Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

David Icke spiega chi realmente manipola dietro le quinte in Medio Oriente

Pubblicato su 4 Settembre 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in PAESI ARABI e IRAN

David Icke(...) Parlo dell’Egitto ora perché è il tema del momento ma, come detto, potrei andare ovunque nel mondo e trovare la stessa mentalità e percezioni della realtà.

Ciò che ha fatto scoppiare la orrenda violenza in Egitto è stato generato dagli scontri tra l’esercito egiziano (portato e pagato dagli USA) ed i seguaci della Muslim Brotherhood – Fratellanza Musulmana (una creazione degli USA e della Gran Bretagna) che hanno fatto seguito al colpo di stato che ha rimosso il candidato della Fratellanza, ufficialmente eletto, il Presidente, ora ex presidente, Mohamed (ovviamente) Morsi.

Il governo degli Stati Uniti (la cabala parassita, in altre parole) dona 1.3 miliardi di dollari all’anno all’esercito egiziano, che ha tenuto al potere per trent’anni il tirannoHosni Mubarak, fino al piano USA/UK/Israele (la cabala) di gettare la miccia sul Medio Oriente attraverso il dividi e domina (pardon… “la Primavera Araba”), incluso la sua rimozione con la “rivoluzione dei popoli”.

I militari (gli stessi militari controllati dagli USA che tennero Mubarak al potere) hanno quindi preso le redini dello stato in sospeso delle “elezioni democratiche”, che hanno visto Mohamed Morsi, della Fratellanza Musulmana, diventare Presidente nel giugno del 2012. Tredici mesi dopo, nel luglio di questo anno, i militari (gli stessi militari controllati dagli USA che tennero Mubarak al potere) hanno rimosso Morsi in un colpo di stato e ancora una volta si sono fatti carico del Paese.

Un po’ di storia che non sentirete mai da alcun mainstream media ...

L’allora Presidente Mubarak fu costretto a dare le dimissioni dopo settimane di proteste di massa nella Piazza Tahrir del Cairo, nel 2011, promosse dai media corporativi globali come una parte essenziale della “rivoluzione dei popoli” del Medio Oriente. Tuttavia come ho dettagliato nel mio Ricordati chi sei, la 'rivoluzione' in Egitto fu orchestrate dalla ambasciata USA al Cairo e dalla rete di fiduciarie e organizzazioni collegate al frontman (prestanome- figura preminente) dei Rotschild e di Israele, nonché finanziere e miliardario, George Soros.

Una di queste organizzazioni è la International Crisis Group (Gruppo di Crisi Internazionale) fondato da una lista di fronti della cabala mondiale, che includono laCarnegie Foundation, la Ford FoundationBill & Melinda Gates Foundation e l’Open Society Institute di Soros, che si specializza in false rivoluzioni di popoli.

L’egiziano Mohamed El Baradei, stanziato in Austria, ex capo della Atomic Energy Agency, amministrata dall’ONU, era nel Consiglio dei Fiduciari dell’International Crisis Group, prima di pigliare l’aereo verso il Cairo, immediatamente dopo lo scoppio delle proteste di massa contro Mubarak. Costui si offrì come potenziale nuovo leader del Paese.

El Baradei proseguì con il fondare il Constitution Party (Partito della Costituzione) dopo la caduta di Mubarak e fu strumentale nel colpo di stato contro il Presidente Morsi, nel mese scorso. È stato quindi nominato Vice Presidente dell’Egitto, in luglio, dopo il colpo militare ma poi ha dato le dimissioni e fatto ritorno a Vienna. Dubito che abbiamo sentito parlare di lui per l’ultima volta.

Il Presidente Morsi giunse al potere dopo il periodo di aperto governo militare, a seguito della dipartita di Mubarak, ma dopo alcuni mesi divenne l’obbiettivo di proteste di massa dopo aver pubblicato una dichiarazione costituzionale che gli conferiva poteri illimitati; la ragione di questo era il supposto bisogno di proteggere dalla dissoluzione dei giudizi, che erano stati nominati nell’era Mubarak, l’assemblea eletta.

Le proteste crebbero fino al punto in cui i militari usarono le sommosse per giustificare il loro colpo di stato, nel mese scorso, che rimosse Morsi. Tutto ciò portò alla violenza che ha visto centinaia morire in scontri tra i militari, coloro che li sostenevano, i sostenitori della Fratellanza Musulmana di Morsi e coloro che protestavano per la rimozione forzata di un presidente eletto.

Questo è dove siamo ora, con Morsi detenuto dai militari in una località segreta, mentre ironia delle ironie, Hosni Mubarak è stato scarcerato dalle carceri dove si trovava dalla sua sconfitta quale presidente e pare verrà posto agli arresti domiciliari dalla attuale amministrazione controllata dai militari …la stessa che lo ha tenuto al potere per 30 anni.

Spero mi seguiate in tutto questo perché certo non è facile nel mezzo di questi “scherzi segreti” della politica del Medio Oriente, dettata dalle ombre USA, Gran Bretagna e Israele, dove i “bravi ragazzi” di un giorno possono diventare i “cattivi ragazzi” il giorno dopo, a seconda del risultato che stanno cercando.

Gli USA e la Gran Bretagna, per esempio, hanno lanciato una Guerra al terrore e la invasione dell’Afghanistan con la scusa di estirpare gli estremisti islamici a cui diedero il nome collettivo di 'Al-Qaeda'. Tuttavia essi armarono, sponsorizzarono e sostennero gli stessi psicopatici di 'Al-Qaeda' perché rimuovessero Gaddafi in Libia e continuano a fare lo stesso, adesso che hanno preso di mira Assad in Siria.

'Al-Qaeda' è infatti la creazione della CIA e il nome significa 'La Base' o 'Il Database' poiché è stato creato dal database della CIA, quello dei cosiddetti combattenti Mujahedeen, che furono usati come individui sacrificabili nella guerra su procura dell’America contro la Unione Sovietica, in Afghanistan negli anni ‘80.

Questo conflitto fu covato da Zbigniew Brzezinski che era Consulente della National Security (sicurezza nazionale) durante l’amministrazione di Jimmy Carter. Brzezinski è stato un altro fedele sostenitore dell’International Crisis Group, collegato a Soros. Lo chiamano un 'gruppo di crisi', perché è specializzato a crearne.

Allo stesso modo, la cabala parassita controlla la Fratellanza Musulmana che è stata descritta come una organizzazione che cerca di stabilire governi in Medio Oriente, che siano fondati sulla imposizione estrema di una presunta legge islamica.

In realtà, il cerchio interno della Fratellanza serve gli interessi di coloro che stanno sfruttando l’Islam per prendere controllo del Medio e Vicino Oriente con la visione di distruggere la religione, una volta che avranno assorbito quei paesi, nello stato globale fascista che stanno pianificando.

La Gran Bretagna e l’America hanno fondato la Fratellanza Musulmana dopo il crollo dell’Impero Ottomano nel 1924 e continuano a controllarla, in unione ora con Israele.

Robert Dreyfuss, autore di Devil's Game: How the United States Helped Unleash Fundamentalist Islam (Metropolitan Books, 2005) [Il Gioco del Diavolo: come gli Usa hanno contribuito a far vita al Fondamentalismo Islamico], ha scritto: '... dall’inizio del 1967 fino a tutti gli anni ‘80, Israele ha aiutato la Fratellanza Musulmana a stabilirsi nei territori occupati. Ha assistito Ahmed Yassin, il leader della Fratellanza, nel creare Hamas, scommettendo che il suo carattere islamico avrebbe indebolito il PLO'. (Palestine Liberation Organization, Organizzazione per la Liberazione della Palestina)

La PLO (Palestine Liberation Organization) è stata la rappresentanza più significativa degli interessi palestinesi ed è stata ora sostituita da Hamas. Dreyfuss ha anche detto:'... durante gli anni ‘80, la Fratellanza Musulmana di Gaza e della West Bank non sostenne la resistenza verso la occupazione israeliana. La più parte della sua energia andò a combattere la PLO, specialmente le sue fazioni di sinistra più estrema, nei campus universitari'.

David Shipler, un reporter del The New York Times, dice che il governatore militare di Gaza ha detto che Israele ha finanziato i fondamentalisti islamici perché si opponessero alla PLO. Shipler ha detto: 'Parlando politicamente, i fondamentalisti islamici a volte erano considerati utili a Israele, perché avevano conflitti con i sostenitori secolari della PLO. La violenza tra i due gruppi è scoppiata di tanto in tanto nei campus universitari della West Bank. Il governatore militare israeliano della Striscia di Gaza, Brigadiere Generale Yitzhak Segev, una volta mi disse come avesse finanziato il movimento islamico come contrappeso alla PLO e ai Comunisti. “Il Governo di Israele mi diede un budget e il governo militare lo diede alle moschee”, disse'.

Hamas, il 'movimento islamico di resistenza' che affermava di opporsi ad Israele e che ora guida il governo palestinese nella Striscia di Gaza controllata da Israele, fu fondato da Israele nel 1987. La PLO, capeggiata da Yasser Arafat, disse che Hamas operava con il diretto supporto di 'regimi arabi reazionari' (vedi Arabia Saudita) insieme ad Israele. Arafat disse ad un quotidiano italiano: 'Hamas è una creazione di Israele, che al tempo del Primo Ministro Shamir, diede loro dei denari e più di 700 istituzioni, tra cui scuole, università e moschee'.

Arafat disse che un altro Primo Ministro di Israele,Yitzhak Rabin, gli aveva detto, in presenza del Presidente egiziano Mubarak, che Israele aveva sostenuto Hamas. Ogni volta che c’è una chance di 'accordo di pace' che impegnerebbe Israele ad un risultato che non vuole, Hamas o la Fratellanza Musulmana porta avanti un attacco terroristico (o lo fa il Mossad israeliano) e questo viene usato come scusa per finire i 'negoziati'.

Val la pena notare che gli ultimi “dialoghi di pace” in corso tra Israele e i gruppi palestinesi (che non includono Hamas) sono pianificati, come sempre, per non arrivare da nessuna parte se non quella di comprare ancora tempo per Israele per completare la distruzione del popolo palestinese occupato, cosa che iniziò ben prima della costituzione dello Stato di Israele nel 1948.

In molti possono trovare confusa la politica del Medio e Vicino Oriente, ma dietro la complessità, c’è un semplice e ricorrente tema con due obbiettivi principali: gestire la opposizione creando e controllando i gruppi ufficiali che si oppongono a ciò che la cabala vuole fare e dividere e dominare la popolazione presa di mira cosi che questa sia concentrata a farsi la guerra reciproca, lasciando alla cabala libero regno per impadronirsi della loro terra.

Ecco perché gli USA, UK e Israele (collettivamente i 'Rothschild') sono dietro la Fratellanza Musulmana; ecco perché Israele creò Hamas come opposizione controllata e perché il governo USA da all’esercito egiziano 1.3 miliardi di dollari all’anno – che sono secondi solo ai 3 miliardi di sterline che da ai vicini dell’Egitto, ovvero a Israele.

Miliardi su miliardi di denaro dei contribuenti USA e il debito viene versato su questa piccola parte del mondo, incentrata su Il Cairo e Tel Aviv/Gerusalemme perché questo conviene alla agenda della Cabala Parassita. Questo include la creazione di fazioni e micce per far scoppiare la guerra tra loro: un chiaro schema che può essere visto in Libia, Siria e ora Egitto.

C’è anche un altro schema, che coinvolge un uomo veramente malvagio, Robert Stephen Ford. Egli fu in realtà il numero due alla ambasciata USA di Baghdad ed era noto come il Ministro Consigliere per gli Affari Politici, quando l’assassino di omicidi di massa, nonchè sionista Rothschild, John Negroponte divenne ambasciatore in Iraq nel 2004.

Si, fu nominato un Ebreo, in effetti, a guidare un territorio arabo occupato, ma son certo che si è comportato con perfetta integrità e correttezza e non ha per nulla perseguito una politica di beneficio a favore di Israele, che include l’Iraq nella sua richiesta per un 'Grande Israele'.

Negroponte fu l’ambasciatore USA nella dittatura militare in Honduras tra il 1981 e 1985, quando esecuzioni di oppositori politici, stupri, rapimenti e torture facevano parte del quotidiano. Di questo Negroponte era a totale conoscenza e tutto veniva perseguito su ordini di leader militari, addestrati nell’arte del male nell’infausta School of the Americas a Fort Benning, Georgia.

L’aiuto militare USA all’Honduras durante il mandato di Negroponte è schizzato da 5 milioni di dollari a quasi 100 milioni. Ammazzare, stuprare, torturare la popolazione su vasta scala non è un affare che costi poco, ovviamente.

Negroponte fu il capo di Robert S. Ford in Iraq. Ford fu poi nominato ambasciatore in Siria nel gennaio del 2011 – meno di due mesi prima che vi scoppiasse la Guerra civile, allo scopo di usurpare il ruolo del Presidente Assad e mentre infuriava la falsa “rivoluzione del popolo” in Egitto, per rimuovere Mubarak, che veniva orchestrata dalla ambasciata americana al Cairo.

L’ex funzionario della CIA, Michael Scheuer, ha detto che Ford viaggiò per la Siria incitando i gruppi perché deponessero il governo. Ovvio che lo fece. È il suo lavoro. Dove è Ford ora? Sta aspettando di essere nominato come prossimo ambasciatore… in Egitto.

La “nomination” è giunta dal segretario di Stato USA, il sionista Rothschild John Kerry, l’uomo che sponsorizza i dialoghi tra Israele e i gruppi palestinesi, che sono programmati per andare come sono andati tutti gli altri: ciò che Israele vuole o non vuole, quello ottiene.

Gli intrighi e i raggiri sono cosi evidenti a tutti, anche a coloro che sono marginalmente consapevoli e molti in medio Oriente sono consapevoli dei giochi. È solo che sono sommersi da coloro che guardano agli eventi attraverso la parte finale sbagliata di un telescopio ..e tutto si riduce ad essere auto identità.

Coloro che si “auto-identificano” con coscienza non vedono 'lati', ma solo situazioni. Da questa prospettiva, possono vedere come tutti i lati siano soggetti alla stessa manipolazione e quindi non cadono in trappola. Quando ci si “auto identifica” con l’espressione del “povero me, del “povero mente-corpo-me”, ci si auto-identifica con un frammento ed una parte e non il tutto che invece siamo.

Una volta che questa trappola è messa in moto, i frammenti e le parti possono essere giocate contro altre parti e frammenti per dividere e conquistare. Se vi auto-identificate con l’essere una lettera della legge musulmana, sosterrete ovviamente la Fratellanza Musulmana, che ha coltivato l’immagine dell’essere l’istigatore politico della lettera della legge dell’Islam.

Se vi auto-identificate con una forma più secolare dell’Islam o vi opponete all’Islam perché siete Cristiani o altro, darete il vostro supporto ai militari egiziani controllati da Usa/UK/Israele, che lanciano un colpo di stato per destituire il Presidente Morsi perché rappresenta la Fratellanza Musulmana degli USA/UK/Israele.

Non c’è speranza per il medio Oriente, né per l’umanità in genere, se non c’è un risveglio di massa dal corpo-mente alla coscienza.

Non importa quanta ricerca viene fatta per rendere pubbliche le macchinazioni globali.. cosi è stato e sarà. Una auto-identità frammentata deve manifestarsi come una società frammentata e viceversa.

Non dobbiamo combattere per la libertà, dobbiamo solo ricordare che siamo la libertà. Quando abbastanza persone lo faranno… il gioco sarà finito. Ma non prima di quel momento..

PS ultime note sulla Siria:

le ultime affermazioni sul fatto che il regime di Assad in Siria abbia usato delle armi chimiche sui siriani, è solo un altro disperato tentativo, da parte delle forze dell’inganno per giustificare un intervento armato nella guerra civile siriana, manipolata dalla Cabala, istigata da mercenari non siriani, molti dei quali fecero lo stesso in Libia.

Alla guida del clamore che usa la scusa di un falso attacco chimico, un false-flag, al fine di aumentare il supporto occidentale a questi “ribelli”, c’è il Segretario degli Affari Esteri Britannici, William Hague, un uomo che non osa respirare senza chiedere permesso ai suoi padroni Rothschild.

By David Icke, dalla sua newsletter del 25 agosto 2013, inviata solo agli abbonati / Traduzione a cura di: Cristina Bassi per thelivingspirits.net

Tratto da: ecplanet.com

Commenta il post