Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

I GRILLINI HANNO VOTATO PER IL PD AL SENATO....CHE DELUSIONE

Pubblicato su 17 Marzo 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Lo abbiamo sempre sostenuto: il sistema non si cambia cambiando qualche uomo, ma cambiando il sistema stesso.

Il M5S raccoglie quello che ha seminato, ha rinunciato all'educazione degli uomini privilegiando esclusivamente i messaggi tenedenti a " condizionare" le loro opinioni, non ha capito che non bisognava scendere a patti - Scalfari la chiamerebbe " evoluzione" politica che, però, non vale quando un senatore di altro schieramento vota per il PDL, in questo caso diventa " mercato delle vacche" - con un sistema che ha diffuso a piene mani empietà e bassezza, disprezzo, se non fastidio, per la verità, fumi di titanismo di basso bordo per sproloquiare su ciò che è " bene" e ciò che è " male", fantasmi di imprese senza legge e senza meta. Anche se non siamo mai stati teneri verso Grillo ed il M5S ce ne dispiaciamo, ma dobbiamo prendere doverosamente atto  che, in ultima analisi, questo è quello che intendono gli eletti ed " intelletuali" del M5S per "cambiare" il sistema.

Se non si hanno le chiavi di lettura della politica attuale non è possibile penetrare il significato profondo di cosa intendono per " cosa pubblica" i partiti attualmente presenti in Italia, tutti, anche quelli con lo 0,01%, e, fondamentalmente, non si capiscono i dinamismi della " guerra" in corso tra il popolo e la casta. Claudio Marconi

politic.jpg

 

 

Che dire, dovevano essere i rappresentanti del popolo stanco, del popolo che non avrebbe dettato regole all’interno della Camera e del Senato, ed invece sono come tutti gli altri. Alla fine anche loro sono come tutti gli altri, appena hanno avuto la poltrona anche loro hanno votato contro il partito. Che tristezza, e pensare che parlavano di fiducia…anche voi, avete tradito il popolo italiano.

Alcuni del partito Movimento Cinque Stelle alla fine hanno deciso per Laura Boldrini e Piero Grasso, rispettivamente presidente della Camera e del Senato. Una sconfitta sotto punti di vista.

Naturalmente, Beppe Grillo si è molto arrabbiato per questa scelta tanto che ha detto sul suo blog che se hanno sbagliato devono andare a casa, poichè alla fine la loro politica era quella “Se qualcuno si fosse sottratto a questo obbligo ha mentito agli elettori, spero ne tragga le dovute conseguenze”. Di certo, non ha tutti i torti, visto che ancora una vota coloro che sono sulla poltrona, hanno dimostrato che una volta sulla sedia fai di tutto per rimanerci. Che schifo!

Fonte: mammagossip.com

Commenta il post

Orazio 03/17/2013 19:13


Beh, non solo di questo!


Restando comunque in tema dell'articolo pubblicato, ho trovato un articolo del Blog mercato libero http://www.mercatoliberonews.com/2013/03/m5s-trovato-il-punto-debole.html


Devo dire che concordo in pieno con lo critto da Uriel Fanelli.


Del resto, datio che sappiamo che destra e sinistra, sono di fatto la stessa cosa, è ovvio che occorra procedere in modo diverso da quello
che è stato fatto fino ad ora... siamo solamente alle prime battute.


OVvero occorre procedere, per i grillini,  in modo lineare cioè, aver chiaro in mente quello che volgiono, e non con poche o nessuna
idea, e poi tenere la barra ben ferma.


In caso contrario, avranno buon gioco ad affossarli.


Concordi?

frontediliberazionedaibanchieri 03/18/2013 10:26



Vedremo in seguito come si comporteranno. Ma una cosa è certa se si fanno invischiare nella  politica politicante sono finiti. Quello che rimarchiamo sempre è che nessuno dei grillini,
Grlllo compreso, parla di Sovranità Monetaria. Da da pensare. Claudio Marconi



Orazio 03/17/2013 17:36


La "cosa" non è di per se importante, anche se sotto l'aspetto d'immagine, ha la sua influenza.


Io la metterei, sotto questo aspetto, hanno voluto dar "fiducia" a personalità quasi furoi dai partiti, bene, ora hanno una cambiale da riscuotere...


Con questo, non voglio essere frainteso, come penso la maggior parte della gente potrebbe pensarlo, ovvero possono chiedere/esigere nei confronti di queste persone quello che potrebbe stare a
cuore della gente... per ESEMPIO LA SOVRANITA' MONETARIA o per lo meno una pubblica discussione!!!!


  perchè no?

frontediliberazionedaibanchieri 03/17/2013 18:30



Il problema vero è che di Sovranità Monetaria Grillo non ne parla più da diversi anni