Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

Questa volta non è una lettera della Bce, ma una telefonata. Tsipras pronto a silurare Varoufakis

Pubblicato su 28 Aprile 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in ECONOMIA, EUROPA

Il premier greco procede ad un rimpasto del team negoziale con i creditori e Varoufakis declassato a "coordinatore"

 

Si avvicina ad Atene il momento del benservito a Varoufakis? Il ministro delle finanze greco Yanis Varoufakis sembra aver ormai oltrepassato quella sottile linea rossa, molto democratica, che traccia a suo piacimento l'Unione Europea quando di fronte si trova semplicemente chi cerca di prestare fede al suo mandato elettorale. Nel momento in cui, dopo il tavolo negoziale di Riga di venerdì scorso, è stato offeso e definito dai suoi colleghi come “un dilettante perditempo” e uno “scommettitore”, la sua posizione era divenuta non più sostenibile politicamente per Tsipras, ancora impegnato a trovare un modo per proseguire quella lenta eutanasia chiamata euro. 
 
La linea dura impressa da Varoufakis con le trattative con i creditori e la costante minaccia del default e di un'uscita scoordinata dall'euro, scrive Reuters, ha portato Tsipras ad iniziare a pensare effettivamente di sostituirlo come capo negoziatore economico di riferimento. Riporta Reuters come il primo ministro “Alexis Tsipras lunedì ha compiuto un rimpasto del suo team di gestione delle trattative con creditori e FMI, dopo che il suo ministro delle finanze è stato ampiamente criticato per la sua performance nello scorso incontro della zona euro”. “Tsipras e altri consiglieri senior hanno espresso supporto per Yanis Varoufakis”, prosegue Reuters, “ e hanno concordato nel lasciare che sia lui a supervisionare un nuovo team di negoziazioni che arrivi ad un accordo di riforme con i prestitori, ma hanno incaricato il vice ministro degli esteri Euclid Tsakalotos come leader del gruppo”.

Queste sono dichiarazioni recenti dal Telegraph di Tsakalotos, che testimoniano comunque una posizione dura rispetto l'attuale corso del regime dell'euro-gruppo. 
“Non sarà facile ignorare il mandato democratico del popolo greco. Tale atteggiamento avrebbe mandato un messaggio molto forte per gli altri europei che l'UE non può incorporare i processi democratici ", ha detto Efklidis Tsakalotos, un Syriza deputato e probabile futuro ministro delle Finanze greco in questo fine settimana. "Non è chiaro che l'Unione europea possa sopravvivere mostrando tale disprezzo dei principi europei fondamentali, come la democrazia e la giustizia sociale." 
 
Come riporta Bloomberg, che specifica meglio il nuovo team negoziale greco: “Il rappresentante greco al gruppo di lavoro dell'Eurogruppo George Chouliarakis sarà responsabile della delegazione greca a Bruxelles. Il segretario generale del governo greco Spyros Sagias assumerà un lavoro tecnico di coordinamento ad Atene. Il segretario generale del ministero delle finanze Nikos Theoharakis si concentrerà, infine, su un piano di crescita per l'economia greca, che sarà la base per l'accordo di giugno con i creditori”. 
 
Prosegue Bloomberg: “secondo due funzionari della zona euro, Dijsselbloem avrebbe telefonato a Tsipras da Riga” in un tentativo di aumentare le pressioni per una sostituzione di Varoufakis, il cui approccio combattivo sta “creando preoccupazione anche in Grecia”, come riportava un funzionario da Atene sempre a Bloomberg. Quindi, questa volta nessuna lettera della Bce, ma a modificare un governo eletto democraticamente nel suo mandato popolare sarà una telefonata di chi ha inventato il cosiddetto "metodo Cipro".
 
Yanis Varoufakis, a cui va tutto il nostro sostegno e supporto, con un tweet ha risposto citando una frase di Franklin D. Roosevelt nella fase di attuazione del New Deal. 

 

Questa volta non è una lettera della Bce, ma una telefonata. Tsipras pronto a silurare Varoufakis
Commenta il post

Luigi Maria Ventola 04/28/2015 10:24

Tsipras.......l'omologo del nostro "fuffolo"