Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

DRAGHI: L'ITALIA PROSEGUIRA' LE RIFORME COME SE FOSSE INSERITO " IL PILOTA AUTOMATICO".

Pubblicato su 8 Marzo 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Votate, votate. Continuate a fare i tifosi di questa o quell'altra parte, continuate a credere agli imbonitori che propinano ricette di risanamento ( sic! ) a pieni polmoni. Continuate a credere che " contate" qualcosa. Continuate a credere che la " democrazia" esiste ancora. Continuate a credere. Intanto i bankster vi stanno stringendo il cappio intorno al collo. Claudio Marconi

Mario-Draghi.jpg

“L’Italia prosegue sulla strada delle riforme”, indipendentemente dall’esito elettorale. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi, sottolineando che il processo delle riforme continua come se fosse inserito ”il pilota automatico”.

Il programma ‘Omt’ “c’é, ma la palla è nel campo dei governi e le condizioni le conosciamo”. Per quanto riguarda le elezioni ha poi affermato Draghi: ”E’ la democrazia, è qualcosa che ci sta a cuore e i mercati lo sanno”.

E Draghi ha sottolineato come l’esito delle elezioni italiane, e altri fattori come la spinta francese a una monetizzazione del debito da parte della Bce, non abbiano alcun impatto sull’unità di intenti dell’Europa verso le riforme.

Il programma ‘Omt’ con cui la Bce può aiutare gli Stati in difficoltà “c’é, ma la palla è nel campo dei governi e le condizioni le conosciamo”, ha aggiunto il presidente della Bce, sempre in merito al voto in Italia.

La debolezza economica nell’Eurozona si è protratta e la ripresa ci sarà “più avanti” nel 2013. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi.

La politica monetaria della Bce resterà “accomodante” di fronte a uno scenario di inflazione contenuta, ha spiegato Draghi. Il consolidamento fiscale deve essere parte di un pacchetto di misure strutturali che rilancino la crescita.

Il consolidamento fiscale deve essere parte di un pacchetto di misure strutturali che rilancino la crescita, ha affermato Draghi.

L’Italia, come altri Paesi, “deve continuare il percorso delle riforme strutturali, unico modo per riportare la crescita, e capitalizzare sul consolidamento di bilancio ottenuto”. Lo ha detto Mario Draghi, che non ha voluto rispondere a una domanda sull’ipotesi di referendum in Italia per uscire dall’euro.

Fonte: imolaoggi.it

Commenta il post