Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

GERMANIA MINACCIA VETO: ROMANIA E BULGARIA RINUNCIANO PER ORA A SCHENGEN

Pubblicato su 7 Marzo 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in EUROPA

Ai tedeschi potremmo " regalare " Vendola ed i " suoi fratelli rom". Claudio Marconi

 

 

 

 

 

http://it.euronews.com/ Romania e Bulgaria rimarranno ancora fuori dall'aria Schengen. Alla vigilia del vertice convocato a Bruxelles per discutere l'ingresso nell'area di libero scambio di Bucarest e Sofia, la Germania minaccia il veto.

Una presa di posizione che ha spinto i governi delle due ex Repubbliche socialiste a non sollecitare il voto nella riunione ministeriale europea.

"Chiediamo di ricevere delle motivazioni, di sapere le ragioni. Ma quelle basate sui trattati, quelle basate sulle regole di Schengen, non quelle basate sulle considerazioni politiche - dice il ministro degli esteri romeno, Titus Corlatean - Non vediamo l'ora di discuterne nel prossimo incontro per capire meglio dove è il problema".

Berlino ritiene che Sofia e Bucarest, entrate nell'Unione nel 2007, debbano progredire ulteriormente nella lotta alla corruzione e nella gestione dei flussi migratori.

"Per quanto riguarda la Bulgaria, sono sicuro che la reputazione del nostro Paese è identica a quella del suo primo ministro - sostiene Solomon Passy, ex ministro degli Esteri bulgaro - E il primo ministro bulgaro, in questo momento, non gode di una grande fama tra i suoi colleghi dell'Unione europea".

Nel 2011 hanno varcato il confine tedesco 150mila cittadini bulgari e romeni, in maggioranza di etnia rom. Un arrivo in massa indipendente dall'ingresso nell'area Schengen, ma che trova una forte opposizione in Germania a pochi mesi dalle elezioni generali.

Commenta il post