Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

COME TI PREPARO LA SOCIETA' MULTIETNICA

Pubblicato su 10 Settembre 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

SONO DEI CRIMINALI ALTRO CHE LOTTA AL RAZZISMO

 

Essenza del piano Kalergi 

Ieri sera ( 8 settembre- ndr ) verso le 9,30 gironzolando per canali TV alla ricerca di qualcosa di ameno da vedere per passare un paio di ore rilassate, mi sono imbattuto su Rai Uno nel serial: “Un caso di Coscienza 5”, una porcheria con l’attore S. Somma. Sarei di sicuro passato oltre, se non avessi percepito alcuni particolari che mi hanno fatto indugiare a vederlo. Particolari e temi che sono spesso comuni a tanti altri sceneggiati, made in Italy, come “Don Matteo”, Montalbano, i vari sceneggiati sulle Polizie, ecc.

 

Si tratta di questo: vengono presentati degli extra comunitari, facce pulite e linguaggio edulcorato, assistiti dal solito buon prete e dalla solita comunità di accolgienza, i quali sono stati ingiustamente accusati di gravi reati. Ed ovviamente si mostrano anche gli ottusi e malvagi cittadini che li additano, chiedono pene severe e fanno i razzisti.

In questo caso il film verteva su due giovanissimi kossovari, una via di mezzo che voleva rappresentare degli zingari, ma non avendo ancora il coraggio di presentare proprio dei bravi zingari , si è ripiegato su etnie a loro assimilabili nell’immaginario collettivo. Dato che poi un dei due era un bambino, entrambi avevano perso i genitori a causa della guerra, i temi della commozione e della solidarietà, assieme a quello dell’ingiustizia, c’erano tutti.

Alla fine ovviamente si scopre il colpevole che è i solito italiano cattivo, si riabilitano i due poveretti e si rimarcano le prevenzioni razziste della popolazione sempre facile ad additare facili colpevoli, ecc. Grandi feste alla bella comunità di accoglienza con il buon prete, ecc. ecc.

Al contempo si rimarcano i valori della ospitalità, dell’aiuto ai bisognosi, senza alcuna distinzione di razza o altro. Un mondo idilliaco. TANTO IDILLIACO CHE NON ESISTE IN NATURA!

 

Ora, che la solidarietà umana sia una cosa bellissima è un fatto acquisito (anche se si conoscono un paio di razze, quella ebraica e quella rom, appunto, che questa solidarietà la rivolgono solo alla loro genia, considerando gli altri dei goyim, ma questo nessuno lo dice), che anche l’accoglienza e  l’aiuto ai bisognosi sia doveroso è altrettanto bello: sono tutte virtù che elevano l’uomo al di sopra dei propri egoismi.

Ma queste generosità umane non devono mai essere disgiunte da una doverosa attenzione e diffidenza verso il diverso, nel senso di colui o coloro che provengono da altre genti e razze.

La natura umana NON è idilliaca, homo homini lupus è una verità eterna che sta ad indicare l’archetipo umano immodificabile dalla notte dei tempi, ovvero che l’uomo ha si tanti pregi e virtù, ma è anche un sopraffattore e un assassino dei suoi simili.

PROPRIO PER QUESTO, LA STESSA NATURA UMANA, HA DOTATO I POPOLI DELL’ISTINTO DELLA DIFFIDENZA E DELLA  CIRCOSPEZIONE QUANDO SI È ALLE PRESE CON GENTI DIVERSE.

Anche le stesse favole per bambini, con l’orco o l’uomo nero, ci hanno sempre voluto dire la stessa cosa, ci hanno sempre voluto mettere in guardia, che la vita idilliaca non esiste. Anche se poi questa prevenzione, a volte può portare a forme di odio e ripulsa verso i “diversi”, ma questo è un altro discorso.

 

Questi telefilm, invece, che HANNO L’EVIDENTE SCOPO DI PREPARARE IL TERRENO ALLA SOCIETA’  MULTETNICA, tanto desiderata dal mondialismo, compiono un vero crimine contro l’umanità, altro che solidarietà,  perché sono tutti finalizzati a rimuovere gli indispensabili istinti primordiali di attenzione e diffidenza della popolazione.

LE CONSEGUENZE SONO CHE LA POVERA GENTE, DONNE, ANZIANI, HANDICAPPATI, MA NON SOLO, RESTANO ESPOSTI ALLA VIOLENZA DI ORDE DI STRANIERI, AL BRANCO INCOTROLLABILE DI GENTI DIVERSE, CUTURE DIVERSE CON I QUALI LI SI VOGLIONO FAR CONVIVERE A FORZA.

Eppure basterebbe che si desse uno sguardo alle cifre delle criminalità extracomunitaria, che in questi casi è oltretutto quasi sempre efferata, perpetrata da questi “diversi”, senza freni, per avere un minimo di accortezza.

 

MA QUESTI PRODUTTORI, REGISTI, MILIONARI, CHE GLIENE FREGA, LORO DEVONO SOLO METTERE IN ONDA PROGRAMMI FINALIZZATI AI TURPI SCOPI CHE LE MASSONERIE MONDIALSITE SI SONO PREFISSE.

CHE GLIENE FREGA, LORO DIFFICILMENTE INCAPPERANNO IN UN ORDA DI CRIMINALI OSPITATI DA NOI.

A COLORO CHE STANNO FORZANDO QUESTA SOCIETA’ MULTIETNICA NON GLIENE FREGA NIENTE DELLA POPOLAZIONE LOCALE, E LO STESSO VALE PER I PRETI, PER LA CHIESA, I SINDACATI, TUTTE BOTTEGHE CHE CON LA SCUSA DELLA SOLIDARIETA’ CI LUCRANO.

Preti in cerca di anime da gestire e ovviamente lucrare, sindacati e partiti senza più elettori e militanti in cerca di nuove adesioni da poveri disgraziati introdotti in Italia, studi legali e di commercialisti preposti a fornire pratiche, assistenza, ecc., niente gratis ovviamente, pediatri che non hanno più bambini da assistere e chiedono sempre più stranieri, imprenditori famelici di manodopera a basso costo che ti lavora anche la domenica e per 12 ore al giorno, e coì via.

Ma non è così che si fornisce assistenza e si dà solidarietà.

NON E’ QUESTA LA SOLIDARIETA’ VERSO CHI HA VERAMENTE BISOGNO, QUESTA E’ LA PROGRAMMATA DISTRUZIONE DEL NOSTRO POPOLO.

Maurizio

Commenta il post

Carlo De Paoli 09/11/2013 15:50


-


 


Dopo la seconda guerra mondiale Baruch e i banchieri ebrei americani gestirono i fondi del Piano
Marshall.  Ne affidarono la distribuzione a Jean Monnet, loro fiduciario.  Secondo le istruzioni ricevute,
per dare i fondi, Monnet esigeva la cessione da parte degli Stati europei di sostanziali porzioni di sovranità: così fu creata la Comunità Europea.


 


 


 


E il rabbino Baruch Levi così scriveva a
Carl Marx nel 1848:


«Il popolo ebraico, considerato nel suo
insieme, sarà egli stesso il suo proprio Messia. La sua signoria sul mondo sarà raggiunta mediante l’unificazione delle altre razze umane, la eliminazione delle frontiere e delle
monarchie, che sono i bastioni del particolarismo, e mediante l’istituzione di una repubblica mondiale, che accorderà dappertutto i diritti civili agli ebrei.  In questa nuova organizzazione dell’umanità, i figli di Israele diventeranno dappertutto, senza incontrar ostacolo, l’elemento
direttivo (…). I governi dei popoli compresi in questa repubblica mondiale, con l’aiuto del proletariato vittorioso, cadranno tutti senza difficoltà in mani
ebraiche.  La proprietà privata verrà soffocata dai dirigenti di razza ebraica, che amministreranno dappertutto il patrimonio statale.  Così la promessa del Talmud sarà adempita, cioè la promessa che gli ebrei, venuti i tempi messianici, possederanno la chiave dei beni di tutti i popoli della
Terra» 


(Revue de Paris, anno XXXV, numero
2, pagina 574).


Lascio a voi giudicare se qui non si
preconizza e si progetta la «eliminazione fisica o culturale della diversità e dunque scomparsa di popoli e culture», la più feroce discriminazione razziale, lo
sfruttamento del prossimo, la violazione ripetuta dei diritti umani.



Paolo 09/11/2013 01:20


Leggo sul sito dell'ISTAT il comunicato stampa del 19 dicembre 2012 di cui dovremo preoccuparci tutti. Soprattutto quelli che non vogliono occuparsi di politica.
 http://www.istat.it/it/files/2012/12/comunicato-stampa.pdf

Stranieri REGOLARI residenti in Italia:
"Nel corso dell’ultimo decennio la popolazione straniera residente in Italia è triplicata, passando da 1.334.889 a 4.029.145, con una crescita pari al 201,8%."
Ne deduco che è solo questione di tempo (poco) e gli italiani saranno la minoranza.
RIPETO: STRANIERI REGOLARI.
Si suppone (e voglio crederlo) tutte brave persone e rispettose della legge.

Il punto NON è la criminalità. Quella la fanno gli irregolari. Questa è un'altra poco divertente storia che vi racconterò con i numeri ISTAT senza fare di tutta l'erba un fascio (sineddoche).

Qualche IGNORANTE (per non dire che è in malafede) ritiene che gli stranieri entrano in Italia per andare in nord europa, ma ce ne sono anche MILIONI che si fermano qua.

I POLITICI AL GOVERNO hanno fatto bene i loro conti:

1) Venite, venite, ci voterete in futuro quando sarete ancora di più (CON LA CITTADINANZA), nel frattempo vi diamo vitto, alloggio e anche da fumare ... pagano gli italiani imbecilli !!!

2) Già quelli che sono qua li abbiamo attirati con lo JUS SOLI e ci voteranno... e visto che i soliti italiani imbecilli non andranno a votare basterà poco per farci governare ancora.

3) Chissenefrega se fra pochi decenni l'Italia sarà in mani straniere alla faccia di tutti i nostri avi che vi hanno versato sangue e lacrime.
Saranno problemi dei nostri figli/nipoti, noi, POLITICI AL GOVERNO, avremo stipendi e pensioni da nababbi e non ci facciamo/faremo mancare nulla (pagano sempre gli stessi imbecilli).

4) Poi ci sono quelli convinti di fare della solidarietà (con i soldi di tutti).
A quelli "puri di cuore" dico: SVEGLIATEVI, VI STANNO USANDO!
A quelli che "ci marciano" sui "puri di cuore" vorrei applicare una punizione tratta dalla legge islamica: il taglio delle mani.

5) Non ho dati, ma sicuramente la gran parte dei soldi guadagnati onestamente da quei 4 milioni di stranieri vanno all'estero. Quindi, che ricchezza danno al nostro paese?

6) STRANIERI, venite numerosi e non vi preoccupate, vi proteggiamo noi POLITICI, SE QUALCUNO OSA DIRE QUALSIASI COSA E' UN RAZZISTA!
Non per nulla abbiamo messo quella ministra e non un'altra, magari italiana e più meritevole.

HO OSATO ... mi daranno sicuramente del razzista senza aggiungere null'altro.

Movimento Nuova Era 09/10/2013 19:59


Ciao Maurizio, di belle parole ne leggo tante, molti hanno capito ma tutti sono in attesa che gli altri rischiano per loro, sono sette anni che rischio per tutti non ho ancora trovato dieci
persone con le palle, siete tutti li in attesa dell'atto finale, sappiamo che che il piano Kalergi prevedede il genocidio europeo tramite l'immigrazione, sappiamo che gli indiani d'America,
aborigeni d'Austrlia e altri popoli sono stati sterminati per fare spazio a gente senza pretese di ptriottismo, quello che in realtà non capisco è, chi ha capito il fenomeno come mai rimane in
attesa del triste finale, se vuoi darmi una spiegazione mi faresti cosa gradita.


per il Movimento Nuova Era Gianni Zurlo Presidente  mov.nuovaera@email.it