Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

DEBUTTA IL REDDITOMETRO: MIGLIAIA DI LETTERE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE IN ARRIVO

Pubblicato su 12 Giugno 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

Il redditometro fa il suo esordio. Migliaia di missive recapitate ai contribuenti. Ecco di cosa si tratta.

 284_redditoesordi1.jpg 

Giunge il tanto ‘atteso’ redditometro. Dopo tante chiacchiere intrise di mistero e incredulità, in questi giorni le prime lettere dell’Agenzia delle Entrate sono state recapitate a migliaia di cittadini italiani. Le missive hanno l’obiettivo di verificare la compatibilità di alcune voci di spesa con l’ammontare del reddito dichiarato dal contribuente in questione per l’anno 2011.

L’intento del Fisco è, come già accaduto negli ultimi due anni, puntare i fari sulle spese giudicate apparentemente non compatibili con i redditi dichiarati. Insieme alla lettera viene allegato quindi un prospetto con tutte le spese note all’agenzia a partire dal quale il contribuente potrà verificare l’eventuale incompatibilità. Verifica che da quest’anno è possibile fare – a scopo indicativo – anche grazie al Redditest, il nuovo strumento di autodiagnosi a disposizione dei contribuenti.

“Ovviamente – come spiega Italia Oggi – nei calcoli devono essere considerate tutte quelle fonti finanziarie legittimamente non indicate in dichiarazione ( per esempio redditi esenti o soggetti a ritenuti alla fonte a titolo d’imposta). Qualora invece il soggetto si rendesse conto dell’effettivo scostamento e ritenesse di ritoccare verso l’altro la propria dichiarazione 2012 sarà possibile avvalersi del ravvedimento “lungo” fino al 30 settembre 2012.

Per rendere il sistema più flessibile, i contribuenti potranno tuttavia segnalare eventuali errori resenti nel prospetto inviando una email all’indirizzo dc.acc.commissint@agenziaentrate.it.

Fonte: ilnumerozero.com

Tratto da: signoraggio.it

Commenta il post