Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

ETINOMIA: MONTI NON TAGLIA IL TAV, MA I SUSSIDI ALL'HANDICAP

Pubblicato su 2 Ottobre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

Il governo italiano sostiene di voler spendere 50 milioni di euro per la costruzione di una stazione internazionale nel comune di Susa, nell’ambito della presunta realizzazione di una linea ferroviaria ad alta capacità per collegare Torino a Lione. Non rimanendo molto dopo il tornado dei tagli che hanno massacrato la scuola, il lavoro, i trasporti locali, la salute dei cittadini, le prossime spese per luminose stazioni e treni vuoti ma velocissimi, saranno pagate dai disabili e dalle loro famiglie. In un recente disperato tragicomico momento parlamentare è passata per un attimo la proposta di trasferire i soldi che lo Stato avrebbe guadagnato dalla tassazione delle bevande gassate, direttamente ai fondi per la disabilità. 

Sfumata in extremis questa ipotesi per il comprensibile ostruzionismo delle megacorporation, gli onorevoli non hanno neppure

 

Handicap

 

pensato per un attimo che fosse un oltraggio, oltre che un’ingiustizia, non rinunciare proprio a nulla in favore di chi, per davvero, non può e non ha. Ma i soldi sono finiti e nessuno vuole rinunciare a treni e stazioni. Peccato per i disabili, sarà per un’altra volta. Così al governo Monti non è restato altro da fare che tagliare. Si è deciso di conteggiare come redditi anche gli aiuti monetari riconosciuti alle persone con disabilità (assegni di cura, indennità di accompagnamento, pensioni). Centinaia di migliaia di famiglie vengono escluse dall’accesso agevolato ai servizi e alle prestazioni, nei pochi casi in cui non l’avessero già perduto, come accaduto a moltissimi ragazzi che avevano quel sostegno scolastico che oggi è dimezzato se non cancellato del tutto. Le conseguenze sono la perdita di qualsiasi possibilità di futuro per chi non potrà pagare.

Considerando che oggi in Italia un disabile non autosufficiente riceve dallo Stato una cifra variabile tra i 250 e i 500 euro, “Etinomia” ritiene vergognoso spingere alla disperazione le persone più deboli ed indifese e le loro famiglie, abbandonandole al loro destino senza pietà: anziché estendere il reddito minimo a tutti i cittadini e cercare di evitare drammi umani e suicidi, si preferisce puntare su infrastrutture inutili e cemento selvaggio quali stimoli all’economia. Sfortunatamente però, nonostante grandi opere che richiamano al progresso, non potrà mai dirsi civile un paese in cui diritti fondamentali come istruzione, assistenza, cura e sostegno al lavoro vengono scambiati con bibite gassate o venduti per pagare la costruzione di treni fantasma.

(Emilio Mannari, “I conti in tasca, parte prima: alta velocità e spesa sociale”, dal sito di “Etinomia”, 25 settembre 2012). 

Fonte:libeidee.org

Commenta il post

Lorenzo 10/10/2012 17:16


Tutto questo è semplicemente assurdo, però mi permetto di intervenire solo per una precisazione: attualmente, un disabile invalido al 100% riceve (ancora) una pensione di circa 1000 euro

Stefania 10/02/2012 11:02


L'enesima porcata del premier Monti che colpisce le persone deboli...io sono mamma di un bimbo di 5 anni che percepisce mensilmente un'indenità perchè riconosciuto Invalido Civile (non ha la
percentuale perchè ancora minorenne...)...Con questa indenità cerco di fargli un futuro economico ma se il governo la taglia per favorire il TAV che futuro avrà il mio bambino?

frontediliberazionedaibanchieri 10/02/2012 11:21



Questi lavorano peer pagare gli interessi ai banchieri, fanno schifo



Koenig m.b. 10/02/2012 08:49


Buongiorno e grazie dell'articolo.

frontediliberazionedaibanchieri 10/02/2012 10:16



Buongiorno e grazie a te che ci segui sempre.Claudio Marconi