Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

CANDIDATA CENTROSINISTRA SI RITIRA: " FARANNO ACCORDO CON MONTI, NON VOTATEMI"

Pubblicato su 20 Febbraio 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in ITALIA

E' confortante e foriero di speranza che c'è ancora qualcuno coerente e che crede alla parola data. E' ancora più confortante considerato che si tratta di una giovane, che avrebbe tutto da guadagnare ad assoggettarsi alle " regole " partitiche, ma che si ribella per interiore onestà, che non è solo morale.

Dicevamo rispettare la parola data, e già, perchè chi si presenta alle elezioni e chiede il voto in base ad un programma e a degli accordi, da la sua parola che dovrebbe, dico dovrebbe, essere una garanzia. Ma se non vogliamo scomodare queste cose vecchie come il mondo, e non più di moda, potremmo dire che stipula un contratto con il suo elettore che, in caso di non rispetto, dovrebbe essere annullato, ma, tragicamente, per gli eletti non è così.

Passata la festa gabbato lu santu, recita un detto popolare.

Sono iniziate le " trattative" e gli occhiolini di Bersani ai futuri eletti del M5S, per la governabilità, ma, quando lo faceva Berlusconi, sempre per la governabilità, era il mercato delle vacche.

Massima solidarietà a Marta Baldassarini che ci indica la strada per smettere di sguazzare in questa palude, putrida come tutte le paludi, dalla quale non puà che uscire lo stesso gracidio.

Claudio Marconi

 

marta.png

 

Non ci sta, e  ritira la sua candidatura dalla corsa elettorale. Non gli va di  stare in una coalizione che dopo le elezioni aprirà a Monti truffando un sacco di persone con la scusa del voto utile.  Buona lettura.

Da paeseroma.it - Articolo di Alessia Forgione Qui 


 il jpg del cartaceo

Candidata con il centro sinistra (Psi), nonché esponente locale del suo partito (Guidonia e Tivoli), Marta Baldassarini si ribella alla decisione presa ai vertici del suo schieramento a livello nazionale, ovverosia: allearsi con Mario Monti in caso di mancanza dei voti per garantire il nuovo governo.

E il “sì” a Monti sarebbe stato ribadito proprio da un big del Psi, nei giorni scorsi al Tg5, Bobo Craxi, candidato senatore di spicco per tutta la lista.

Proprio a lui la Baldassarini avrebbe chiesto di «chiarire» in pubblico – più precisamente nell’incontro aperto alla cittadinanza svoltosi domenica scorsa a Guidonia – la linea politica nazionale, ribadendo che chi si è candidato poco più di due settimane fa’ in una lista che a detta della stessa candidata «deve stare a fianco al popolo, ai lavoratori e a tutti gli strati più deboli» non potrebbe spiegare «in nessun modo, davvero» una strategia elettorale di appoggio a fazioni «notoriamente al servizio delle lobby finanziarie e dei poteri forti». Ma non sarebbe stata confortante la risposta del leader socialista, che avrebbe sottolineato in maniera secca la “necessità” di appoggiare il cosiddetto ‘centrino’ in caso di mancanza di “numeri” all’indomani del voto, lasciando probabilmente intendere uno sforzo condiviso nel suo stesso partito di sostenere una linea Bersani, già declamata dallo stesso leader Pd in questi giorni e ampiamente discussa sulle cronache nazionali.

 

Sconcertata e indignata, preferisce, sostiene lei, «rinunciare, piuttosto che fare da testimonial a una scelta assurda» e aggiunge «purtroppo non posso ritirarmi però posso protestare dicendo di non votarmi perché a questo punto non lo trovo assolutamente giusto».

E ancora «fosse anche un’eventualità remota – quella di una possibile alleanza con i “tassatori del popolo” – dico “no” a gran voce. Questa scelta non risponde affatto al mio modo ‘onesto’ di fare politica; io non faccio promesse e non porto i miei elettori a cena, io sono una casalinga e prima ancora sono una cittadina e voglio rappresentare la voce del popolo, delle mamme di famiglia, dei lavoratori, dei disabili. Voglio continuare a fare politica, ricominciando dalla mia città, e spero che anche le spaccature interne al mio partito su Guidonia e Tivoli, trovino una risoluzione al più presto . Senza contare che ho una reputazione, sono rispettata e alla mia faccia ci tengo quindi non ammetto che venga associata a quella di chi ha rovinato la vita a tanta gente; io voglio continuare a camminare a testa alta ed è per questo che preferisco rinunciare piuttosto che farmi convincere». Alessia Forgione

 

Fonte: http://www.controlacrisi.org/notizia/Politica/2013/2/19/31393-candidata-centro-sinistra-si-ritira-faranno-accordo-con/

 

Tratto da: nocensura.com


Commenta il post