Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

TrolleyBust, l'ultima spiaggia di Gladio

Pubblicato su 5 Maggio 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in EUROPA

Di:Alessandro Lattanzio

Molti si sono sorpresi dell'esistenza di un sito ucrofascista che incoraggia la segnalazione e l'espulsione da internet dei profili di attivisti e sostenitori della Novorussia, in Ucraina e all'estero, e che si mimetizza sotto il titolo fuorviante di TrolleyBustTrolleyBust promuove la caccia e la persecuzione di attivisti oppositori al golpe nazi-atlantista a Kiev e alla guerra contro la Novorossija, ed è sponsorizzato dal sito StopFake, un sito di disinformazione nazista ucraino che opera sulla falsariga dei siti cicappeschi di certi “cacciatori di Bufale” italiani (che non a caso trovano ospitalità sul sito del carnevalesco giornale atlantista ilfattoquotidiano, che spaccia ogni giorno le bufale della CIA e di Washington, quelle che gli attivissimi “cacciatori di bufale” non notano mai, ma proprio mai, come da ordini ricevuti).

Come si può notare dagli screenshot qui sotto, il sito StopFake, che promuove (e probabilmente ha creato) il sito gestapesco TrolleyBust è un progetto della “Scuola di Giornalismo di Kiev”, a sua volta un ente tramite cui le agenzie di spionaggio della NATO (Gladio e le radio neonaziste sponsorizzate dal governo degli USA, Radio Free Europe Radio Liberty), tramite le solite ONG di Soros, Dipartimento di Stato degli USA, Ministero degli Esteri della Francia, la radio dell'intelligence coloniale francese Radio France InternationalFondazione Westminster del Ministero del Commowealth (ex-ministero delle colonie) di Londra, inviano in Ucraina 'specialisti' ad insegnare il “corretto” uso della vera informazione, i "sani" principi (cicappini) sul "sano" comportamento da tenere per avere una “vera informazione” e le tecniche per smascherare le “bufale” e la “disinformazione”.
Ovviamente per vera informazione, questi principi della democrazia e della libertà d'informazione, intendono il ripetersi mantrico delle veline della NATO, dei governi di Washington, Tel Aviv e Bruxelles; mentre per bufale intendono le informazioni provenienti dal fronte nemico, ovvero dai media russi, cinesi, iraniani, latinoamericani e dalla contropropaganda in occidente (ad esempio Voltairenet), o da semplici autori, ricercatori e studiosi non allineati alla vulgata mediatica prevalente nella NATO.
Comunque, il fatto che gli “esimi” ed “eminenti” giornalisti della cosiddetta Scuola di Giornalismo di Kiev (ripeto, fondata con i dollari del Dipartimento di Stato degli USA e dell'Open Society di George Soros, con le sterline della Fondazione neocoloniale Westminster e con gli euro del Ministero degli Esteri di Parigi), dopo avere insegnato ai trogloditi neonazisti galiziani, le loro forbite freseologie e raffinatissime tecniche disinformazione, si ritrovino alla fine ad applicare un puro e semplice rozzo killeraggio mediatico, è una clamorosoa vittoria del fronte antimperialista e filo-Novorossija. Inoltre, la forma totalmente anonima di tale propaganda naziatlanista, è un ulteriore aspetto in comunanza con i cosiddetti 'cacciatori di bufale', adusi a difendere la 'vera' scienza e la 'vera' informazione (marca CIA, CNN, AljazeeraReuters, RAI, RepubblicaIlfattoquotidiano e altro pattume) dal sprofondo del loro anonimato totale; consapevoli del fatto di essere proprio loro, dei troll prezzolati, a spargere merda mediatica in ogni dove. Un nesso che potrebbe essere rivelatore delle connessioni terroristiche-operative tra NATO, Gladio, organizzazioni neonaziste, terrorismo, disinformazione, grandi massmedia, governi europei e UE/NATO, chiudendo così il cerchio.
Questi sono i responsabili del sito TrolleyBust

Faculty
Kimberly Kline
Lon Kaufmann
Tamara Martsenyuk
Volodymyr Kulyk
Sarah Oates
Daria Taradai
Anastasia Grynko
Mykola Kovalchuk

Carrellata di Screenshot:








Tratto da:http://sitoaurora.livejournal.com

TrolleyBust, l'ultima spiaggia di Gladio
Commenta il post