Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

ESTREMISMO, MALATTIA INFANTILE DEI COMUNISTI

Pubblicato su 11 Maggio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Nelle elezioni del 6 maggio 2012 in Grecia la sinistra ottiene oltre il 30% dei voti.

8,5% ai comunisti del KKE, 16,8% ai socialdemocratici di sinistra di SYRIZA, un altro 6% ai socialdemocratici di Sinistra Democratica. Crollo della Socialdemocrazia centrista (Pasok) e dei Liberali (Nuova Democrazia). Avanzamento dei nazionalisti (partito dei greci indipendenti) e dei fascisti (Alba Dorata).

Il socialista di sinistra Alexis Tsipras viene incaricato di formare il governo, Tsipras chiede ai comunisti del KKE di appoggiarlo, almeno dall'esterno sulla base di un programma di sinistra, popolare e contrario al Memoradum della Troika UE.

Ma i comunisti del KKE dicono NO. Qui siamo alla follia ed al settarismo.

I compagni comunisti del KKE con il loro 8,5% in una situazione come questa avrebbero dovuto dare almeno un appoggio esterno e sulla base di un preciso programma al socialdemocratico di sinistra Tsipras.

Cosi facendo si sbaglia e questi sono errori che si pagano.

Forse la Grecia dovra' tornare al voto a meta' di giugno. Sicuramente dovra' uscire dall'Euro e questo e' positivo.

Ma i comunisti del KKE dicono gia' di non voler fare nessuna alleanza di sinistra con i socialdemocratici di sinistra di SYRIZA.

Bravi! Cosi invece dell'8,5% prenderete il 2% cosi allora sarete piu' contenti e vi sentirete meglio?

L'estremismo, il settarismo ed il massimalismo sono una malattia che i comunisti del KKE pagheranno a caro prezzo sulla base di un calo dei loro consensi tra i lavoratori medesimi.

Passi per essere isolati perche' gli altri non ti vogliono ma almeno un appoggio esterno ed una ipotesi di alleanza di sinistra in una situazione come questa i comunisti del KKE avrebbero dovuto valutarla. Ok SYRIZA e' socialdemocratica? Bene d'accordo e allora? Ma che cazzo vuol fare la compagna Papariga?

Spero di sbagliarmi ma al momento la linea del KKE e' incomprensibile!

Tratto da facebook  559599_2768513150429_1785983890_1568795_208526632_n.jpg

Commenta il post

marco 05/20/2012 19:47


moderazione, malattia senile del democristiano.


Il KKE ha programmi radicalmente differenti e inconciliabili con quelli di "sinistra democratica" che pretende di perseguire l'obiettivo di salvaguardare gli interessi dei lavoratori, pur
rimanendo in un'europa che allo stato dell'arte si presenta come irriformabile.


Ma lo è non nelle sue ultime derive, quanto dalla sua partogenesi kafkiana che trasuda individualismo mercantilista da ogni riga del trattato di maastricht, per non parlare del mostro di
bolkenstain... omen nomen


Parliamoci chiaro, il popolo grego si è espresso chiaramente in tutta la sua insofferenza verso una sovrastuttura che non è uno stato nè un'unione, ma un consorzio affaristico che sta facendo
pagare un salatissimo biglietto di entrata a questo club dei suicidi, in particolar modo a generazioni che non sono state nemmeno consultate sulla loro volontà di entrarvici.


Lo hanno.... lo abbiamo TUTTI dovuto accettare per fede, come un dogma, rafforzato dal mantra più che astratto e mai provato che "senza europa sarebbe un disastro".


Trovare una mediazione su una questione così netta sarebbe come tradire il mandato popolare per seguire mere strategie elettorali... e questo si che è un errore che si paga.


Come Rifondazione che fece il suo piccolo show facendo cadere il governo Prodi sulle 35 ore, quando la verità è che per difendere i ceti subalterni avrebbe dovuto farlo cadere due anni prima per
il pacchetto Treu, senza il quale Berlusconi non avrebbe potuto costruire l'infame architettura della legge 30.


Il KKE accordando  appoggi ad un qualunque governo che non preveda l'uscita dall'inferno di eurolandia senza se e senza ma, tradirebbe si il mandato: e del popolo greco e di quel quasi 9% di
elettori che lo hanno votato.


E in più si dimostra coerente con la pietra angolare del pensiero marxista che vuole nel comunismo quel movimento che abolisce lo stato presente di cose.... altro che salvare l'euro!


Bene hanno fatto loro, magari avessimo qui in italia un partito tanto forte e tanto risoluto da fare altrettanto, invece di preoccuparsi di alleanze elettorali più che dorotee, perchè se è vero
che come diceva lenin "l'estremismo è la malattia infantile del comunismo" ( e non ne dubito) è altrettanto vero e provato dagli ultimi 20 anni di storia che aveva ragione anche Mao quando
aggiungeva che "ci sono più idee nel fucile di un brigante che nella testa di un socialdemocratico"