Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

CHIUSURA DI SITI DEMENZIALI E PROVOCAZIONI AD OROLOGERIA

Pubblicato su 16 Novembre 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Ieri contro i “rossi”, e oggi, che i rossi non ci sono più, contro i mussulmani, i negri, ed appunto un razzismo demenziale contro gli ebrei, ma sempre e comunque al servizio delle Intelligence Occidentali. ( a questo porta il razzismo biologico, alla Rosemberg, una " dottrina " per cerebrolesi, e " congeniale " al sistema. ndr )

 

 imagesCA9OBJ2Y.jpg

 

Le Agenzie di stampa scrivono di arresti per “antisemitismo” tramite Web e che si sta procedendo alla chiusura del sito Stormfront, quello con base in America,  dicesi gestito da un ex leader delKu Klux Klan,Don Black, che propugna il Withe Power  ed altre demenzialità simili.

Una operazione, guarda caso, messa in atto mentre si stanno per varare restrizioni liberticide sulla ricerca storica. 

Facile presupporre, quindi, che la repressione di questo Sito di mentecatti, sia un falso scopo dietro il quale si cela l’accelerazione della legge liberticida sulla ricerca storica che in Italia ha sempre trovato ostacoli.

Vi ricordate quante volte ho scritto che queste leggi liberticide contro la ricerca storica sarebbero state imposte anche grazie alle provocazioni di gruppuscoli, sigle e siti web demenziali, pseudo razzisti e antisemiti?

Quando, e non solo, dicevamo che dietro questo neonazismo da operetta, dove in America arrivano a mettere in atto carnevalate con tanto di svastiche e divise da SA, si celano “operazioni sporche”?

Non a caso Maurizio Blondet scrisse un famoso e documentato articolo: “Neonazisti pagati dalla Cia”, in cui, oltretutto risultava che uno dei finanziatori di questi gruppi era un ebreo?

Non ci voleva molto nel capire che scritte offensive e slogan contro gli ebrei in quanto tali, per non parlare di atti vandalici contro negozi o cimiteri, o addirittura la provocatoria e folle messa in Internet di nominativi di ebrei,  non potevano che fare il gioco di chi si voleva far credere di colpire.

Non ci voleva molto a capire che dietro questi gruppuscoli di destra xenofoba e razzista, in genere a testa rasata, o testa di cazzo che sia, che sciorinano negli Stadi, nel Web o dove altro volete, c’erano organizzatori ambigui.

In merito agli arresti di queste ore e per queste accuse, io non so chi sia stato colpito e se veramente è implicato nelle attività di questo Sito Stormfront e neppure di che reati si sia reso colpevole (a me, oltretutto, questo Sito, dava più che altro il senso di un Sito demenziale e ridicolo): diffidare delle campagne di stampa e della giustizia ad orologeria è doveroso e necessario!  E devo anche presupporre che possono essere state messe in mezzo persone che non c’entrano nulla o comunque non sono responsabili dei reati a loro ascritti. Ovviamente saranno poi scagionate, ma intanto, oltre ai danni personali i ad esse provocati, il clamore di queste ore dovrà evidentemente servire a qualcosa.

Fa comunque senso l’invocazione del sindaco di Roma Alemanno, quello che varie foto ce lo mostravano in passate manifestazioni con i saluti romani, che chiede che ora si proceda subito con la “legge contro il negazionismo”.

Ma,  uscendo da questo specifico episodio e ragionando in generale, a mio avviso, qui da noi in Italia, si aggirano sempre gli stessi farabutti che ieri, al soldo del Sid o degli AA.RR., nel periodo stragista cavalcavano l’anticomunismo viscerale.

Ieri contro i “rossi”,  e oggi, che i rossi non ci sono più,  contro i mussulmani, i negri, ed appunto un razzismo demenziale contro gli ebrei, ma sempre e comunque al servizio delle Intelligence Occidentali.

Maurizio

Commenta il post