Overblog
Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog della COMUNITA' IPHARRA

Non più destra, non più sinistra, non più etichette, non più finzioni nominalistiche ma attività mirate a creare le premesse culturali e politiche per una Costituente di Popolo che sia alternativa reale ed organica agli schemi partitici ed agli artifici ideologici. Momenti di lotta diretta a colpire le oligarchie di potere per le quali il " rito del voto" costituisce la legittimazione per continuare ad esercitare le loro angherie ai danni del Popolo.

La Grecia è in trattativa con la Russia per l'acquisto di missili per i sistemi S-300

Pubblicato su 17 Aprile 2015 da FRONTE DI LIBERAZIONE DAI BANCHIERI - CM in EUROPA

Pochi giorni dopo la decisione della Russia di revocare l'embargo sulla fornitura di missili anti-aerei all'Iran, Reuters riporta che i greci sarebbero in trattative con la Russia per l'acquisto di missili per il sistema di difesa S-300. La Grecia, un membro della NATO, è in possesso di sistemi avanzati di fabbricazione russa dalla fine del 1990 e, in aperta sfida nei confronti Troika, starebbe ora negoziando con la Russia l'acquisto di missili supplementari e la loro manutenzione.




 

Sono due le domande che si pongono, secondo ZeroHedge:
 
1. Dove troverà la Grecia - che cerca di racimolare ovunque ogni centesimo per rimborsare Il FMI -  i soldi per pagare questi missili? Probabilmente la risposta è un prestito dalla Russia (forse maggiore del loro costo) come modo di garantire a Tsipras dei fondi anticipati ... e
 
2. La BCE accetterà questi nuovi missili come garanzia? Difficile..
 
* * *
 
Forse, dato l'appello di Juncker per un esercito europeo, la Grecia sta decidendo di rafforzare le sue difese .. dai suoi partner europei? O il prezzo chiesto dai russi per sostenere un'uscita della Grecia dall'euro?
 
Tratto da:http://www.lantidiplomatico.it/
La Grecia è in trattativa con la Russia per l'acquisto di missili per i sistemi S-300
Commenta il post

Fiammaverde 04/17/2015 11:38

Bene fa la Grecia a sganciarsi dalla Nato e dai paesi che la sostengono.