Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

GLI UOMINI DI SOROS

Pubblicato su 21 Novembre 2011 da frontediliberazionedaibanchieri

STANLEY DRUCKENMILLER: L’AFFOSSATORE DI VALUTE

Fonte: Forexometro

Tra i piu' grandi gestori mondiali di hedge fund, famoso per le sue mega speculazioni aggressive, allievo di George Soros, ha sempre sostenuto di non essere spinto tanto dal guadagno ma piuttosto dalla voglia di vittoria. Stanley Druckenmiller nato nel 1953 a Pittsburgh, Pennsylvania è stato classificato da Forbes come la 119a persona più ricca d'America.

Nel 1975, Stanley Druckenmiller si è laureato al Bowdoin College dove ha studiato inglese ed economia, con il desiderio di diventare un giorno professore di queste materie. Ha iniziato a lavorare su un dottorato di ricerca presso l'Università del Michigan, ma ha presto lasciato preferendo il posto di analista azionario alla Pittsburgh National Bank. Appena un anno dopo, è diventato capo del gruppo di ricerca equity della banca. A 28 anni fonda la Duquesne Capital Management con appena un milione di dollari.


Nel 1985 decide di lavorare come consulente per la Dreyfus, diventando il capo del Fondo appena un anno dopo. Pochi anni più tardi accetta l'offerta di George Soros ed occupa una posizione all'interno del Quantum Funds. Insieme compiono la famosa impresa di "rompere la Banca d'Inghilterra", mandando in tilt la sterlina britannica e ottenendo un miliardo di dollari di profitto in un solo giorno.

Dopo 12 anni col Quantum Funds, nel 2000 Druckenmiller lascia la società a seguito di una forte perdita causata dagli investimenti nei tecnologici e si impegna allo sviluppo della Duquesne Capital Management con la quale ottiene un meritato successo. Alcuni mesi dopo fa un altro centro guadagnando un altro miliardo di dollari, puntando sul declino della corona svedese.

 

 

 

Ma non è solo l'impresa con Soros a renderlo famoso, ma soprattutto l'essere stato in grado di realizzare risultati eccezionali per lunghi periodi di tempo. Infatti la media dei suoi rendimenti annuali si è sempre aggirata attorno al 25%. La sua forza è soprattutto la capacità innata di di entrare ed uscire dalle posizioni al momento giusto, sapendo sempre quando è tempo di tirarsi indietro se necessario, visto che tra i suoi punti di forza c'è l'obiettivo costante di mantenere il capitale. I suoi rendimenti dimostrano una buona strategia di base insieme alla disponibilità ad assumere rischi occasionali.

Nell'agosto 2010 decide di chiudere la propria società, la Duquesne Capital management, a causa delle prestazioni deludenti, che non avrebbero tenuto lo standard di rendimento al quale Druckenmiller era abituato, ma anche a suo dire stanco della forte volatilità del mercato.

Con un patrimonio netto di circa 3 miliardi di dollari, non si è di certo fatto mancare nulla come ad esempio una flotta di oltre 12 diverse auto che tiene nel Southhampton, oltra ad un jet Bombardier Global Express BD-700. Ma si è anche mosso nelle donazioni come molti suoi illustri colleghi, dando in beneficenza milioni di dollari ogni anno a varie organizzazioni filantropiche. E' anche presidente del consiglio della Harlem Children's Zone, un'organizzazione benefica newyorkese creata da un suo amico.

 

JIM ROGERS

Fonte: Wikipedia

James B. Rogers, Jr. (Wetumpka, 19 ottobre 1942) è un imprenditore, investitore statunitense, oltre che docente universitario, analista finanziario ed autore di diversi libri del settore. Ha inoltre fondato la Quantum Group of Funds (fondata insieme a George Soros) e l'indice Rogers International Commodities Index.

Biografia [modifica]

Jim Rogers, all'anagrafe James Beeland Rogers, nacque a Wetumpka (Alabama), e crebbe nella città di Demopolis, dove a cinque anni iniziò la sua prima attività, vendendo bottiglie di acqua alle partite di baseball. Nel 1964, dopo aver ottenuto il Bachelor alla Yale University, ottiene il suo primo lavoro a Wall Street, alla Dominick & Dominick. Due anni dopo ottiene anche il Master's Degree (corrispondente alla nostra laurea magistrale) alla Oxford University. Dopo il periodo di studio, Rogers torna negli Stati Uniti dove svolge il servizio di leva per alcuni anni.

Nel 1970 Rogers venne assunto alla Arnhold & S. Bleichroeder, dove conobbe George Soros. Nello stesso anno i due crearono la Quantum Fund, diventata in breve tempo una delle aziende più importanti al mondo del settore finanziario. Nel 1980 Jim decise di ritirarsi, e di girare la Cina in motocicletta, per poi tornare negli Stati Uniti, dove divenne docente di finanza alla Columbia Business School di New York.

Tra il 1989 ed il 1990 è stato il conduttore di due programmi televisivi, The Dreyfus Roundtable e The Profit Motive with Jim Rogers. Dal 1990 al 1992 ha effettuato un altro giro in motocicletta, questa volta non nella sola Cina, ma in tutti i sei i continenti, percorrendo circa 160.000 km ed entrando nel Guinness dei primati.

Nel 1998 Rogers creò il Rogers International Commodity Index, facente riferimento al mercato delle commodities.

Tra il 1 gennaio 1999 ed il 1 maggio 2002 Jim Rogers segnò un altro record del mondo, percorrendo 245.000 km in oltre 110 paesi, insieme alla moglie Paige Parker. Questo viaggio iniziò in Islanda, in occasione del millesimo anniversario del viaggio in America di Leifr Eiríksson. Il 5 gennaio 2002 tornarono a New York, nella loro casa di Manhattan. Questa esperienza pose le basi per la stesura di Adventure Capitalist.

Tornato in America, Rogers diviene ospite fisso di Cavuto on Business, un programma di analisi finanziaria trasmesso da Fox News. Nel 2003 ha avuto una figlia, chiamata Happy (felice in italiano). Nel 2005 scrive Hot Commodities: How Anyone Can Invest Profitably in the World's Best Market; in questo libro Jim descrive come le commodities siano diventate uno dei migliori investimenti al mondo, soprattutto nel medio e lungo periodo.

Nel settembre 2007 Rogers lascia la sua occupazione, con una buonuscita di 15 milioni di dollari, e si trasferisce a Singapore, perché ritiene il mercato asiatico potenzialmente il maggiore al mondo.

In merito alla recente crisi finanziaria Rogers ha dichiarato più volte che la colpa principale è delle banche centrali, ed in particolar modo della Federal Reserve, sostenendo come la cura migliore per il futuro sia abolirle, e far fallire le banche, invece di salvarle attraverso nazionalizzazioni, pronosticando inoltre un olocausto inflazionistico (vedi iperinflazione) per il prossimo futuro[1]. Oltre a queste dichiarazioni, nel gennaio 2009, rilascia un'intervista dove dichiara: "Vi consiglio urgentemente di vendere tutte le sterline che avete. È finita. Odio dirlo, ma non metterei più denaro nel Regno Unito", pronosticando un crollo futuro della moneta britannica[2].

 

300x201-images-stories-soros_druckenmiller.jpg

Commenta il post