Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

DRACUL-MONTI: IL FISCO CHE AVANZA

Pubblicato su 27 Gennaio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri

Il sig Monti e la fase due, così ci annuncia con il comunicato diffuso dalla stampa.

Tanti i critici, meno gli estimatori, ed io da peones sto con i primi; ma, in effetti, sì deve affermare che un certo risparmio per il Paese il sig Monti l’ha subito realizzato, sì, da “Tre-monti” siamo trapassati ad uno solo.

Ed ora, sempre lui, l’abusivo di Palazzo Chigi, dopo i guai in breve già creati, non soddisfatto lancia quella che definisce la fase due del suo indesiderato risanamento perché già ci bastano i disastri che abbiamo; ma, sì sa, il bancario oligarca non è mai sazio sino a che può aggiottare.

Ma in cosa consiste la “fase 2″ della montiana manovra, quella che ci presenta finalizzata al rilancio dell’economia?

Per prima cosa devo affermare che, almeno secondo me, questo “tecnocrate, meglio più sfacciatamente e semplicemente definirlo bancario”, è figlio di una media borghesia del passato che ha in fretta fatto suo un antico motto siciliano. Motto che già era noto anche nel varesino, dove pare il sig Monti sia nato, e che suona così: “U cumannari è megghiu do’ futtiri, e certamente del lavorare aggiungo io”! Ma chissà che in realtà questo premier non sia nato presso “…quel ramo del lago di Como che volge…” così, presto, volutamente senza l’ausilio di qualche fra Cristoforo dell’ultim’ora potremo servirgli “l’addio ai monti”, magari offrendogli un posto nella “Zattera della Medusa” di Gericault.

Intanto, il novello praticante dell’usura bancaria sostenuta da quella cultura che ha per suoi simboli la stella, la menorah e la kippah, e che della ghematria, della cabala e delle sephirot fa un discorso esoterico che conduce solo a come fare soldi sulla pelle dei goym, ha ormai in animo di continuare a fare il politicante, e lo mostra nel suo sprezzante modo di farsi apparire e valere, ambizione, questa, che non disdegna nemmeno il suo vicino, in tanti sensi, sig Passera.

Trai due, e la signora ministro piagnucolosa a comando e per giusta imbeccata, è perciò sorto un apparentemente nuovo ytalyota sodalizio che ha come motto, sempre uniformandosi al satirico dialetto siciliano: “Cu futti futti, ca’ Diu pidduna a tutti”!

E loro fottono, e ci fottono; ma pare che forche e forconi siano usciti dall’oblio!

Così, senza tanta fantasia, come sempre hanno fatto i più noti soliti politicanti di nostra conoscenza, l’asservito Grande Pennivendolo ci ha informati che i “commenda del parlamento” agiranno con una nuova fase, la seconda. La prima già in opera, la ormai seconda sorta, ma in divenire.

La prima fase del trio “illuminato”, con a seguito gli altri detentori di “luci minori”, già ha mostrato la sua nefandezza seguendo alcuni dettami ormai tracciati, però, tutto sommato, gli ytalyoty speranzosi del premio eterno barattato con lo stare buoni a soffrire in questa vita forse sarebbero stati consenzienti alla nuova ammucchiata, perché ormai addestrati per come la Chiesa di Roma, brutalmente e senza preservativo, ha sempre con loro usato il coitus analis mai interruptus, e senza che le masse capissero e sì dolessero, ma anche contemporaneamente bruciando quelli che ogni tanto indossavano vigorose cinture di castità salva chiappe.

Ma ora che le chiappe avvampano, anche l’homus fidelis sì agita, e, infatti, non ha sopportato:

1)    AUMENTO DEI CARBURANTI – (Ma con quanti litri di sangue sarà cambiato uno di benzina? E ce la faremo a resistere ed a vincere una lotta che sì prospetta dura, assai dura)!

2)    STANGATA DI CAPODANNO CON AUMENTI DI LUCE E GAS

3)    AUMENTO TARIFFE AUTOSTRADALI 2012

4)    AUMENTO DEL PREZZO DELLE SIGARETTE

5)    AUMENTO DEL CANONE RAI 2012

6)    IN DUE PAROLE LE: “LIBERALIZZAZIONI SELVAGGE” CHE APPRODERANNO GIÀ SI’ SA, AD UN ALTRO AUMENTO INDISCRIMINATO DEI COSTI COME È STATO DIMOSTRATO OGNI VOLTA CHE UN BENE PUBBLICO E’ CADUTO IN MANO AI PRIVATI.

Ed allora… allora sostengo che i sodalizi degli oligarchi ci sempre più ci sodomizzano, infatti, mai niente di buono è uscito dal loro cilindro, cosa che avveniva, invece, in occasione del raggiungimento del Potere da parte dei “Tiranni”; ma dovrei spiegare, e non ho voglia di dilungarmi, cosa realmente s’intende culturalmente per “Tiranno” e “Democrazia”, termini che derivano dall’antica lingua greca.

Informo solo attestando che il tiranno era chiunque raggiungeva il Potere perché sostenuto dal popolo che sì ribellava agli oligarchi di quei tempi, i pentacosiomedimmi oggi sovrapponibili alla “casta/intellighenzia”!

La democrazia era invece la diretta partecipazione del popolo nelle discussioni avvenenti nell’agorà con tema socio politico riguardante la polis, cosa che in colonya ytalya non c’è per le cannonate della democrazia americana che sì arrogò nome simile a quella greca, ma non certo gli attributi di quella. Democrazia che, perciò, qui esiste in maniera equivoca perché DC, PSI, PCI… blablabla… con il loro scriteriato comportamento condussero sino al Porcellum del sig Calderoli, ed al Porcellos, così l’ho da qualche tempo battezzato, del sig Napolitano che, spegnendo la luce della Costituzione, ha installato, motu proprio, un intero Governo illegittimo ed anti costituzionale!

Così dal parlamentare scelto dal Partito siamo trapassati ad un intero “nuovo” Governo che pretende il coito con i cittadini… e senza nemmeno l’uso della vaselina!

E da qualche giorno, con l’avvento della montiana fase due, che però non può che ricalcare la fase 1, ossia la presa per i… fondelli del popolo, quando il mattino mi alzo trovo in attesa sotto casa:

1)    Un magnifico taxi bianco con autista educatissimo che, dopo avermi fatto accomodare e chiuso la portiera, potrebbe accompagnarmi sino alla vicinissima nuova farmacia posta all’altro lato della strada dove potrò comprare il Valium, o il Tavor giornalieri per calmare l’incazzatura d’avere sotto casa un taxi ed una farmacia che non mi servono!

2)    Nel trasbordo e nella discesa dal taxi vedrò tanti banchetti in fila, come quelli degli antichi sciuscià, ma gli omini seduti dietro di essi non puliranno le scarpe, ma mi offriranno i servigi nel costo concorrenziali tra loro. E così scoprirò che sì tratta d’avvocati, commercialisti, medici, ingegneri… che mi rincorrono per offrirmi qualcosa a basso costo. Ed uno più veloce, in camice bianco, mi raggiungerà con in mano un preventivo per farmi comprare a prezzo conveniente una dentiera, o un intervento d’ernia a basso costo.

3)    Ma, mio figlio, giovane d’età e con futuro lungo e nebuloso, se vorrà rinunciare al caffè mattutino del costo medio di un euro con il risparmio potrà aprirsi un negozio in attesa di fallire per avere pagato troppe tasse inique agli usurai di Stato!

4)    Poi, dall’inutile taxi e dal tassinaro gentile ma anche lui affamato, poveretto, mi farò trasportare al monte di pietà per ottenere il tesoretto necessario ai bisogni della giornata, perché accostandomi al distributore di carburante, già carissimo, potrò anche rifornirmi della stampa giornaliera, d’aspirina, tachipirina, novalgina e noccioline…

5)    Poi, finalmente la sera, sempre senza soldi, stanco di girovagare in cerca di lavoro che neri, gialli, rossi o pallidi più affamati mi hanno già soffiato, tornerò a casa trovando la moglie sciatta, stanca e arruffata… e dopo un tozzo di pan secco tutti a nanna, ma senza quello schifo di televisore che però ormai ci accompagna anche al cesso, e… mal di testa o no della moglie sarà “n’do cojio cojio” altrimenti come si farà ad affrontare un’altra giornata.

6)    Però il sig Monti ci avverte che con il suo metodo potremo fare la spesa anche di notte, e comprarci l’Alka Seltzer alle tre anti meridiane, ma il nostro eroe non ha calcolato che la notte circolano strani soggetti che potrebbero anche ululare sentendo odore di portafogli, o di pere che sono dentro un sacchetto. Perciò anch’io, se uscirò, porterò con me il passamontagna, non sì sa mai che possa tornare utile!

Eh sì, il mondo va a catafascio ed il sig Monti vuole il sangue, sangue come il basilisco di Harry Potter e il Dracula di Abraham Stoker.

Che poi sia successo che il costo delle telefonate da mobile siano in qualche misura diminuite non è assolutamente significativo, perché delle telefonate me ne sbatto, ho altro cui pensare, devo riempire la pancia dei figli, e se sono un fortunato già… vecchio anche quella dei nipoti.

kiriosomega

dracul-monti.jpg

Commenta il post