Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

IL MOSTRO E' " ADDOLORATO" PER LE SUE VITTIME

Pubblicato su 28 Maggio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Quando ieri ho letto la notizia sono rimasto senza parole, tanto era intrisa di  atrocità e crudeltà verso un popolo che è stato ridotto allo stremo ed al limite della normale, decente vita alla quale hanno diritto le nazioni europee.

Questo ignobile essere, Christine Lagarde, non soddisfatta della stato di miseria alla quale il suo FMI, con la complicità della BCE e della UE, ha ridotto la Grecia, facendo finta di ignorare che alle mamme greche viene negato l’elementare diritto di usufruire delle prestazioni di una ostetrica, che a molti pazienti, negli ospedali greci non vengono più somministrati medicinali salva vita, cosa ti risponde ad una giornalista inglese: “ Penso più ai bambini di una scuola di un piccolo villaggio del Niger che hanno due ore di scuola al giorno, dividendosi una sedia in tre, e che bramano per avere un’educazione. Io ho sempre in mente loro. Perché credo che abbiano più bisogno di aiuto che non gli abitanti di Atene”.

E brava Lagarde. Prenderei atto di tanta “ umanità “ e delle “ buone” intenzioni  se il discorso fosse sincero, onesto e responsabile. Ma qui di responsabile, o meglio di irresponsabile, c’è soltanto la politica del FMI che ha, e sta continuando, ad affamare l’Africa, compreso il Niger, direttamente o tramite il suo braccio armato: le multinazionali.

Non possiamo ignorare che una trentina di anni fa l’Africa era alimentarmente autosufficiente, sembrava quasi avviata verso un boom economico, poi è arrivato il FMI per “ aiutarla”, gli ha concesso enormi prestiti per lo sviluppo, come dicono loro, in cambio di lucrosi interessi, ed il cappio si è stretto intorno al collo.

In un primo momento le nazioni africane, per pagare gli interessi, hanno iniziato a vendere all’estero le derrate alimentari togliendole ai loro popoli, e quando gli introiti non sono più bastati sono arrivate le multinazionali, i mercenari cubani, e l'occupazione economica straniera per incassare gli interessi, depredare in maniera ignobile le materie prime di quel continente, e sfruttando, oltre qualsiasi minimo tollerabile senso umano, le popolazioni locali.

Dopo aver ucciso centinaia di migliaia di persone, derubato le popolazioni, distrutto le economie annientando intere branche del settore pubblico ci si inventa il “Quadro strategico di lotta alla povertà” (CSLP), una nuova impostura inventata e promossa dalle stesse autorità, a spese della stessa popolazione e che conduce alle stesse impasse. E’ un generosissimo dono  all'Africa delle “geniali” politiche della Banca mondiale e dell'FMI.

Il FMI favorisce la fame e la miseria perché dietro la “ lusinghiera “ volontà di aiutare quelle popolazioni, si cela il più terribile strumento di dominazione che permette al FMI stesso di esercitare un controllo sull’economia africana ed alle multinazionali di depredarle di tutto ciò che c’è di valore.

Considerando che il piatto è ghiotto, e non tutte le ciambelle vengono col buco, si sa il diavolo fa le pentole ma non i coperchi,  ecco affacciarsi un nuovo sfruttatore : la Cina che poco tempo fa presta 5 miliardi di dollari al Congo per il suo sviluppo. Praticamente ha studiato e molto bene imparato la tattica del FMI è la usa in prima persona, cercando di togliere, nei fatti, il terreno sotto i piedi al FMI stesso.

Ma gli usurai sono duri a morire e la banda diretta dalla Lagarde fa concludere contratti ad Areva per l’uranio del Niger, da Sadiola per le miniere d’oro in Mali, da Elf- Total in Nigeria od in Gabon per il petrolio i cui proventi saranno destinati solamente in parte irrisoria alle popolazioni, che, nel frattempo, continuano a vivere di stenti se non a morire di fame.

La filosofia del FMI è soltanto una: se hai contratto un debito, non importa se volontariamente o forzatamente, lo dovrai onorare. La nostra prosperità è basata sulle ricchezze che noi ti rubiamo.

Sempre sotto gli occhi dei suoi predecessori si è consumato lo scempio ambientale della Nigeria, avallato dalle autorità del FMI, da parte della Shell, Chevron ed Agip, dopo aver annientato il popolo Ogoni ora stanno iniziando con il popolo Bodo. I sistemi sono sempre gli stessi: con le armi ed i mercenari prezzolati e con l’inquinamento ambientale.

E che dire della predazione del Congo  e delle immense ricchezze del sottosuolo: oro, diamanti, rame e coltan ?

Questi preziosissimi minerali hanno scatenato la guerra, sanguinosissima che sta devastando il paese, ed i cui proventi servono a corrompere i governi locali, a vendergli armi, ed a farsi pagare gli interessi.

Mentre la Lagarde ha in mente sempre e solo i bambini del Niger, meno male che non si mette a piangere come la Fornero, non ci dice il crimine che hanno portato a compimento i suoi predecessori e che lei ha avallato.

Prima che il Congo orientale fosse adocchiato per il coltan, e per gli interessi dei banchieri, era un’area tra le più fertili di quel continente tanto da essere soprannominato il granaio del Paese. Riforniva di carne e verdure la capitale e non solo. Con l’arrivo degli aiuti del FMI la gente ha forzatamente, sotto la minaccia delle armi, abbandonato le attività agricole e pastorali per essere trasformati in schiavi per l’estrazione del prezioso minerale: agli inizi del 2000 circa 10.000 persone sono state trasferite nella zona dei giacimenti di coltan.

Questo minerale fa talmente gola agli interessi del FMI che hanno ordinato ai “loro” mercenari di sospendere l’estrazione dell’oro per dedicarsi prioritariamente a quella del coltan e li hanno “ convinti” mettendogli la mano in tasca: per l’oro o i diamanti gli fanno avere più o meno 200.000 dollari al mese, per il coltan un milione, e forse più, di dollari al mese.

Ma la strategia predatoria non segue sempre lo stesso corso.

In Angola, questa razza di sfruttatori prezzolati, si è concentrata sui diamanti che in quel Paese significano sangue versato da centinaia di migliaia di cittadini, nazionali e stranieri non asserviti e proni ai voleri del FMI.

La popolazione locale deve assistere impotente al saccheggio di quella ricchezza che gli potrebbe permettere di avere una vita decente e tollerabile sempre sotto la minaccia delle armi delle elite economico-politiche-finanziarie di gradimento del FMI.

La lista è ancora lunga e bagnata di sangue innocente, è storia di ordinario sfruttamento, di azzeramento di qualsiasi diritto umano, di fame e di miseria, di una altissima mortalità infantile, di condizioni di vita sub-umane e questa “ signora” ci vuole venire a raccontare che ha a cuore i destini e il vivere dei bambini del Niger.

Il giorno i cui tutti i popoli della terra potranno avere e godere della propria sovranità e indipendenza politica, economica e militare sarà il giorno in cui i banchieri di tutto il mondo saranno sconfitti.

Sempre secondo la Lagarde se i bambini greci, ma come penso di aver dimostrato non solo greci, non hanno e non godono più dei più elementari servizi e di condizioni di vita umane, “ i genitori sono i responsabili, vero? E quindi devono pagare le loro tasse” per continuare a farci incassare gli interessi, aggiungo io.

Il mostro è “ addolorato “ per le sue vittime.

Claudio Marconi   200px-Blakebeast1bg

Commenta il post

roberto pecchioli 05/28/2012 19:22


Il FMI e la Banca MOndiale, insieme con l'OMC sono i massimi criminali contro l'umanità. Per nostra sfortuna, in Europa abbiamo (hanno deciso, in verità- e senza dibattito) di imitare FMI e BM:
avremo il MES , Meccanismo Europeo di Stabilità, una nuova banca irresponsabile e con poteri immensi e dittatoraili alla quale conferiremo , insieme a quel che resta della nostra sovranità, 75
miliardi di euro dal sudore del nostro popolo. Daremo soldi a costoro - gratis- affinchè ce lo possano prestare a strozzo. Il primo impegno è quello di diffondere la verità, che è
RIVOLUZIONARIA. 

frontediliberazionedaibanchieri 05/28/2012 22:28


Perfettamente in sintonia. Claudio Marconi