Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

GRASSO E BOLDRINI RINUNCIANO ALL'APPARTAMENTO DI SERVIZIO. LA SCELTA COSTERA' DI PIU' AL CONTRIBUENTE

Pubblicato su 22 Marzo 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Il presidente del Senato, Pietro Grasso e la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, hanno dichiarato che rinunceranno agli appartamenti di servizio in dotazione. Questa decisione, a nostro parere, comportera' un aggravio di costi per il contribuente e di disturbo per i cittadini romani.

Vediamo il perche'.

 

GrassoBoldrini.jpg

Anche se non si utilizzano, gli appartamenti non scompaiono, cosi' come il personale di servizio che deve essere egualmente retribuito. Aggiungiamo "l'obbligo" dei pranzi istituzionali e di lavoro. Quindi, il costo complessivo degli appartamenti, utilizzati o meno, non cambia.

I due presidenti avranno una propria abitazione privata, il che significa il trasferimento giornaliero casa-ufficio-casa, con auto di servizio e di scorta (6 persone a turno), piu' il servizio di guardiani davanti all'abitazione privata, 3 agenti a turno, 24 ore su 24 ore. Il servizio di sicurezza non dipende dalla volonta' dei due presidenti ma dalle valutazioni del ministero dell'Interno, vale a dire che, anche a volerlo, i due presidenti non potrebbero rinunciare. Aggiungiamo i problemi del traffico romano, caotico di per se', che aumenterebbe a causa dei trasferimenti della seconda e terza carica della Repubblica. L'esperienza dei presidenti della Repubblica, Scalfaro e Cossiga, dovrebbe essere da esempio di come si aumentarono costi e disservizi, tant'e' che quando il presidente Ciampi accenno' ad analoga scelta lo invitammo a desistere.

Aggiungiamo una nostra disponibilita': siamo disposti a portar loro il caffe' mattutino, ovviamente se lavorano per risolvere gli annosi problemi del nostro Paese.

 

Scritto da: Primo Mastrantoni - Fonte: aduc.it

 

Tratto da: nocensura.com

Commenta il post