Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

CASO AGCOM: INTERVENGA L'ONU

Pubblicato su 2 Aprile 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in IDEE e CONTRIBUTI

Quanto accaduto nell’ultima settimana attorno alla vicenda dell’ormai famigerato regolamento che l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni pare intenzionata a varare prima che i suoi attuali membri lascino il posto ai loro successori è il segno evidente e tangibile che la libertà di informazione online nel

L'articolo d'origine: Diritto dell'informazione / Caso AGCOM intervenga l’ONU
 nostro Paese è a rischio.
 
Nessun allarmismo. Nessuna esagerazione. Parlano i fatti.
 
C’è un’Autorità amministrativa indipendente (AGCOM) - i cui membri, tra qualche settimana, saranno in cerca di nuova occupazione - che vuole ostinatamente - pur sapendo di non disporre dei necessari poteri - varare un regolamento attraverso il quale con l’alibi di disciplinare il diritto d’autore online, ambisce ad arrogarsi il potere assoluto di vita e di morte su ogni bit di informazione accessibile agli utenti italiani del web.
 
C’è un Governo - o almeno un Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed un Ministro - che si accinge a varare un provvedimento [n.d.r. non è chiaro di che natura] attraverso il quale attribuirà all’AGCOM il potere di scrivere ed applicare le regole destinate a governare il sistema dell’informazione online, in gran segreto, senza averne mai pubblicato uno schema e senza alcuna discussione parlamentare.
 
Ci sono, dunque, cinque uomini - tanti saranno i componenti della nuova AGCOM - che avranno nelle mani il destino di ogni bit di informazione pubblicato online ed accessibile dal nostro Paese.
 
C’è una legge che, sfortunatamente, non offre alcuna garanzia di trasparenza nelle nomine dei nuovi membri dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni e c’è una prassi parlamentare per effetto della quale, sin qui, si sono scoperti i nomi dei membri nominati solo un istante dopo la loro nomina senza che stakeholders, cittadini, media ed opinione pubblica fossero posti nella condizione di osservare, verificare e commentare.
 
(Segue qui su Wired.it)
 
Guido Scorza e' avvocato, ricercatore in informatica giuridica e diritto delle nuove tecnologie, docente ai Master di diritto delle nuove tecnologie (Bologna) e Sicurezza dei sistemi e delle reti informatiche (La Sapienza, Roma) nonchè presso la Scuola Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri e European School of Economics, autore di numerose pubblicazioni. Ha fondato e presiede l’Istituto per le politiche dell’innovazione.

Fonte: diritto.net   Afghanistan-5-Paula-Bronstein-Getty-Images

Commenta il post