Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Anche sul Mainstream querela alle banche

Pubblicato su 9 Maggio 2012 da frontediliberazionedaibanchieri in MONETA -BANCHE - VARIE

Fenomenale! Alla fine, la lotta contro il potere centrale del mondo e le banche d’affari esce su un media mainstream!

Questo video è stato pubblicato su You Tube proprio ieri (7 maggio 2012). Proviene dal mainstream sudafricano, dalla stazione di notizie ABN Digital, la piattaforma online leader in Africa nel mondo degli affari, notizie economiche e mercato azionario.

Separamente dall’azione legale Neil Keenan/Keith Scott che ha presentato gravami contro le 12 banche statunitensi della Federal Reserve e dei vincoli che hanno presentato contro le banche centrali dei G7, Michael Tellinger, autore sudafricano, ricercatore e scienziato, ha appena presentato la sua azione legale di 1100 pagine contro la Standard Bank del Sud Africa alla Corte costituzionale del paese, accusando la banca di “attività illegale e incostituzionale”.

Ha anche notificato l’azione legale alla Sud Africa’s Reserve Bank e al Ministro delle Finanze del paese.

“E’ puro sfruttamento di ogni cittadino del Sud Africa!”, dice. (E del mondo, Michael, e del mondo!)

Michael Tellinger viene intervistato per ABN da Samantha Loring.

Di seguito al video il comunicato stampa del querelante, interessante in quanto precedente giuridico per un cambiamento di legislazione anche in altri paesi.


Michael Tellinger lancia l’azione della Corte Costituzionale contro la Standard Bank, la South African Reserve Bank, e il Ministro delle Finanze.


Dopo un piccolo inconveniente tecnico Venerdì scorso presso la Corte Costituzionale, per quanto riguarda la fascicolazione di un documento legale sostanzialmente lungo, Michael Tellinger fatto la storia globale il 23 e 24 aprile 2012, a Johannesburg, quando ha presentato la sua QUERELA di 1100 pagine contro la Standard Bank alla Corte costituzionale del Sud Africa, accusando la banca di attività illegale e incostituzionale.

Il numero di fascicolo attribuito dalla Corte Costituzionale è CCT 28/12.

Tellinger ha notificato la querela anche alla Reserve Bank del Sud Africa e al Ministro delle Finanze, sostenendo che essi sono congiuntamente e consapevolmente coinvolti nell’attività senza scrupoli e tortuosa che ha portato a inimmaginabili difficoltà finanziarie il popolo sudafricano.

Non c’è quasi nessun sudafricano che non sia stato danneggiato in qualche modo dalle azioni delle banche. Per troppo tempo i giganti bancari sono stati inattaccabili e intoccabili dall’uomo comune.

Ora è ufficiale e si può affermare che mai prima d’ora un caso del genere è stato portato contro una di queste aziende a questo livello in tutto il mondo, dove per la prima volta ad un laico è stato dato l’accesso diretto alla Corte costituzionale per quanto riguarda la subdola attività delle banche.

Questo caso, intentato come questione di principio da Michael Tellinger contro STD Bank, è cresciuto a tal punto che ogni sudafricano e tutti nel mondo possano essere compromessi, poiché un risultato positivo si tradurrà in un importante cambiamento di ordine pubblico e il cambiamento delle leggi che governano le banche, portando la giustizia economica al popolo.

Tellinger sosterrà che la mancanza di controllo e intervento del Ministro delle Finanze ha permesso alle banche e alla Reserve Bank di fare quello che volevano impunemente e senza conseguenze, e nel processo hanno schiavizzato milioni di onesti, laboriosi sudafricani costringendoli a una vita di miseria e di debito attraverso attività bancarie incostituzionali e illegali.

Questo caso storico cercherà di correggere lo squilibrio che ha avuto luogo per secoli dai pochi che sono stati chiamati l’elite bancaria. La Corte Costituzionale è la più alta corte sulle questioni costituzionali, il suo fondamento stesso è quello di essere il protettore dei diritti umani e il suo mandato di proteggere le persone.

La Corte è tenuta ad adeguare la legislazione secondo i principi generali costituzionali e di sviluppare i principi di common law. L’eredità segue la visione di Nelson Mandela, che non importa chi o cosa rappresentano, l’uguaglianza, la giustizia e la voce del popolo devono essere armonizzati entro un sistema giudiziario indipendente e imparziale fondato sui principi dei diritti sanciti dalla Costituzione.

Questo caso sarà una sfida per la Corte Costituzionale, e Tellinger confida che possa formulare le proprie conclusioni correttamente, considerando tutti gli elementi per correggere le leggi e fare tutto ciò che deve fare, per riparare il disagio delle persone causato da abusi finanziari.

Tellinger si appella ad ogni sudafricano che è stato danneggiato dalla propria banca ad unirsi a questa importante azione, in modo che rappresenti veramente milioni di onesti, laboriosi e fiduciosi cittadini che non sono stati finora in grado di fare questo da soli.

Migliaia sono stati ripetutamente frustrati dall’invisibile scudo giuridico protettivo attorno alle banche e dal sistema legale che sembra sostenere loro anziché il popolo.

“Molte persone portano gravi rancori personali contro le banche che gli hanno fatto un danno finanziario, ma sono impotenti a fare qualcosa al riguardo.” ha detto Tellinger.

“Le persone sono completamente ignare di come sono state truffate ed ingannate dalle banche sul denaro e su come viene creato, ma una volta che scoprano la terribile verità su come funzionano veramente le banche e come utilizzano la nostra firma per fare profitto su di noi, e come fanno soldi dal nulla, saranno molto arrabbiati e capiranno quanto sia importante questa azione contro le banche”, ha aggiunto.

Tellinger sollecita ogni sudafricano a leggere di più su questo caso, essendo possibile informarsi e aderire alla petizione di firme che rappresentano la voce più forte mai presentata alla Corte costituzionale dal resto del Sud Africa.

Si prega di andare a http://www.thebigcase.co.za a firmare la pagina della petizione.

Dettagli dell’udienza seguiranno non appena ci è stato assegnato una data dal giudice. Vi terremo tutti informati dal sito web di cui sopra.

Michael Tellinger

Fonte: iconicon

Commenta il post