribelli nella loro presenza politica ed organizzativa.

Ed è stato qui, si badi bene perché è il punto importante, è il nocciolo del problema sul quale si sta tentando di equivocare, è stato per questa impostazione che è scattato l’allarme della classe politica: la rete proiettata a diventare la cassa di risonanza degli antagonisti incisivamente sociale e operativamente attuale: ecco quello che preoccupa e mette in agitazione la dirigenza politica, i servi sciocchi del regime, che si sguinzagliano in una campagna, da parolai ciarlatani, tendente a ridurre al silenzio le voci ribelli.

Può sembrare banale ma non lo è affatto: se si agitano tanto, se così frequentemente parlano della libertà della rete, delle tesi e degli orientamenti che da esse si propagano, segno è che sono preoccupati, che sentono con l’istinto politico, oltre che con il ragionamento, che da questa parte si può elaborare e portare costruttivamente avanti una vera e propria strategia di battaglia politica anti usuraia e per il popolo.

Visto che questo regime si sta “ economicizzando” diciamo pure che si tratta di una operazione alla Pavlov, quello dei “ riflessi condizionati”, tanto per intenderci.

La verità è che qualche “ occulto “ regista sta facendo agire i politici in maniera tale da incanalare e uccidere sul nascere qualsiasi tipo di dissenso.

Ha giocato in pieno il riflesso condizionato, e i giornali, i settimanali, i media, più o meno radical-libertari, che si pavoneggiano ad ogni occasione con i “ retroterra culturali”, non dovrebbero fare molta fatica per comprendere che quel “riflesso viene da lontano, sa di politica scientifica elaborata a tavolino, comporta, sostanzialmente, la rinuncia da parte di tutto il fronte degli antagonisti a svolgere qualsiasi ruolo oppositorio contro il governo dei tecnocrati e dei banchieri.

Tutte cose che si trovano a volontà in questo Paese sgangherato, dove la gente, in giro, ha i nervi a pezzi e dove, ai vertici, tutto è corruzione e viltà.

In giro c’è aria di Gulag.

Claudio Marconi   12283763-concetto-di-censura-con-stretti-affari-lipped.jpg

Commenta il post

Koenig m.b. 10/25/2012 18:49


Credetemi,in giro c'è anche ARIA di GIUSTIZIA,quella OPERATIVA.


Non si credano che cadremo solo noi,non sarà cosi'!