Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

' US-NATO ' o ' IRAN-SIRIA': CHI E' LA VERA MINACCIA PER L'UMANITA' ?

Pubblicato su 31 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in USA E AMERICA LATINA

Cari, si fa per dire, yankee, adesso basta: avete liberato abbastanza il mondo ! Claudio Marconi

 Libertà dagli U.S.A.,

Abbattiamo la Frode Bancaria e il Signoraggio
“US-NATO" O "IRAN - SIRIA" CHI E' LA VERA MINACCIA PER L’UMANITA'?

Un po’ di numeri dal lontano Oriente…

US-NATO hanno BOMBARDATO:

Congo 1964, Guatemala 1969, Peru 1965,

Laos 1964-73, Vietnam 1961-73, Cambodia 1969-70,

Lebanon 1982-84, Grenada 1983-84, Libya 1986,

Dominican Republic 1965-66. Korea 1950-53, China 1950-53,

Guatemala 1954, Indonesia 1958 Cuba 1959-60,

Guatemala 1960, El Salvador 1981-92, Nicaragua 1981-90, Iran 1987-88,

Libya 1989, Panama 1989-90, Kuwait 1991,

Somalia 1992-94, Croatia 1994 (of Serbs at Krajina), Bosnia 1995,

Iran 1998 (airliner), Sudan 1998, Afghanistan 1998,

Yugoslavia 1998-2002, Iraq 1991-2002, Afghanistan 2001-02

nello specifico:

LIBYA: 30 MILA BOMBE, 1 MILIONE DI DISLOCATI, MORTI A CENTINAIA DI MIGLIAIA, DISTRUTTE UNIVERSITA, SCUOLE , STRADE, INFRSTRUTTURE ED IL GRANDE MAN-MADE RIVER ( Il grande fiume artificiale, l’acquedotto libico costruito da Muhammar Gheddafi, che prelevava enormi quantità di acqua dolce fossile dalle profondità del Sahara libico per condurle ai paesi della costa dello stato africano)

SIRYA 2012-13 : 80 MILA MORTI CIVILI

IRAQ: QUASI 2 MILIONI DI MORTI

CILE: 30 MILA MASSACRATI

CONGO: OLTRE 3 MILIONI DI MORTI

CAMBOGIA (USA-UK SUPPORT POL POT): 2 MILIONI DI MORTI

KOREA: 3 MILIONI DI MORTI

INDONESIA: OLTRE 1 MILIONE DI MORTI CON SUARTO-CIA

VIETNAM : 5 MILIONI D MORTI

LAOS :500 MILA MORTI CIVILI ,TRA DONNE E BAMBINI - 2 MILIONI TONNELLATE DI BOMBE IN 8 ANNI


US-NATO SPENDONO 385 MILIARDI DI DOLLARI PER SUPPORTARE 1.000 BASI MILITARI SPARSE NEL MONDO (TRA CUI 113 IN ITALIA SU TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE ISOLE COMPRESE)

USA SPENDING REVIEW 2013: 
CIBO, AGRICOLTURA, GOVERNO, CASE,TRASPORTI,  SCIENZE, ENERGIA , AMBIENTE, SALUTE, EDUCAZIONE SI RAGGIUNGE CIRCA 450 MILIARDI DI DOLLARI.

SETTORE MILITARE SPESA COMPLESSIVA: OLTRE 650 MILIARDI DOLLARI.

LA SPESA MILITARE E' CIRCA 1.5 VOLTE TUTTE LE ALTRE SPESE MESSE INSIEME !!!

PAESI ATTACCATI DALL'IRAN NEGLI ULTIMI 200 ANNI: ZERO

QUANDO SENTI UN ITALIANO O UN EUROPEO PARLARE MALE DI IRANIANI , LIBICI , AFRICANI , MUSULMANI, MEDIORIENTALI , ARABI E ORIENTALI PENSA AL LAVAGGIO DEL CERVELLO CHE CI HANNO FATTO.

Gli stessi media che vogliono far passare Bush e Berlusconi per dei politici, sono gli stessi che vogliono farvi passare Chavez, Putin, Assad e Gheddafi per dei pazzi genocidi, ma i pazzi genocidi stanno a casa nostra, ben piantati a Roma, London, Paris, e Washington.”

(Marco da Bangk)

commenti

' CAZZATA COSMICA' SUGLI ANIMALI

Pubblicato su 31 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in MANIFESTI

Animali.jpg

commenti

LA SESTA ESTINSIONE. SCIE CHIMICHE. GEOINGEGNERIA: ' IL PIU' GRANDE CRIMINE DI TUTTI I TEMPI'.

Pubblicato su 31 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in AMBIENTE

 

arca-di-noe.jpg

Riporto la traduzione quasi completa di un interessante quanto inquietante articolo della Dr. Sandra Perlingieri in cui viene descritta chiaramente la connessione ferale delle tante operazioni di avvelenamento a cui siamo sottoposti ed i suoi effetti drammatici sull’uomo e sull’ambiente. Nell’articolo originale ci sono tutti i link verso i contenuti scientifici citati nel testo. L’articolo:

 

Scie chimiche - Geoingegneria : “il Più Grande Crimine di Tutti i Tempi " 

Dr. Ilya Sandra Perlingieri - 21 agosto 2013.

 

Questo articolo è dedicato alle persone coraggiose in tutto il nostro pianeta, che si sono espresse e che hanno scritto su questi crimini. Alcune hanno dato la loro vita per riferire a tutti la verità.

 

INTRODUZIONE

 

A partire dagli ultimi 15 anni ( a seconda di dove si vive ) è avvenuta, coperta dal segreto, l’irrorazione di sostanze chimiche tossiche. E' iniziata negli Stati Uniti e poi sono stati raggiunti tutti i paesi della NATO; ad oggi questo letale aerosol copre l'intero globo. Aerei militari, privati e commerciali vengono utilizzati per cambiare radicalmente (geoingegneria) il nostro clima a livello globale. Senza alcuna discussione pubblica o diffusione di notizie, l'esercito statunitense ha cominciato un assalto altamente tossico sopra di noi, attualmente in corso.

 

Il termine popolare per questi aerosol è ‘scie chimiche’. E' anche il termine che l'esercito ha usato. In un'intervista del mese scorso ,  Clifford Carnicom (uno dei ricercatori più importanti del mondo sugli effetti dell’aerosol tossico) le ha definite usando la parola " scie chimiche" invece che "geoingegneria" o “aerosol” e questo dimostra come le nostre percezioni cambino semplicemente utilizzando parole diverse. "La lingua non è casuale ... viene utilizzata per manipolare e controllare la consapevolezza , così come la percezione. Essa serve come base per limitare, in fondo, seri progressi su questioni molto reali.”

 

GEOINGEGNERIA – MODIFICAZIONE GLOBALE DEL CLIMA

 

 

Gli esseri umani sono stati oggetto di manipolazione dalla notte dei tempi. I ‘produttori di pioggia’ hanno una storia che risale ai popoli antichi. La novità però è che, questa volta, c'è stato un ordine del giorno deliberato e segreto di enorme portata, collegato direttamente al cambiamento clandestino del nostro clima naturale, che sottopone ciascuno di noi ad un continuo e grave danno. Questa alterazione efferata è stata creata dalle élite (i loro probabili nomi sono: la cabala , gli illuminati , il NWO  o gli addetti ai lavori del governo dei ricchi …) per mantenere un controllo elusivo sulle finanze globali, sul cibo (coltivazione e produzione, incluso il danno attraverso additivi tossici alimentari , sostanze chimiche velenose , pesticidi e OGM), sulla salute e su di un sistema educativo controllato e strettamente legato al governo ed ai media di disinformazione. Questo è ormai ben documentato. Questa operazione colpisce tutti, in tutti gli aspetti della nostra vita.

 

Dal 1996 , la US Air Force comunica il suo documento pubblico : " Possedere il Clima nel 2025" in modo che ogni governo possa pensare che essi abbiano le capacità di "possedere" le forze di Madre Natura, di cui ben poco è noto. Ciò è sconcertante nella sua arroganza e pura malevolenza.

 

LE MALATTIE AUMENTANO

 

Con questa esposizione enorme e costante ai prodotti chimici dell’aerosol (metalli pesanti e vari agenti biologici) non è sorprendente riscontrare aumenti globali drammatici di molte malattie. Il Mycoplasma , ora bio-ingegnerizzato per creare più pericoli per la salute, è legato all’asma, alle malattie autoimmuni, all'AIDS ed è stato rinvenuto negli aerosol delle Scie chimiche.

 

Vedi: www.bariumblues.com/mycoplasma.htm

 

Questo assalto cronico comprende anche la tossicità di alcuni ormoni-distruttori endocrini (ad esempio le plastiche morbide, note come ftalati), i pesticidi , gli additivi alimentari , i vaccini, alcuni farmaci e, per la prima volta nella storia umana , una esposizione diuturna ai pericolosi campi elettromagnetici (i telefoni cellulari ed i ripetitori, il Wi-Fi, i forni a microonde e i cosiddetti "Smart Meters ").

 

L'effetto sinergico di tutti questi veleni sul sistema immunitario (sia per gli esseri umani che per tutti gli altri animali viventi, così come per tutto il regno vegetale) è incalcolabile! Quello che sappiamo è che siamo sotto un assedio altamente tossico costante e deliberato.

 

Quante persone conoscete che si sono ammalate nella vostra famiglia? Tra i vostri amici o colleghi di lavoro? Quanti bambini piccoli si fa a sapere che sono gravemente malati o sono morti? Quanti di voi hanno problemi cronici e non riescono a trovare un medico che ha una formazione in medicina ambientale? A quanti di voi è stato detto "non c'è nulla di male" anche quando si hanno sintomi gravi , ma non si adattano quello che è stato insegnato ai medici? Come molti di voi sanno, com’è mai che siano i giovani ad avere più spesso malattie croniche? Farmaci e vaccini non possono risolvere le patologie derivate dalle Scie chimiche e da altri avvelenamenti legati alla modificazione climatica. Questo è il lavaggio del cervello che ripetono i media aziendali medici. Il titolo del libro del Dr. Ghislaine Lanctot lo dice meglio: "La mafia medica". Queste malattie sono ormai a livelli di epidemia, ma non vengono coperte da alcun media ufficiale né riconosciute dalla medicina allopatica. A Los Angeles, i livelli di malattie respiratorie e cardiache continuano a salire drammaticamente. Non è una sorpresa che gli abitanti di Los Angeles stiano così male: guardate cosa stanno respirando ogni giorno!

 

Bario e alluminio, entrambi trovati in quantità enormi nella nostra aria geoingegnerizzata, fanno parte della miscela tipica delle scie chimiche. Seppure spesso non diagnosticato, l’avvelenamento da bario può causare enormi danni al cuore e sistema nervoso. L’Alluminio è noto per provocare danni cognitivi e morte cerebrale. Entrambi sono assassini silenziosi. Nessuno di questi due elementi dovrebbe essere trovato in campioni di aria o in capelli umani. In una recente intervista web , Dane Wigington (di geoengineeringwatch.org ) ha osservato che "vi è una montagna di metallo che piove su di noi ... negli ultimi 10 anni , abbiamo visto esempi di pioggia degenerata da 7 ppb a ... 3400 ppb . Che è quasi un aumento di 50.000 per cento di alluminio nella pioggia . E' un livello sconcertante.”

 

Vi è anche la crisi non dichiarata di danno cerebrale che ora è un importante problema globale. L'uso di più di 6 miliardi di telefoni cellulari in tutto il nostro pianeta e l'epidemia compagna di quella che fu un tempo una rara forma di cancro al cervello , nota come glioma, è raramente affrontato nei forum pubblici. Questa è una tecnologia ben documentata e non sicura , ed i campi elettromagnetici hanno anche un collegamento con le scie chimiche.

 

I profitti delle imprese hanno sempre la precedenza su il nostro essere ed anche sulla nostra sicurezza. Combinate questo con altre sostanze che danneggiano il cervello come i metalli pesanti e le sostanze chimiche: Mercurio (come quello del thimerosal) nei vaccini e nelle otturazioni dentali in amalgama, fibre di alluminio nei deodoranti, nelle pentole e nei prodotti alimentari (come il bicarbonato di sodio ). La lista è enorme, e l'esposizione quotidiana cronica ad una miriade di veleni cerebrali assicura che la nostra popolazione mondiale è già nelle fasi iniziali di danno cognitivo. Un noto neurochirurgo, il dottor Russell Blaylock, autore del libro pionieristico "Eccitotossine : il gusto che uccide" dice come sia ora di parlare pubblicamente del danno cerebrale conseguente alle scie chimiche.

 

IL MORGELLONS

 

Nel lungo elenco delle attività segrete che compongono questi crimini tramite aerosol, la dispersione di Morgellons potrebbe essere la peggiore. Il Morgellons può essere giustamente definito come una condizione umana indotta. Non è propriamente una malattia, piuttosto, da un'indagine approfondita, è probabile che questa condizione sia un’arma che è stata sviluppata in qualche laboratorio di armi segrete per essere scatenata per creare il caos planetario. Essa colpisce ormai milioni di persone. Il logo delle lettere della NASA è stato trovato su un elemento estraneo fuoriuscito da un malato di Morgellons .

 

Per più di un decennio , il brillante ricercatore indipendente Clifford Carnicom ha documentato i veleni nella nostra aria ed il legame con il Morgellons e gli elementi trovati in campioni di sangue umano e animale. Si prega di vedere la sua vasta ricerca presso: http://www.carnicominstitute.org - Questa è una lettura essenziale per tutti.

 

In un tipico modo orwelliano (militare, medico e governativo) le persone che soffrono di Morgellons sono definite "deliranti". Questo è il modo atroce in cui la vera sofferenza è rivoltata pubblicamente come in uno stato di polizia. Esiste una vasta gamma di sintomi, con interferenze sulla tiroide, fegato, aminoacidi, e ciclo dell’ossigeno .

 

A causa della drammatica alterazione del nostro tempo e dell’aria, Clifford Carnicom ha dichiarato in molte delle sue conferenze pubbliche ciò che stiamo respirando. Ha scritto che: "I principi fondamentali di HAARP ( Programma di ricerca aurorale attivo ad alta frequenza ) sono ancora una volta venuti alla ribalta in questa ricerca. È già stato discusso il ruolo degli aerosol, della ionizzazione e delle radiazioni elettromagnetiche nella creazione di uno stato artificiale del 'plasma' in un ambiente ormai modificato artificialmente. Questi elementi, insieme a ripetute osservazioni sulla premessa dichiarata del progetto HAARP, ci portano ad una nuova soglia di comprensione sugli effetti immediati del progetto HAARP su questo pianeta ." Anche se è stato affermato diversamente nella letteratura su HAARP, ora può essere compresa direttamente da questo ricercatore che il campo magnetico della terra è un mezzo principale con cui noi, come soggetti , siamo stati colpiti. I modelli artificiali di energia ELF (extra low frequencies), caratterizzati da pulsazioni insolite di frequenza, possono ora essere più logicamente compresi come provenienti dalla struttura o dalla tecnologia HAARP. Tali forme di energia hanno una miriade di applicazioni in ambito militare. Purtroppo, possiedono un set parallelo di effetti sui sistemi biologici, sulla salute e sul funzionamento mentale che deve anche essere stato accettato come un prezzo da pagare.

 

Il problema in questione qui non è inferiore a quella del controllo del pianeta. Il controllo del pianeta, con i metodi che vengono utilizzati per manifestare il potere di controllo sul vostro ambiente, influenzando la vostra vita e la vostra salute."

 

La nostra atmosfera è cambiata radicalmente, e "ciò supporta l' affermazione che la natura elettrica fondamentale dell'atmosfera è stata modificata a seguito delle operazioni di aerosol che continuano ad essere condotte senza il consenso informato."

 

Carnicom ha eroicamente documentato come le nuvole sintetiche contengano le stesse fibre sintetiche del Morgellons, che si trovano nelle persone che sono affette da Morgellons. Lui ha individuato un ‘sistema’ che mostra la portata di tali crimini.

 

DISTRUZIONE PLANETARIA

 

Così come la nostra salute e l'aria vengono distrutte ogni giorno, è inclusa anche la degradazione a livello planetario e la mera distruzione. Ciò è andato avanti fin dalla metà del XIX secolo. Tuttavia, ora è accelerato con l’ausilio della pericolosa nano-tecnologia, i microchip, le scie chimiche, HAARP, ed altre tecnologie non regolamentate.

 

La rete della vita su Gaia (l'antico nome greco per la nostra Madre Terra) non è solo sotto costante assedio, ma viene deliberatamente distrutta da questi oscuri piani. La modificazione del clima si è intensificata con la siccità. Questa, a sua volta, ha decimato milioni di foreste. Da nord-ovest del Pacifico, giù per il Grand Canyon fino al Sud America con le sue foreste pluviali tropicali, gli alberi stanno morendo in un numero senza precedenti. Questo evento è definito "La Sesta Estinzione" ed è causata dall’uomo. La copertura nuvolosa sintetica tossica ha anche ridotto l’apporto della luce del sole del 20 per cento! Allora i medici ci prescrivono integratori di vitamina D per aiutarci in questa carenza.

 

Quando le balene o i delfini tragicamente si spiaggiano in quantità senza precedenti, ciò è stato collegato all'uso atroce dei sonar militari. Quando le api muoiono a milioni, questo è stato legato alla tossicità dei pesticidi. Quando migliaia di uccelli "cadono dal cielo", anche questo ha una causa umana. Con la disinformazione dei più, le affermazioni degli scienziati appaiono perplesse da queste morti di massa. Quando il pubblico è poco educato ed è quindi disinformato, le elite sono in grado di controllare le persone attraverso la paura. Questo è andato avanti per secoli. Quanto volete essere ancora ingannati? Un pensionato della USDA, biologo e giardiniere Francesco Mangels, ha testato il terreno e vi ha trovato alti livelli di alluminio, bario e stronzio. Nessuno di questi elementi dovrebbe essere nel nostro suolo. Mangels osserva che "la concentrazione normale nelle nostre piogge dovrebbe essere pari a zero." In altre prove, egli osserva che questi livelli sono ora 10.000 parti per miliardi [ ppb ]."

 

L’articolo originale completo di tutti i link necessari si trova QUI

 

http://freeskies.over-blog.com/article-la-sesta-estinzione-119796847.html

 

Tratto da: terrarealtime.blogspot.it

commenti

USA: ATTACCHIAMO SIRIA SOLO PER NOSTRI INTERESSI

Pubblicato su 31 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in MANIFESTI

USA-Interessi.jpg

commenti

IL BOMBARDAMENTO DELLA SIRIA HA GIA' FATTO UNA VITTIMA ILLUSTRE: BARAK OBAMA

Pubblicato su 31 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in USA E AMERICA LATINA

Sto Obama è proprio un genio della lampada ! Claudio Marconi

US-President-Barack-Obama-listens-during-a-press-conference.jpg

Se pensate di aver assistito a un film di Frank Capra in cui c’è il lieto fine, disilludetevi.
La perdita dell’appoggio inglese ai bellicosi progetti siriani dell’amministrazione Obama suona come una campana a morto per la credibilità politica del presidente all’interno e all’estero e costringe i militari a rivedere tutti i piani di attacco a causa della cessata disponibilità della base di attacco di Akrotiri a Cipro, ma è solo una complicazione.

Ban Ki moon ha ritirato i suoi osservatori ( e così si sottrae dalla responsabilità del responso…) pretestando il pericolo di un attacco americano ( ma come, proprio dove c’è stata la distruzione ? ) la coalizione dei virtuosi non voleva colpire obiettivi militari?



La coalizione dei volenterosi miranti a voler punire la Siria prima ancora della emissione del giudizio, probabilmente non imparziale, delle Nazioni Unite che ora ha dato forfait, ricorda la vecchia barzelletta di colui che proponeva a un amico di partecipare a un orgia e, alla richiesta di lumi circa il numero dei partecipanti, rispondeva:” se porti tua moglie siamo in tre,” non è un’orgia, ma non è nemmeno una coppia.

Tra i tre, c’è Israele che però non intende muoversi che per autodifesa e la Francia – ex potenza coloniale in Siria e titolare di più di un massacro in zona - che ha convocato un dibattito alla Camera che non potrà non tener conto dello sfaldamento del fronte politico che è chiamata a sostenere e dei sondaggi di opinione al 59% contrari all’intervento.

Sarà molto interessante osservare quale sarà l’atteggiamento britannico in seno al Consiglio di sicurezza e se continuerà a votare a favore di un intervento punitivo o se si allineerà al dettato parlamentare (e alla posizione russo-cinese), ritirando o modificando la bellicosa mozione presentata.
Se la mozione venisse ritirata, gli USA dovrebbero cercarsi un altro cireneo o affrontare la realtà dell’isolamento politico anche in seno all’assemblea delle Nazioni Unite.

IL VOTO NON RIGUARDA SOLO LA SIRIA E ASSAD. RIGUARDA PRINCIPALMENTE LA SORTE DI OBAMA.

I deputati che hanno votato contro David Cameron alla Camera dei comuni – il premier ha perso per tredici voti di differenza mentre pensava di avere la solita maggioranza – mostrano che sia lui che il suo ministro degli esteri William Hague non solo non hanno percepito gli umori del paese, solo un 25% risultano favorevoli a un intervento militare, ma non sono stati in grado nemmeno di capire che aria tirava tra i loro colleghi parlamentari della maggioranza o se i deputati ultraconservatori inglesi si siano coalizzati coi repubblicani americani per affondare definitivamente Barak Obama, il suo bilancio, il suo Obamacare.

Quel che è certo è che qualunque sia l’interpretazione dell’evento, più avulsi dalla realtà di così, è difficile.

Sta affiorando l’ipotesi di addebitare il tutto all’intelligence e assolvere la Casa Bianca come per l’attentato di Benghazi su cui le indagini non sono peraltro  ancora cessate.

James Clapper, capo della intelligence community americana ha le spalle larghe e daranno a lui la colpa. Dopo le accuse sulle violazioni della privacy di milioni di americani, si appresta ad assorbire la colpa delle informazioni inaccurate e la Casa Bianca annunzia entro pochi giorni un documento pubblico sulla intelligence ricevuta  sulla vicenda della linea rossa.

Risulterebbe, pare, che il grosso delle informazioni  di intelligence sia stato di provenienza israeliana e che vi siano vistosi buchi nel sistema satellitare di sorveglianza messo a punto per vigilare sui siti siriani in cui erano depositati gli agenti chimici oggi incriminati. Mi ricorda la testimonianza di Olindo data per il delitto di Erba.

La prova regina sarebbe la registrazione di una  telefonata tra un generale siriano ed un altro personaggio non identificato in cui  il generale chiedeva se e chi lo avesse fatto dando per scontato  che i gas fossero in possesso unicamente dei governativi.

Mi torna alla mente il film ” Tutti a casa” con Alberto Sordi sull’8 settembre ,  in cui  Albertone chiama il suo colonnello e gli dice che “ i tedeschi si sono alleati con gli americani e ci stanno sparando addosso“.  Un po’ poco per fare la guerra, come per la controparte che ha mostrato delle maschere antigas catturate ai ribelli con sulle casse la scritta made in Saudi Arabia.

Siamo al paradosso che dopo forse  centomila morti  che non hanno fatto storia, i forse mille sono diventati uno scandalo planetario e si dice che i jihadisti non avrebbero nessun interesse a provocare un intervento armato occidentale. Mi pare grossa.

Altri esperti fanno notare che , a parte ogni considerazione psicologica, la percentuale di superstiti nei casi di attacchi col gas è superiore a quella dei colpiti dalle bombe americane di ultima generazione, in cui non si sono mai registrati  superstiti.

La Casa Bianca si è prodotta in una serie di dichiarazioni tra il divertente e il surreale quali ” non vogliamo che Bashar Assad cada”, Il Bombardamento sarebbe piccolo e discreto”, ” il Presidente farà gli interessi degli USA” che mostrano lo stato di abbandono in cui versa la questione siriana.

Infine, gli israeliani hanno usato i gas nel 1989 in Libano, sia pure avendo l’avvertenza di far sgozzare i cadaveri ( 80) per evitare di far sospettare l’utilizzo di agenti chimici. Gli americani ne sono certamente al corrente avendo mediato l’impiego di falangisti libanesi per la trista bisogna.

Tralascio il dibattito che ci sarà alla Camera dei rappresentanti americana e tra i deputati francese e sorvolo – per carità di Patria – su quello italiano. Ci potrebbero essere delle sorprese, ma è impossibile anticiparle.

E’ possibile invece descrivere in quale atmosfera si stiano predisponendo una serie di misure per immobilizzare definitivamente Barak Obama, già paralizzato in politica interna, ma che cerca disperatamente di ottenere pochi voti di solidarietà in politica estera senza riuscirci.

L’unico punto in cui il Presidente aveva posto la sua credibilità e quella dell’America è stata la famosa linea rossa costituita dall’assicurazione dell’intelligence che i depositi di gas siriani erano in mani tranquille e ben custoditi, Pertanto si arrischiò a dichiarare - per alleggerire la pressione interventista – che se il regime siriano avesse fatto ricorso agli agenti chimici, allora avrebbe preso in considerazione un intervento.

Il primo tentativo di incastrarlo rovinandogli definitivamentei rapporti col mondo arabo, fu fatto in maniera artigianale e con pochi morti.

Fu per il governo USA un gioco riuscire ad ottenere un intervento di Carla Del Ponte, uno stimato magistrato della Corte Penale Internazionale con cui i rapporti non mancavano,  e farle rilasciare una dichiarazione di colpevolezza a carico dei ribelli.

Il secondo tentativo è molto più industrializzato quanto a morti, ma più rozzo quanto a psicologia e nasconde a malapena la mano di Bandar Bush  il capo dei servizi segreti sauditi. ex ambasciatore a Washington per anni e incriminato dalla magistratura britannica per una tangente di oltre un miliardo di dollari afferente ad acquisti di armi da parte del governo saudita. La magistratura inglese si è fermata nella inchiesta a richiesta della corona.

I legami di Bandar Bush con gli ambienti repubblicani americani sono pubblici e pluriennali. Ricordiamo tutti la guerra feroce che i repubblicani ultraconservatori dei TEA PARTY ingaggiarono contro Obama e per due volte giunsero a un soffio dal negare al presidente l’accettazione dello spostamento del limite massimo di indebitamento passato  dai 5950 miliardi di dollari del periodo Clinton ( lui) ai 16.699 della Presidenza Obama. Al 15 ottobre il limite sarà raggiunto e se il suo aumento fosse bocciato dal congresso sarebbe una tragedia.

Tutti sono d’accordo nel volere diminuire la spesa, ma i repubblicani vogliono farlo limitando la spesa sociale ( Obamacare in primis) e i democratici limitando il Bilancio della Difesa.

Il capo della Camera dei Rappresentanti John Boehner ha inviato ad Obama una lettera ufficiale on un  elenco di quattordici punti su cui la Camera bassa vuole essere informata circa la questione siriana e  ben 116 rappresentanti ( di cui 18 democratici) su 435 hanno chiesto al Presidente la Convocazione immediata della Camera prima della data di fine ferie del 9 settembre.

Nello scorso braccio di ferro con i repubblicani, Obama riuscì a cavarsela perché in una clausoletta di accordo aveva stipulato che in caso di disaccordo sarebbero entrati in funzione dei tagli automatici devastanti per la Difesa ( beniamina dei tea party). Dopo il rinvio dell’allestimento di una portaerei, i repubblicani si arresero.

Iniziò a quel momento la lotta senza quartiere contro Obama con minacce di impeachement e l’ostruzionismo sistematico che lo ha portato alla paralisi nell’attività legislativa interna. Se non coglie un successo in politica estera, dimostrerà che aveva ragione Steve Jobs che lo aveva definito “one term President”.

Privato dell’aiuto inglese, a parte ogni  altra considerazione politica,  Obama dovrà scegliere se

a) aumentare considerevolmente le sue richieste  di stanziamento per la difesa se vorrà l’Ok dei rappresentanti. Per farlo senza presentare un limite di bilancio fallimentare,  dovrà lui stesso tagliare le sue spese sociali l’aver ridotto il deficit dal 7 al 4% non gli servirà a molto.

b) con una coalizione fatta di due soli stati, Obama si trova ad aver realizzato  una performance che è un terzo di quella di Bush Jr che a sua volta era un quinto di Bush Senior e questo rende impossibile tecnicamente e politicamente una spedizione punitiva che era già di per se priva di senso e indica il territorio americano come obbiettivo per una eventuale ritorsione.

c) Al G20 Obama sarà in condizioni di inferiorità tattica e strategica rispetto a Putin, circondato come sarà da amici che in questi dieci giorni si sono tutti sfilati dalla coalizione. Se farà concessioni eccessive verrà accusato di tradimento, se si irrigidirà gli addebiteranno il fallimento del negoziato come ulteriore prova di incapacità di Governo.

Una bella trappola, certo non predisposta da Bashar, come i voti dei conservatori inglesi per silurare Cameron  non li ha rimediati Bashar e il siluro nucleare  del Guardian ( giornale inglese sbarcato in America con enormi mezzi e che vi rimane ad onta di enormi perdite economiche) con le rivelazioni sulla NSA di Snowden non l’ha provocato Bashar.

Insomma Bashar non ha fatto niente. Non ha nemmeno lanciato i gas. E non è stato nemmeno suo fratello.

 

 

Scritto da: Antonio De Martini - Fonte: Antonio De Martini

Tante altre notizie su www.ariannaeditrice.it Se pensate di aver assistito a un film di Frank Capra in cui c’è il lieto fine, disilludetevi.
La perdita dell’appoggio inglese ai bellicosi progetti siriani dell’amministrazione Obama suona come una campana a morto per la credibilità politica del presidente all’interno e all’estero e costringe i militari a rivedere tutti i piani di attacco a causa della cessata disponibilità della base di attacco di Akrotiri a Cipro, ma è solo una complicazione.

Ki m

oon ha ritirato i suoi osservatori ( e così si sottrae dalla responsabilità del responso…) pretestando il pericolo di un attacco americano ( ma come, proprio dove c’è stata la distruzione ? ) la coalizione dei virtuosi non voleva colpire obiettivi militari?



La coalizione dei volenterosi miranti a voler punire la Siria prima ancora della emissione del giudizio, probabilmente non imparziale, delle Nazioni Unite che ora ha dato forfait, ricorda la vecchia barzelletta di colui che proponeva a un amico di partecipare a un orgia e, alla richiesta di lumi circa il numero dei partecipanti, rispondeva:” se porti tua moglie siamo in tre,” non è un’orgia, ma non è nemmeno una coppia.

Tra i tre, c’è Israele che però non intende muoversi che per autodifesa e la Francia – ex potenza coloniale in Siria e titolare di più di un massacro in zona - che ha convocato un dibattito alla Camera che non potrà non tener conto dello sfaldamento del fronte politico che è chiamata a sostenere e dei sondaggi di opinione al 59% contrari all’intervento.

Sarà molto interessante osservare quale sarà l’atteggiamento britannico in seno al Consiglio di sicurezza e se continuerà a votare a favore di un intervento punitivo o se si allineerà al dettato parlamentare (e alla posizione russo-cinese), ritirando o modificando la bellicosa mozione presentata.
Se la mozione venisse ritirata, gli USA dovrebbero cercarsi un altro cireneo o affrontare la realtà dell’isolamento politico anche in seno all’assemblea delle Nazioni Unite.

IL VOTO NON RIGUARDA SOLO LA SIRIA E ASSAD. RIGUARDA PRINCIPALMENTE LA SORTE DI OBAMA.

I deputati che hanno votato contro David Cameron alla Camera dei comuni – il premier ha perso per tredici voti di differenza mentre pensava di avere la solita maggioranza – mostrano che sia lui che il suo ministro degli esteri William Hague non solo non hanno percepito gli umori del paese, solo un 25% risultano favorevoli a un intervento militare, ma non sono stati in grado nemmeno di capire che aria tirava tra i loro colleghi parlamentari della maggioranza o se i deputati ultraconservatori inglesi si siano coalizzati coi repubblicani americani per affondare definitivamente Barak Obama, il suo bilancio, il suo Obamacare.

Quel che è certo è che qualunque sia l’interpretazione dell’evento, più avulsi dalla realtà di così, è difficile.

Sta affiorando l’ipotesi di addebitare il tutto all’intelligence e assolvere la Casa Bianca come per l’attentato di Benghazi su cui le indagini non sono peraltro  ancora cessate.

James Clapper, capo della intelligence community americana ha le spalle larghe e daranno a lui la colpa. Dopo le accuse sulle violazioni della privacy di milioni di americani, si appresta ad assorbire la colpa delle informazioni inaccurate e la Casa Bianca annunzia entro pochi giorni un documento pubblico sulla intelligence ricevuta  sulla vicenda della linea rossa.

Risulterebbe, pare, che il grosso delle informazioni  di intelligence sia stato di provenienza israeliana e che vi siano vistosi buchi nel sistema satellitare di sorveglianza messo a punto per vigilare sui siti siriani in cui erano depositati gli agenti chimici oggi incriminati. Mi ricorda la testimonianza di Olindo data per il delitto di Erba.

La prova regina sarebbe la registrazione di una  telefonata tra un generale siriano ed un altro personaggio non identificato in cui  il generale chiedeva se e chi lo avesse fatto dando per scontato  che i gas fossero in possesso unicamente dei governativi.

Mi torna alla mente il film ” Tutti a casa” con Alberto Sordi sull’8 settembre ,  in cui  Albertone chiama il suo colonnello e gli dice che “ i tedeschi si sono alleati con gli americani e ci stanno sparando addosso“.  Un po’ poco per fare la guerra, come per la controparte che ha mostrato delle maschere antigas catturate ai ribelli con sulle casse la scritta made in Saudi Arabia.

Siamo al paradosso che dopo forse  centomila morti  che non hanno fatto storia, i forse mille sono diventati uno scandalo planetario e si dice che i jihadisti non avrebbero nessun interesse a provocare un intervento armato occidentale. Mi pare grossa.

Altri esperti fanno notare che , a parte ogni considerazione psicologica, la percentuale di superstiti nei casi di attacchi col gas è superiore a quella dei colpiti dalle bombe americane di ultima generazione, in cui non si sono mai registrati  superstiti.

La Casa Bianca si è prodotta in una serie di dichiarazioni tra il divertente e il surreale quali ” non vogliamo che Bashar Assad cada”, Il Bombardamento sarebbe piccolo e discreto”, ” il Presidente farà gli interessi degli USA” che mostrano lo stato di abbandono in cui versa la questione siriana.

Infine, gli israeliani hanno usato i gas nel 1989 in Libano, sia pure avendo l’avvertenza di far sgozzare i cadaveri ( 80) per evitare di far sospettare l’utilizzo di agenti chimici. Gli americani ne sono certamente al corrente avendo mediato l’impiego di falangisti libanesi per la trista bisogna.

Tralascio il dibattito che ci sarà alla Camera dei rappresentanti americana e tra i deputati francese e sorvolo – per carità di Patria – su quello italiano. Ci potrebbero essere delle sorprese, ma è impossibile anticiparle.

E’ possibile invece descrivere in quale atmosfera si stiano predisponendo una serie di misure per immobilizzare definitivamente Barak Obama, già paralizzato in politica interna, ma che cerca disperatamente di ottenere pochi voti di solidarietà in politica estera senza riuscirci.

L’unico punto in cui il Presidente aveva posto la sua credibilità e quella dell’America è stata la famosa linea rossa costituita dall’assicurazione dell’intelligence che i depositi di gas siriani erano in mani tranquille e ben custoditi, Pertanto si arrischiò a dichiarare - per alleggerire la pressione interventista – che se il regime siriano avesse fatto ricorso agli agenti chimici, allora avrebbe preso in considerazione un intervento.

Il primo tentativo di incastrarlo rovinandogli definitivamentei rapporti col mondo arabo, fu fatto in maniera artigianale e con pochi morti.

Fu per il governo USA un gioco riuscire ad ottenere un intervento di Carla Del Ponte, uno stimato magistrato della Corte Penale Internazionale con cui i rapporti non mancavano,  e farle rilasciare una dichiarazione di colpevolezza a carico dei ribelli.

Il secondo tentativo è molto più industrializzato quanto a morti, ma più rozzo quanto a psicologia e nasconde a malapena la mano di Bandar Bush  il capo dei servizi segreti sauditi. ex ambasciatore a Washington per anni e incriminato dalla magistratura britannica per una tangente di oltre un miliardo di dollari afferente ad acquisti di armi da parte del governo saudita. La magistratura inglese si è fermata nella inchiesta a richiesta della corona.

I legami di Bandar Bush con gli ambienti repubblicani americani sono pubblici e pluriennali. Ricordiamo tutti la guerra feroce che i repubblicani ultraconservatori dei TEA PARTY ingaggiarono contro Obama e per due volte giunsero a un soffio dal negare al presidente l’accettazione dello spostamento del limite massimo di indebitamento passato  dai 5950 miliardi di dollari del periodo Clinton ( lui) ai 16.699 della Presidenza Obama. Al 15 ottobre il limite sarà raggiunto e se il suo aumento fosse bocciato dal congresso sarebbe una tragedia.

Tutti sono d’accordo nel volere diminuire la spesa, ma i repubblicani vogliono farlo limitando la spesa sociale ( Obamacare in primis) e i democratici limitando il Bilancio della Difesa.

Il capo della Camera dei Rappresentanti John Boehner ha inviato ad Obama una lettera ufficiale on un  elenco di quattordici punti su cui la Camera bassa vuole essere informata circa la questione siriana e  ben 116 rappresentanti ( di cui 18 democratici) su 435 hanno chiesto al Presidente la Convocazione immediata della Camera prima della data di fine ferie del 9 settembre.

Nello scorso braccio di ferro con i repubblicani, Obama riuscì a cavarsela perché in una clausoletta di accordo aveva stipulato che in caso di disaccordo sarebbero entrati in funzione dei tagli automatici devastanti per la Difesa ( beniamina dei tea party). Dopo il rinvio dell’allestimento di una portaerei, i repubblicani si arresero.

Iniziò a quel momento la lotta senza quartiere contro Obama con minacce di impeachement e l’ostruzionismo sistematico che lo ha portato alla paralisi nell’attività legislativa interna. Se non coglie un successo in politica estera, dimostrerà che aveva ragione Steve Jobs che lo aveva definito “one term President”.

Privato dell’aiuto inglese, a parte ogni  altra considerazione politica,  Obama dovrà scegliere se

a) aumentare considerevolmente le sue richieste  di stanziamento per la difesa se vorrà l’Ok dei rappresentanti. Per farlo senza presentare un limite di bilancio fallimentare,  dovrà lui stesso tagliare le sue spese sociali l’aver ridotto il deficit dal 7 al 4% non gli servirà a molto.

b) con una coalizione fatta di due soli stati, Obama si trova ad aver realizzato  una performance che è un terzo di quella di Bush Jr che a sua volta era un quinto di Bush Senior e questo rende impossibile tecnicamente e politicamente una spedizione punitiva che era già di per se priva di senso e indica il territorio americano come obbiettivo per una eventuale ritorsione.

c) Al G20 Obama sarà in condizioni di inferiorità tattica e strategica rispetto a Putin, circondato come sarà da amici che in questi dieci giorni si sono tutti sfilati dalla coalizione. Se farà concessioni eccessive verrà accusato di tradimento, se si irrigidirà gli addebiteranno il fallimento del negoziato come ulteriore prova di incapacità di Governo.

Una bella trappola, certo non predisposta da Bashar, come i voti dei conservatori inglesi per silurare Cameron  non li ha rimediati Bashar e il siluro nucleare  del Guardian ( giornale inglese sbarcato in America con enormi mezzi e che vi rimane ad onta di enormi perdite economiche) con le rivelazioni sulla NSA di Snowden non l’ha provocato Bashar.

Insomma Bashar non ha fatto niente. Non ha nemmeno lanciato i gas. E non è stato nemmeno suo fratello.

Scritto da: Antonio De Martini - Fonte: Antonio De Martini
Tante altre notizie su www.ariannaeditrice.it 

commenti

LETTA ORGOGLIOSO: LA KYENGE L'HO VOLUTA IO, STA CAMBIANDO IL PAESE

Pubblicato su 31 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in IPHARRA

Che bravo Letta. Invece di vergognarsi le dice pure queste cose. Bel capolavoro ha fatto: aumento smisurato dell'immigrazione, i cui costi graveranno sulle nostre tasche, però non " ci sono " i soldi per gli esodati, toglieranno lavoro non solo ai nostri figli ma anche a noi, ma hanno un " pregio", secondo il presidente del consiglio ( le miniscole non sono un errore di battitura ): portano cultura. Ma che vada a ramengo! Nel Paese del Colosseo, dell'Ara Pacis, di Giotto, Michelangelo, Da Vinci, nel Paese della Venere di Botticelli, della Magna Grecia, di Dante, Petrarca, Leopardi, e potremmo continuare a lungo questi immigrati portano " cultura e civiltà" ? Forse quella di Balottelli che fa figli e li abbandona e che avendo guadagni miliardari fa vivere la sua famiglia adottiva nell'indigenza.

Se questa è la civiltà, viva la barbarie.

Claudio Marconi

immigrazione inglese

30 ago – Sarà stato Vendola. No, la Boldrini, con le sue fissazioni terzomondiste. Dopo mesi passati a chiedersi chi l’aveva messa lì, il premier Enrico Letta ha confessato. E’ stato lui, e solo lui, a piazzare la italo-congolese Cecile Kyenge sulla poltrona (costituita ad hoc) di ministro per l’Integrazione. Lo ha spiegato, il premier, all’inizio del suo intervento alla Festa democratica in corso di svolgimento a Genova: “La mia scelta, fatta in solitudine, di Cecile Kyenge al ministero della Integrazione sta cambiando il paese”.

E su questo ci sono pochi dubbi, visto che dopo le dichiarazioni del primo minsitro di colore della storia della Repubblica a proposito di uno ‘ius soli’ per il riconoscimento della cittadinanza italiana ai nati qui da genitori stranieri e le sparate circa la “abolizione del reato di clandestinità”, quella 2013 è stata un’estate di sbarchi a tutto spiano sulle coste della Sicilia e a Lampedusa. Roba da ricordare le cronache dei primi anni ’90, che fecero le fortune politiche della Lega.

Poi il presidente del Consiglio ha parlato anche di politica e in particolare di legge elettorale, usando un linguaggio invero poco istituzionale quando ha detto che “è per colpa del porcellum se ci troviamo in questo casino” (come se il porcellum non facesse comodo anche a bersani), intendendo evidentemente per “casino” l’alleanza-larghe intese con il Pdl (resta da stabilire chi tra Pd e Pdl è la puttana). Venendo all’attualità, ha promesso che farà “di tutto per evitare l’aumento dell’Iva dal 1 ottobre” e assicurato che la “service tax era nel nostro programma di governo”. Bella roba.

www.liberoquotidiano.it/

Tratto da: imolaoggi.it

commenti

IPOCRISIA NEO COLONIALISTA

Pubblicato su 31 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in MANIFESTI

Ipocrisia neo colonialista

commenti

PROPOSTA INDECENTE

Pubblicato su 30 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in MANIFESTI

Classico esempio di come funziona la democrazia e di quanto " tengono conto " del volere popolare. Ma continuate pure a votare. Claudio Marconi

Proposta-indecente.jpg

commenti

VLADIMIR PUTIN SCAGIONA ASSAD E ACCUSA USA E ARABIA SAUDITA

Pubblicato su 29 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in PAESI ARABI e IRAN

Clicca per ingrandireSiria – Putin Smaschera il Piano del NWO. I satelliti Russi forniscono la prova definitiva all'ONU sull'innocenza di Assad e le responsabilità di USA e Arabia Saudita

Damasco, Mosca, New York – Vladimir Putin ancora una volta fa centro, e sbugiarda i signori del Nuovo Ordine Mondiale: la strage in Siria? Non è stato Assad, ma i ribelli Salafiti, appoggiati dal governo Saudita e dagli USA con i suoi alleati.

La prova “finale” è stata fornita nelle ultime ore dal Cremlino al Palazzo di Vetro dell'ONU. Si tratta di video e foto che illustrano come i satelliti russi abbiano fatto luce sul fatto che i razzi che hanno causato l'ultima strage in Siria (1300 morti) non sono partiti da Damasco o dalla Siria, ma da territori di pertinenza di gruppi Salafiti: ovvero dei cosiddetti “ribelli-mercenari” al soldo di Arabia Saudita e USA.

Washington? Non poteva non sapere!

Secondo Mosca, Washington non poteva non sapere, visto che i satelliti USA sono efficienti quanto quelli russi. E allora perché tutte queste menzogne? Beh, dinnanzi a quest'ennesima prova regina, l'ONU e lo stesso Ban-Ki Moon dovranno prendere atto della situazione e smentire, zittire, tutti i media di regime che da giorni danno adito a queste diaboliche falsità! Ma con che faccia – ci chiediamo – andranno in giro per la penisola italiana i vari direttori dei TG di regime? Con che faccia si guarderanno allo specchio? Per non parlare dei “politici”, ovviamente! Politici impegnati a parlare del caso "Berlusconi", come se il resto fossero bazzecole. Ma i maestri della distrazione di massa, si sa, sono sempre all'opera!

Obiettivo? Guerra Mondiale per un Nuovo Ordine

Tra i dati più palesi, sicuramente il fatto che le milizie ribelli in Siria – ora è ufficiale – sono armate e manovrate da Arabia Saudita ed alleati, che mirano ad innescare una nuova Guerra Mondiale. Tali prove, tra l'altro coincidono perfettamente con le testimonianze raccontate in questi mesi, e con l'ultima drammatica testimonianza di Padre Daniel Maes, cui passaggi più delicati vi riproponiamo di seguito:

Damasco – La testimonianza di Padre Maes

Qualche anno fa, quando siamo venuti qui in Siria, non abbiamo incontrato una società politica perfetta, ma abbiamo incontrato una società prospera e sicura e abbiamo anche esperimentato l’uguaglianza tra tutti i gruppi religiosi. C’era anche la libertà di religione, l’ospitalità e c’era anche una sana vita di famiglia. Nella vita pubblica, discriminazione, furto e criminalità non erano noti. All'improvviso sono apparse le più orribili atrocità. Si massacrava, si saccheggiava e c’erano attentati in tutto il Paese. La società abbastanza armonica si trasformava in un incubo.

Lo Zampino dei Signori del Male e le Rivelazioni del Generale Clark

La “primavera” diventava un “caos”. La stampa informava che c’era una rivolta spontanea di un popolo da tanto tempo oppresso. Chi aveva una profondità più spirituale, aveva già notato dall'inizio che questa era una menzogna. I nemici avevano già da qualche tempo seminato questa zizzania, che adesso si manifestava chiaramente. Wesley Clark, un generale Americano, ha ammesso che la guerra in Siria era già stata progettata– insieme con quattro altri paesi – subito dopo gli attentati alle “Twin Towers” a New York. Nel frattempo hanno distrutto l'Iraq sotto il motto di “Libertà per Iraq!” È uno dei più grandi crimini contro l’umanità nella storia recente. Rimarranno ancora cristiani in Iraq, a fronte dei 1,3 milioni di cristiani nel 2003? Una cosa simile è successa anche in Libia, che oggi fa pure parte della “collezione primaverile araba” dell’Occidente. E che pensate dei cristiani in Egitto, Afghanistan e Siria?

Crimini contro l'Umanità: Affaroni per l'industria bellica Occidentale

Intanto, tutti questi paesi sono una miniera inesauribile di oro per l’industria di armi. “I poveri sono venduti”, dice il profeta Amos più di ventisette secoli fa, “per servire il potere e la ricchezza delle grandi nazioni e dei dominatori mondiali”. E mentre l’Islam ha sempre più libertà e supporto nell’Occidente, i cristiani – gli abitanti originari – invece, sono perseguitati, scacciati e massacrati nei paesi musulmani.

Costantemente in Trincea

Intorno a noi sentiamo incessantemente i rumori sordi delle esplosioni. Ci troviamo comunque ancora in un posto molto pericoloso. Cosi restiamo a mangiare nel refettorio con sacchi di sabbia davanti alle finestre come nelle trincee di lusso della Prima Guerra Mondiale. La sera siamo costretti a ritirarci presto, sedendoci o rimanendo sdraiati, nei nostri rifugi. Questa settimana hanno trovato ragni velenosi nel rifugio delle suore. Chi ha detto che le donne hanno sempre bisogno di tanto tempo per imballare? Non è per niente vero. In poco tempo tutti i materassi e le altre cose erano traslocati in un nuovo posto. Hanno fatto tutto in modo velocissimo. Non c’è stato neanche tempo di prendere una foto di questa fuga. Così usciamo del solito tran tran e c’è un po' di distrazione.

Frammenti di “Nuovo Ordine Mondiale” in Siria

Parliamo del nuovo rifugio: già prima il refettorio era un posto dove si facevano tante cose e adesso non è più un luogo ”polivalente” ma è diventato uno spazio “omnivalente”, cioè un tipo di ripostiglio simpatico che è stato riorganizzato in modo ordinato in vari spazi separati. Nel frattempo viviamo e soffriamo insieme la miseria del popolo Siriano e del suo Paese. Ci sono già 100.000 morti su cui piangiamo. Fabbriche, scuole, ospedali e istituzioni pubbliche sono stati distrutti. Milioni di persone sono profughi in un paese che prima offriva rifugio in modo ospitale a tanti profughi soprattutto di Iraq e Libano. Tanti soffrono la fame e sono senza tetto. Mercoledì sera vediamo sulla televisione Siriana Al Akhbaria un’ampia intervista con Madre Agnes-Mariam sulla situazione in Siria e soprattutto sul modo concreto dellaMusalaha, il movimento più importante della riconciliazione. C’è tanto bisogno di dare al popolo il necessario cibo, cura, alloggio, scuola e ri-educazione. Il perdono reciproco e la riconciliazione hanno un effetto di guarigione. Secondo la Madre anche i terroristi hanno il diritto di esprimersi per scegliere un nuovo e buon orientamento di vita. Uno dei progetti concreti è un’iniziativa spettacolare olandese di una macchina ospedale polivalente con tante attrezzature (prezzo mezzo milione) per Homs e speriamo dopo anche una per Aleppo. (Vedi: helphoms.org).

Una Guerra contro la Siria taciuta dall'Occidente. Fino a quando?

È possibile che la miseria senza fine abbia un effetto demoralizzante. Dall’altra parte invece questa situazione implica anche la speranza di una purificazione profonda. Questa sofferenza offre anche la possibilità di una crescita più forte dopo. La verità su quanto succede qui si rivela poco a poco e vien accettata sempre di più, anche se la Francia la nega in modo ossessivo.

La Verità, quando sarà conosciuta, ciò cambierà il mondo!

Quando la realtà di questa guerra contro la Siria sarà riconosciuta, potrebbe causare una svolta nelle relazioni politiche nel mondo intero. Monsignor Francis A. Chullikat, rappresentante permanente della Santa Sede all’ONU ha parlato il 23 luglio 2013 della pace in Siria, in cui tutti saranno vincitori al contrario di una guerra dove tutti perdono. Il 25 luglio il Patriarca Cirillo di Mosca con rappresentanti di tutte le chiese ortodosse mondiali, insieme a Putin hanno espresso loro preoccupazione per la tragedia in Siria, dove i cristiani sono minacciati di sparire.

Il Cristianesimo è nato in Siria

Essi hanno dichiarato: “Sarebbe una catastrofe per l’intera civilizzazione. L’origine della nostra religione si trova qui in Siria!”. Forse la vera storia è costituita da santi e martiri, come Padre Francois Mourad. Lui viveva l’esempio di Charles de Foucauld e ha fondato il monastero di San Simeone, lo stilita, a Ghassanieh (Nord Ovest di Aleppo). Le chiese sono state distrutte ed i cristiani sono stati rapiti e assassinati.

Lo straordinario esempio di Padre Francois Mourad – Oltre la Morte.

Quando la situazione cominciava ad essere pericolosa anche per lui, egli ha scritto al suo vescovo: “L’amore ha un sinonimo, cioè la sofferenza…e sono pronto a morire per la pace e che la Chiesa si ricordi che io do la mia vita con gioia per tutti i cristiani in questo beneamato paese”. La sua chiesa è stata distrutta e lui è stato assassinato domenica 23 giugno 2013. Padre Francois Mourad aveva solo quarantanove anni.

Siria – Fermiamo la Folle Macchina Mondialista della Guerra!

Damasco, Washington, Mosca – Nelle scorse ore la Casa Bianca ha reso noto il rinvio dell'incontro con la Russia (inizialmente dato come imminente) sulla questione siriana, rilanciando le accuse (infondate) contro Assad per il presunto uso di armi chimiche in Siria contro il suo popolo. A sostenere – in maniera disarmante – le accuse contro il governo siriano, in una conferenza stampa tenuta poche ore fa, è stato John Kerry, il Segretario di Stato USA, secondo il quale Assad avrebbe distrutto le prove dell'uso di Armi Chimiche. Insomma, per scatenare una guerra dalle proporzioni apocalittiche ormai pare che non ci vogliano neppure le prove. Basta la volontà di distruggere di USA, NATO e Lega Araba! Vedi i precedenti in Libia e Iraq tra tutti. Ma perché Assad che ha sempre difeso il suo popolo - come raccontato finora da “quieuropa.it” e provato da due anni a questa parte con centinaia di testimonianze oculari di cittadini siriani, tra le quali quelle di sacerdoti e suore - ora dovrebbe usare armi chimiche contro di esso ed in contemporanea all'arrivo della delegazione ONU? Davvero assurdo! Pazzesco! Folle! Assolutamente irrazionale!

La Balla delle Armi chimiche utilizzate da Assad

Intanto, mentre la notizia circolata nei giorni scorsi (riportata inizialmente da stampalibera.com e successivamente ripresa con le pinze dall'Osservatorio, “aspettando ragguagli più precisi”) su presunte foto satellitari dei razzi chimici “della strage” provenienti dalle zone occupate dai gruppi salafiti, presentate – si era detto - da Mosca all'ONU, sembra non aver avuto alcuna conferma ufficiale dal Cremlino, ma – a parte ciò - nell'articolo pubblicato ieri e titolato “USA, Armi chimiche e Abominevoli Pretesti Democratici” abbiamo sostenuto e ribadito in più di una occasione come non vi sia alcuna prova che tali armi di distruzione di massa – nell'ipotesi che siano davvero state usate – siano state impiegate dal governo siriano. Anzi tutte le indicazioni video finora raccolte portano alla pista dei ribelli-mercenari anti-Assad.

Vide-Prove: l'Incongruenza delle date

Infatti in altri video presentati da USA & Co. come “prove inoppugnabili della colpevolezza di Assad” (vedi articolo e video in allegato – Articolo “Qui Europa” del 24 Agosto 2013 “Siria – Clamoroso, alcuni Video caricati il giorno prima della Strage”) esisterebbero una serie di palesi incongruenze e stranezze che gettano un pesante alone di discredito sugli stessi, visto e considerato che alcuni video presentati come prova d'attacco sono stati addirittura caricati su You-Tube il 20 agosto, cioè il giorno prima della data indicata dai ribelli stessi come la fatidica data della strage. Davvero pazzesco! Un po' come sostenere che l'uomo è sbarcato su Marte (o sulla Luna) senza avere le prove concrete in mano, ma magari sulla base di un film girato ad arte su un set cinematografico hollywooodiano…

Pezzi di Ghiaccio sui corpi dei Bambini Uccisi

Inoltre è saltata fuori sul web una foto nella quale è ben visibile una scena alquanto sconcertante e raccapricciante: sui piccoli corpi degli angeli uccisi nella strage (denunciata il 21) sono ben visibili pezzi di ghiaccio usati evidentemente per conservare i corpi. Se così fosse – particolare non da poco – ciò potrebbe significare il fatto che i poveri bambini siriani uccisi potrebbero essere stati massacrati in più luoghi e in tempi diversi, e poi i corpi potrebbero essere stati trasportati successivamente in una zona precisa, per l'agghiacciante messa in scena. E ciò proprio in contemporanea – come detto – dell'arrivo dei commissari ONU.

Putin avvisa Obama

Ma le ipotesi e le voci di un intervento militare in Siria, senza prove concrete e su semplici supposizioni, in queste ore hanno portato Vladimir Putin a schierarsi ancor più esplicitamente a favore del Presidente Assad ed in difesa di milioni di cristiani e musulmani che in caso di conflitto, potrebbero perdere la vita sotto i bombardamenti, come accaduto in Libia e Iraq. Ma anche in Africa ed altri Paesi del Medioriente. Sergei Lavrov (Ministro degli Esteri russo) nelle scorse ore ha avvertito Washington che un attacco senza il mandato dell’Onu avrebbe conseguenze gravissime. “Voglio far notare– ha sottolineato in aggiunta Lavrov - che le informazioni sull’attacco chimico sono iniziate a circolare mentre americani e russi stavano preparando il summuit di Ginevra. Mi sembra evidente che si volesse, in qualche modo, mettere dei paletti al vertice”(Fonte ANSA). Perciò appare chiaro come l’Occidente stia accusando la Siria senza avere le prove.

Scatenare una “Guerra Mondiale” su “Indicazioni” è un Crimine!

E poi, come ribadito ieri, ammesso che esistano prove (che nessuno però ha mai visto) sull’uso di tali sostanze, chi ci dice che ad utilizzarle non siano stati i rivoltosi-mercenari piuttosto che le forze armate governative? Lo stesso segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, ha affermato che «ha avuto indicazioni» in merito. Ma si scatena una guerra sula base di “indicazioni”? E poi, come ha scritto il corrispondente della BBC, Frank Gardner: “Perché il governo di Assad, che recentemente sta riconquistando terreno sui ribelli, dovrebbe effettuare un attacco chimico, mentre gli ispettori delle Nazioni Unite sono nel Paese?”. Altresì, in merito,ricordiamo che le bugie sull'Iraq e la Libia sono ancora sotto gli occhi del mondo!

Putin e la denuncia dei tentativi di instaurare un NWO in Siria

Come sotto gli occhi di tutti è stata l'attività di sostegno sottobanco fornita dal 2012 ad oggi dagli USA e da alcuni suoi alleati ai ribelli-mercenari, nel tentativo di instaurare un Nuovo Ordine Mondiale anche nel paese culla del Cristianesimo. Vladimir Putin è da ormai due anni che lo sbandiera ai quattro venti, ammonendo l'Occidente interventista.

VIDEO: GUERRA IN SIRIA – NEI TUNNEL DEI RIBELLI SALAFITI - TROVATE ARMI CHIMICHE

 

Autore: Sergio Basile / Fonte: quieuropa.it

Tratto da: ecplanet.com

commenti

VLADIMIR PUTIN SCAGIONA ASSAD E ACCUSA USA E ARABIA SAUDITA

Pubblicato su 29 Agosto 2013 da frontediliberazionedaibanchieri in PAESI ARABI e IRAN

Clicca per ingrandireSiria – Putin Smaschera il Piano del NWO. I satelliti Russi forniscono la prova definitiva all'ONU sull'innocenza di Assad e le responsabilità di USA e Arabia Saudita

Damasco, Mosca, New York – Vladimir Putin ancora una volta fa centro, e sbugiarda i signori del Nuovo Ordine Mondiale: la strage in Siria? Non è stato Assad, ma i ribelli Salafiti, appoggiati dal governo Saudita e dagli USA con i suoi alleati.

La prova “finale” è stata fornita nelle ultime ore dal Cremlino al Palazzo di Vetro dell'ONU. Si tratta di video e foto che illustrano come i satelliti russi abbiano fatto luce sul fatto che i razzi che hanno causato l'ultima strage in Siria (1300 morti) non sono partiti da Damasco o dalla Siria, ma da territori di pertinenza di gruppi Salafiti: ovvero dei cosiddetti “ribelli-mercenari” al soldo di Arabia Saudita e USA.

Washington? Non poteva non sapere!

Secondo Mosca, Washington non poteva non sapere, visto che i satelliti USA sono efficienti quanto quelli russi. E allora perché tutte queste menzogne? Beh, dinnanzi a quest'ennesima prova regina, l'ONU e lo stesso Ban-Ki Moon dovranno prendere atto della situazione e smentire, zittire, tutti i media di regime che da giorni danno adito a queste diaboliche falsità! Ma con che faccia – ci chiediamo – andranno in giro per la penisola italiana i vari direttori dei TG di regime? Con che faccia si guarderanno allo specchio? Per non parlare dei “politici”, ovviamente! Politici impegnati a parlare del caso "Berlusconi", come se il resto fossero bazzecole. Ma i maestri della distrazione di massa, si sa, sono sempre all'opera!

Obiettivo? Guerra Mondiale per un Nuovo Ordine

Tra i dati più palesi, sicuramente il fatto che le milizie ribelli in Siria – ora è ufficiale – sono armate e manovrate da Arabia Saudita ed alleati, che mirano ad innescare una nuova Guerra Mondiale. Tali prove, tra l'altro coincidono perfettamente con le testimonianze raccontate in questi mesi, e con l'ultima drammatica testimonianza di Padre Daniel Maes, cui passaggi più delicati vi riproponiamo di seguito:

Damasco – La testimonianza di Padre Maes

Qualche anno fa, quando siamo venuti qui in Siria, non abbiamo incontrato una società politica perfetta, ma abbiamo incontrato una società prospera e sicura e abbiamo anche esperimentato l’uguaglianza tra tutti i gruppi religiosi. C’era anche la libertà di religione, l’ospitalità e c’era anche una sana vita di famiglia. Nella vita pubblica, discriminazione, furto e criminalità non erano noti. All'improvviso sono apparse le più orribili atrocità. Si massacrava, si saccheggiava e c’erano attentati in tutto il Paese. La società abbastanza armonica si trasformava in un incubo.

Lo Zampino dei Signori del Male e le Rivelazioni del Generale Clark

La “primavera” diventava un “caos”. La stampa informava che c’era una rivolta spontanea di un popolo da tanto tempo oppresso. Chi aveva una profondità più spirituale, aveva già notato dall'inizio che questa era una menzogna. I nemici avevano già da qualche tempo seminato questa zizzania, che adesso si manifestava chiaramente. Wesley Clark, un generale Americano, ha ammesso che la guerra in Siria era già stata progettata– insieme con quattro altri paesi – subito dopo gli attentati alle “Twin Towers” a New York. Nel frattempo hanno distrutto l'Iraq sotto il motto di “Libertà per Iraq!” È uno dei più grandi crimini contro l’umanità nella storia recente. Rimarranno ancora cristiani in Iraq, a fronte dei 1,3 milioni di cristiani nel 2003? Una cosa simile è successa anche in Libia, che oggi fa pure parte della “collezione primaverile araba” dell’Occidente. E che pensate dei cristiani in Egitto, Afghanistan e Siria?

Crimini contro l'Umanità: Affaroni per l'industria bellica Occidentale

Intanto, tutti questi paesi sono una miniera inesauribile di oro per l’industria di armi. “I poveri sono venduti”, dice il profeta Amos più di ventisette secoli fa, “per servire il potere e la ricchezza delle grandi nazioni e dei dominatori mondiali”. E mentre l’Islam ha sempre più libertà e supporto nell’Occidente, i cristiani – gli abitanti originari – invece, sono perseguitati, scacciati e massacrati nei paesi musulmani.

Costantemente in Trincea

Intorno a noi sentiamo incessantemente i rumori sordi delle esplosioni. Ci troviamo comunque ancora in un posto molto pericoloso. Cosi restiamo a mangiare nel refettorio con sacchi di sabbia davanti alle finestre come nelle trincee di lusso della Prima Guerra Mondiale. La sera siamo costretti a ritirarci presto, sedendoci o rimanendo sdraiati, nei nostri rifugi. Questa settimana hanno trovato ragni velenosi nel rifugio delle suore. Chi ha detto che le donne hanno sempre bisogno di tanto tempo per imballare? Non è per niente vero. In poco tempo tutti i materassi e le altre cose erano traslocati in un nuovo posto. Hanno fatto tutto in modo velocissimo. Non c’è stato neanche tempo di prendere una foto di questa fuga. Così usciamo del solito tran tran e c’è un po' di distrazione.

Frammenti di “Nuovo Ordine Mondiale” in Siria

Parliamo del nuovo rifugio: già prima il refettorio era un posto dove si facevano tante cose e adesso non è più un luogo ”polivalente” ma è diventato uno spazio “omnivalente”, cioè un tipo di ripostiglio simpatico che è stato riorganizzato in modo ordinato in vari spazi separati. Nel frattempo viviamo e soffriamo insieme la miseria del popolo Siriano e del suo Paese. Ci sono già 100.000 morti su cui piangiamo. Fabbriche, scuole, ospedali e istituzioni pubbliche sono stati distrutti. Milioni di persone sono profughi in un paese che prima offriva rifugio in modo ospitale a tanti profughi soprattutto di Iraq e Libano. Tanti soffrono la fame e sono senza tetto. Mercoledì sera vediamo sulla televisione Siriana Al Akhbaria un’ampia intervista con Madre Agnes-Mariam sulla situazione in Siria e soprattutto sul modo concreto dellaMusalaha, il movimento più importante della riconciliazione. C’è tanto bisogno di dare al popolo il necessario cibo, cura, alloggio, scuola e ri-educazione. Il perdono reciproco e la riconciliazione hanno un effetto di guarigione. Secondo la Madre anche i terroristi hanno il diritto di esprimersi per scegliere un nuovo e buon orientamento di vita. Uno dei progetti concreti è un’iniziativa spettacolare olandese di una macchina ospedale polivalente con tante attrezzature (prezzo mezzo milione) per Homs e speriamo dopo anche una per Aleppo. (Vedi: helphoms.org).

Una Guerra contro la Siria taciuta dall'Occidente. Fino a quando?

È possibile che la miseria senza fine abbia un effetto demoralizzante. Dall’altra parte invece questa situazione implica anche la speranza di una purificazione profonda. Questa sofferenza offre anche la possibilità di una crescita più forte dopo. La verità su quanto succede qui si rivela poco a poco e vien accettata sempre di più, anche se la Francia la nega in modo ossessivo.

La Verità, quando sarà conosciuta, ciò cambierà il mondo!

Quando la realtà di questa guerra contro la Siria sarà riconosciuta, potrebbe causare una svolta nelle relazioni politiche nel mondo intero. Monsignor Francis A. Chullikat, rappresentante permanente della Santa Sede all’ONU ha parlato il 23 luglio 2013 della pace in Siria, in cui tutti saranno vincitori al contrario di una guerra dove tutti perdono. Il 25 luglio il Patriarca Cirillo di Mosca con rappresentanti di tutte le chiese ortodosse mondiali, insieme a Putin hanno espresso loro preoccupazione per la tragedia in Siria, dove i cristiani sono minacciati di sparire.

Il Cristianesimo è nato in Siria

Essi hanno dichiarato: “Sarebbe una catastrofe per l’intera civilizzazione. L’origine della nostra religione si trova qui in Siria!”. Forse la vera storia è costituita da santi e martiri, come Padre Francois Mourad. Lui viveva l’esempio di Charles de Foucauld e ha fondato il monastero di San Simeone, lo stilita, a Ghassanieh (Nord Ovest di Aleppo). Le chiese sono state distrutte ed i cristiani sono stati rapiti e assassinati.

Lo straordinario esempio di Padre Francois Mourad – Oltre la Morte.

Quando la situazione cominciava ad essere pericolosa anche per lui, egli ha scritto al suo vescovo: “L’amore ha un sinonimo, cioè la sofferenza…e sono pronto a morire per la pace e che la Chiesa si ricordi che io do la mia vita con gioia per tutti i cristiani in questo beneamato paese”. La sua chiesa è stata distrutta e lui è stato assassinato domenica 23 giugno 2013. Padre Francois Mourad aveva solo quarantanove anni.

Siria – Fermiamo la Folle Macchina Mondialista della Guerra!

Damasco, Washington, Mosca – Nelle scorse ore la Casa Bianca ha reso noto il rinvio dell'incontro con la Russia (inizialmente dato come imminente) sulla questione siriana, rilanciando le accuse (infondate) contro Assad per il presunto uso di armi chimiche in Siria contro il suo popolo. A sostenere – in maniera disarmante – le accuse contro il governo siriano, in una conferenza stampa tenuta poche ore fa, è stato John Kerry, il Segretario di Stato USA, secondo il quale Assad avrebbe distrutto le prove dell'uso di Armi Chimiche. Insomma, per scatenare una guerra dalle proporzioni apocalittiche ormai pare che non ci vogliano neppure le prove. Basta la volontà di distruggere di USA, NATO e Lega Araba! Vedi i precedenti in Libia e Iraq tra tutti. Ma perché Assad che ha sempre difeso il suo popolo - come raccontato finora da “quieuropa.it” e provato da due anni a questa parte con centinaia di testimonianze oculari di cittadini siriani, tra le quali quelle di sacerdoti e suore - ora dovrebbe usare armi chimiche contro di esso ed in contemporanea all'arrivo della delegazione ONU? Davvero assurdo! Pazzesco! Folle! Assolutamente irrazionale!

La Balla delle Armi chimiche utilizzate da Assad

Intanto, mentre la notizia circolata nei giorni scorsi (riportata inizialmente da stampalibera.com e successivamente ripresa con le pinze dall'Osservatorio, “aspettando ragguagli più precisi”) su presunte foto satellitari dei razzi chimici “della strage” provenienti dalle zone occupate dai gruppi salafiti, presentate – si era detto - da Mosca all'ONU, sembra non aver avuto alcuna conferma ufficiale dal Cremlino, ma – a parte ciò - nell'articolo pubblicato ieri e titolato “USA, Armi chimiche e Abominevoli Pretesti Democratici” abbiamo sostenuto e ribadito in più di una occasione come non vi sia alcuna prova che tali armi di distruzione di massa – nell'ipotesi che siano davvero state usate – siano state impiegate dal governo siriano. Anzi tutte le indicazioni video finora raccolte portano alla pista dei ribelli-mercenari anti-Assad.

Vide-Prove: l'Incongruenza delle date

Infatti in altri video presentati da USA & Co. come “prove inoppugnabili della colpevolezza di Assad” (vedi articolo e video in allegato – Articolo “Qui Europa” del 24 Agosto 2013 “Siria – Clamoroso, alcuni Video caricati il giorno prima della Strage”) esisterebbero una serie di palesi incongruenze e stranezze che gettano un pesante alone di discredito sugli stessi, visto e considerato che alcuni video presentati come prova d'attacco sono stati addirittura caricati su You-Tube il 20 agosto, cioè il giorno prima della data indicata dai ribelli stessi come la fatidica data della strage. Davvero pazzesco! Un po' come sostenere che l'uomo è sbarcato su Marte (o sulla Luna) senza avere le prove concrete in mano, ma magari sulla base di un film girato ad arte su un set cinematografico hollywooodiano…

Pezzi di Ghiaccio sui corpi dei Bambini Uccisi

Inoltre è saltata fuori sul web una foto nella quale è ben visibile una scena alquanto sconcertante e raccapricciante: sui piccoli corpi degli angeli uccisi nella strage (denunciata il 21) sono ben visibili pezzi di ghiaccio usati evidentemente per conservare i corpi. Se così fosse – particolare non da poco – ciò potrebbe significare il fatto che i poveri bambini siriani uccisi potrebbero essere stati massacrati in più luoghi e in tempi diversi, e poi i corpi potrebbero essere stati trasportati successivamente in una zona precisa, per l'agghiacciante messa in scena. E ciò proprio in contemporanea – come detto – dell'arrivo dei commissari ONU.

Putin avvisa Obama

Ma le ipotesi e le voci di un intervento militare in Siria, senza prove concrete e su semplici supposizioni, in queste ore hanno portato Vladimir Putin a schierarsi ancor più esplicitamente a favore del Presidente Assad ed in difesa di milioni di cristiani e musulmani che in caso di conflitto, potrebbero perdere la vita sotto i bombardamenti, come accaduto in Libia e Iraq. Ma anche in Africa ed altri Paesi del Medioriente. Sergei Lavrov (Ministro degli Esteri russo) nelle scorse ore ha avvertito Washington che un attacco senza il mandato dell’Onu avrebbe conseguenze gravissime. “Voglio far notare– ha sottolineato in aggiunta Lavrov - che le informazioni sull’attacco chimico sono iniziate a circolare mentre americani e russi stavano preparando il summuit di Ginevra. Mi sembra evidente che si volesse, in qualche modo, mettere dei paletti al vertice”(Fonte ANSA). Perciò appare chiaro come l’Occidente stia accusando la Siria senza avere le prove.

Scatenare una “Guerra Mondiale” su “Indicazioni” è un Crimine!

E poi, come ribadito ieri, ammesso che esistano prove (che nessuno però ha mai visto) sull’uso di tali sostanze, chi ci dice che ad utilizzarle non siano stati i rivoltosi-mercenari piuttosto che le forze armate governative? Lo stesso segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, ha affermato che «ha avuto indicazioni» in merito. Ma si scatena una guerra sula base di “indicazioni”? E poi, come ha scritto il corrispondente della BBC, Frank Gardner: “Perché il governo di Assad, che recentemente sta riconquistando terreno sui ribelli, dovrebbe effettuare un attacco chimico, mentre gli ispettori delle Nazioni Unite sono nel Paese?”. Altresì, in merito,ricordiamo che le bugie sull'Iraq e la Libia sono ancora sotto gli occhi del mondo!

Putin e la denuncia dei tentativi di instaurare un NWO in Siria

Come sotto gli occhi di tutti è stata l'attività di sostegno sottobanco fornita dal 2012 ad oggi dagli USA e da alcuni suoi alleati ai ribelli-mercenari, nel tentativo di instaurare un Nuovo Ordine Mondiale anche nel paese culla del Cristianesimo. Vladimir Putin è da ormai due anni che lo sbandiera ai quattro venti, ammonendo l'Occidente interventista.

VIDEO: GUERRA IN SIRIA – NEI TUNNEL DEI RIBELLI SALAFITI - TROVATE ARMI CHIMICHE

 

Autore: Sergio Basile / Fonte: quieuropa.it

Tratto da: ecplanet.com

commenti
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 > >>