Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

VIKTOR ORBAN: ''GLI IMMIGRATI CLANDESTINI VANNO ARRESTATI E RICONDOTTI AI LORO PAESI D'ORIGINE, I CONFINI VANNO DIFESI''

Pubblicato su 28 Aprile 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in EUROPA

Tutti coloro che conoscono Viktor Orban sanno benissimo che e' uno dei pochissimi politici rimasti che ha a cuore il bene collettivo e quindi non sorprende che sia attaccato da tutti i fronti da chi invece porta avanti solo i propri biechi interessi, come l'Unione europea.

Recentemente il premier ungherese ha rilasciato un'intervista in cui spiega la sua posizione sull'immigrazione e abbiamo deciso di riportarla per intero perche' e' raro trovare un capo di stato che faccia dichiarazioni piene di buon senso.

"In futuro, ha detto il leader conservatore, ci saranno tentativi simili di raggiungere l’Europa dalle coste africane, almeno finché il Vecchio Continente sarà “di maggior successo rispetto ai Paesi che lo circondano”.

Allo stesso tempo il traffico di esseri umani è diventato un business dagli alti profitti in Africa. I trafficanti, ha aggiunto Orbán, lasciano i migranti alla loro sorte in mare aperto. L’Europa, con i suoi valori cristiani, detiene delle responsabilità sui clandestini e per questo un simile disastro può essere considerato anche come un fallimento dell’Europa.

Il summit UE di pochi giorni fa, ha sottolineato Orbán, non ha fatto riferimento a questioni di immigrazione legate in qualche modo all’Ungheria: la materia sarà invece trattata dall’UE a giugno, quando sul tavolo ci sarà un’ampia strategia sull’immigrazione.

“Dobbiamo proteggere i nostri confini e anche l’Europa se ne sta rendendo conto. Abbiamo inoltre bisogno di portare avanti una politica che assicuri che gli immigranti possano stare dove sono nati”. Ci saranno consultazioni a livello nazionale, ha detto ancora il primo ministro ungherese, dove sarà chiesto ai politici se sono d’accordo con la deportazione forzata nei loro paesi d'orgine con l’immediato arresto dei clandestini, o se ritengono dovrebbero essere costretti a lavorare.

Gli immigrati che arrivano in Ungheria, ha proseguito Orbán, non sempre saranno in grado di raggiungere l’Occidente, ad esempio l’Austria e la Germania, in quanto - a suo avviso - i tedeschi ne avrebbero già abbastanza. “Occorre chiedere se ci occorrono immigrati, in generale. Ed io non credo, e per questo non darei sostegno all’immigrazione” ha concluso Orban.

Naturalmente nessuno ha provveduto a riportare questa notizia perche' tale dichiarazione urterebbe i vari comitati d'affari che si stanno arricchendo spudoratamente con l'arrivo di questi disperati visto che tantissimi italiani vorrebbero che l'attuale governo segua l'esempio del premier ungherese.

Noi ovviamente non ci stiamo alla congiura del sielnzio su questo tema drammaticissimo sia per le persone coinvolte nell'immigrazione clandestina, sia per le popolazioni europee aggredite da queste ondate di disperati che arrivano portati da trafficanti in massima parte islamici che così facendo finanziano anche il terrorismo internaizonale. Quindi, continueremo a riportare queste notizie scomode fino a quando la classe politica di questo paese decidera' di ascoltare i cittadini. O fino a quando viceversa i cittadini italiani si stuferanno davvero e manderanno a casa questa classe politica.

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra

Tratto da: http://www.ilnord.it/

VIKTOR ORBAN: ''GLI IMMIGRATI CLANDESTINI VANNO ARRESTATI E RICONDOTTI AI LORO PAESI D'ORIGINE, I CONFINI VANNO DIFESI''
Commenta il post