Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

....E LE SCIMMIE CONTINUERANNO A VOTARE

Pubblicato su 6 Aprile 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Ci risiamo. Ennesimo scandalo ( ruberia ? ) con i soldi pubblici dati ai partiti. Prima qualche “ rumors “ su Di Pietro innescato da Il Giornale, poi Lusi e la Margherita, ora la Lega…poi, a chi toccherà?

Mentre dilagano questi scandali i partiti pensano bene di presentare una proposta di legge per aumentare i rimborsi elettorali e portarli a quota 185 milioni di Euro ( notizia Ansa ).

Ma il problema non è questo, secondo Monti e C., il problema è l’art. 18, la riforma delle pensioni, gli esodati che rompono, l’Imu da far pagare alla povera gente, le accise sui carburanti, l’aumento dell’Iva e chi più ne ha più ne metta.

Questo è uno schifo, è una vergogna.

Mentre agli italiani, alla povera gente, si chiedono lacrime e sangue, i partiti navigano nell’oro, Ed insieme ai partiti coloro che “ contano”.

Il referendum del 1993 aveva abrogato il finanziamento ai partiti che, uscito dalla porta, hanno fatto rientrare dalla finestra come rimborso elettorale. Ma un rimborso, per essere tale, avrebbe bisogno di giustificativi, di pezze di appoggio, e non elargito un tanto al chilo ( pardon, al voto ).

Ci si vuole raccontare che sono i costi della politica: ma che vadano a ramengo.

Dall’esplosione di mani pulite, si sono salvati solamente due partiti: il M.S.I. ed il Partito Radicale. Ma come facevano questi a fare le campagne elettorali ? Come facevano a gestirsi i costi delle sedi e dei funzionari ? Semplice: con i contributi degli iscritti e simpatizzanti. E se il sistema funzionava per loro, perché non funzionava per tutti gli altri? Perché si è chiesto, da tutte le parti, di finanziare pubblicamente i partiti giustificando che così facendo si eliminava ( altra cialtroneria ) il sistema illegale di finanziamento ?

Il problema è che c’era una torta da spartirsi e tutti, nessuno escluso, hanno partecipato al banchetto.

Ma cosa ci aspettavamo ? Che fossero tutte anime candide ?

Adesso i soliti parolai del nulla, i gazzettieri ciarlatani, si abbandonano a discussioni senza fine, portando l’acqua al mulino di chi li paga, inventandosi corbellerie di ogni genere e tipo per giustificare o condannare questa ruberia perpetrata ai danni della povera gente, del popolo dei 1.000 euro al mese.

La Lega non ci è mai piaciuta, ed ancora meno il suo ex-segretario Bossi, ma quest’uomo ci fa pena, lo diciamo anche a costo di scandalizzare, un uomo distrutto dalla malattia in mano ad esseri voraci ed esosi, che gestivano il partito come se fosse “ cosa loro”. Con la complicità di tutti. Non ci si venga a raccontare che i maroniti e tutti gli altri non sono complici, non hanno potuto fermare il sistema, non avevano potere decisionale. Va bene che questo, che una volta era un popolo, si “ beve “ tutte le idiozie che gli propinano, ma quando è troppo, è troppo. Un minimo, dico un minimo di decenza.

Ma Bossi ha dimostrato anche di essere, a suo modo, coerente. Si è dimesso in una Italia dove non si dimette mai nessuno, vero Rutelli !

Un’altra considerazione che ci viene in mente è: come mai proprio ora, quando Monti non fa più mistero di essersi attaccato alla cadrega, si cerca di gettare nel fango i partiti. Chiariamoci bene, a noi questi partiti non piacciono neanche un po’, tutti i giorni battagliamo contro di loro e la loro gestione del potere, ma la manovra messa in atto servirà esclusivamente a screditare la politica, a convincere, i più fessi, che ci vuole aria nuova, aria da professori. Screditando la politica si fa un ulteriore passo verso il Governo dei banchieri, delle Istituzioni sovra nazionali: in poche parole verso una unica centrale di controllo, un Governo ombra, se non mondiale almeno europeo, verso la distruzione totale di quel poco, ma veramente poco, che ancora resta della dignità dei popoli.

Un vecchio proverbio popolare recita “ il pesce puzza dalla testa, non dalla coda “. I fatti e misfatti di questi giorni sono le conseguenze, non le cause. Le cause sono sempre le stesse: i soldi dati a piene mani a questa plebaglia di arrampicatori sociali che, con i denari sudati, estorti al popolo, si fanno gli affaracci loro.

Ci mancava anche la reprimenda del Presidente della Repubblica che invoca una “ moralizzazione “ della cosa pubblica e dei partiti in particolare. Ma, caro Presidente Napolitano, non sarebbe molto più facile abolire questa indegna forma di finanziamento per pochi e dirottare quelle somme all’INPS per le pensioni, oppure agli ammortizzatori sociali, oppure alla sanità, oppure a quello che più vi pare, ma che sia a vantaggio dei cittadini, e non di questa banda bassotti.

Ma state tranquilli, non succederà niente, si farà finta di apportare dei “ correttivi “ al rimborso, ai controlli, si inventeranno le più aberranti corbellerie per tenere a bada l’opinione pubblica, si riuscirà a convincerla ancora una volta, verrà fuori, come al solito, qualche “ paladino “ della buona gestione: l’importante è che  le scimmie continuino a votare, naturalmente per loro.

Non è questo o quel partito che è marcio: è il sistema che è marcio.

Claudio Marconi

pernacchio--400x300

Commenta il post